Quantcast
Connettiti con noi

News

Qualiano: non pagate 186 fatture, scatta ingiunzione da oltre 100mila euro

Pubblicato

il

Qualiano: non pagate 186 fatture cedute da Hera comm spa a Banca Sistema. Scatta ingiunzione e il Sindaco De Leonardis resiste in giudizio

Sono 186 – per un totale di euro 116.714,00 – le fatture dell’energia elettrica non pagate dal comune di Qualiano alla società fornitrice del servizio “Hera comm spa”. La società ha ceduto il credito a “Banca Sistema” che ha richiesto in credito mediante un decreto ingiuntivo, emesso dal Tribunale di Napoli Nord con numero 248/2023 del 23 gennaio 2023 ed impone il all’Ente comunale il pagamento di quanto richiesto.

Banca Sistema, il 30 gennaio 2023, deposita una istanza di correzione del decreto ingiuntivo a Giudice precisando “controparte dovrà pagare oltre gli interessi moratori ex D.L.gs. 231 del 2002 anche gli ulteriori interessi ex art. 1283 c.c.”

Il tribunale di Napoli Nord, il giorno 11 gennaio 2024, dispone la correzione ed ingiunge il Comune di Qualiano al pagamento della “somma di euro 116.714,60 a titolo di CAPITALE, oltre GLI INTERESSI MORATORI ex D.L.gs. n. 231 del 9 ottobre 2002 da calcolarsi sull’importo nominale originario delle fatture azionate dalla data di stipula della cessione (i.e. 28 dicembre 2021) al saldo effettivo, oltre agli interessi ex art. 7.440,40 ex art. 6 D.lgs,231/2002 e oltre gli ulteriori interessi ex art. 1283 c.c. da calcolarsi sugli interessi scaduti da almeno sei mesi; nonché le spese del presente procedimento liquidate, ai sensi del D.M. Giustizia 10.03.2014 n. 55, in euro 405,60 per spese ed euro 2135,00 per compensi professionali, oltre rimborso spese generali (nella misura del 15% sui compensi), IVA e CPA, se dovute, nella misura di legge”.

Con una dichiarazione, attraverso il suo avvocato, Banca Sistema – il 29 gennaio 2024 – ha precisato “che il capitale chiesto con il ricorso per decreto ingiuntivo si è ridotto a euro 91.835,66. In considerazione di quanto sopra e del decreto ingiuntivo n. 248/2023 così come corretto in data 11 gennaio 2024, il Comune di Qualiano dovrà corrispondere a Banca Sistema i seguenti importi: euro 91.835,66 a titolo di residuo capitale; gli interessi moratori ex D.L.gs. n. 231 del 9 ottobre 2002 da calcolarsi sull’importo nominale originario delle fatture azionate (i.e. 116.714,60) dalla data di stipula della cessione (i.e. 28 dicembre 2021) al saldo effettivo; euro 7.440,40 ex art. 6 D.lgs,231/2002; gli ulteriori interessi ex art. 1283 c.c. da calcolarsi sugli interessi scaduti da almeno sei mesi; spese e competenze liquidate dal Giudice con il decreto ingiuntivo”.

In merito a questa storia il Sindaco De Leonardis, a tutela degli interessi del comune di Qualiano, ha ottenuto dalla Giunta comunale l’autorizzazione alla nomina di un legale e a resistere in giudizio contro il decreto ingiuntivo.

Visionando ciò che colpisce è il fatto che le fatture non pagate partono dal giorno 11 dicembre 2020 al 24 novembre 2021 periodo covid. Cosa è accaduto al Comune di Qualiano in quel periodo che ha impedito i pagamenti?

Colpisce inoltre anche il fatto che tra le tante fatture – di importi abbastanza cospicui – vi sono anche quelle di importi irrisori da poche decine di euro. Per dovere di cronaca su ogni fattura va calcolato un risarcimento di 40 euro calcolate per un totale di 7440,00 euro.

Terremo aggiornati i cittadini su questa vicenda perché, se dovesse andare male, sarebbero loro a pagarne il conto.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending