Connect with us

Politica

Gara Tesoreria Qualiano, De Luca: Problema non è la gara ma la scelta politica

Published

on

Consigliere De Luca: “Scegliere un unico soggetto per entrambi i servizi avrebbe consentito ai cittadini e al Comune di Qualiano di ricevere sicuramente un servizio migliore”

Consigliere De Luca come valuta la gara della Tesoreria la quale ha visto vincere la Sogert, con dei costi superiori (e non di poco) addirittura al Comune di Giugliano?

«Non entro nel merito della gara, dato che sono delle procedure dettate dalla legge. Non possono essere dettate dal singolo consigliere o dall’amministrazione a modo suo. L’amministrazione sicuramente può dare degli indirizzi e deve dare degli indirizzi».

Secondo la sua opinione non poteva essere motivo di esclusione il fatto che la Sogert sia stata in causa con il Comune di Qualiano di fronte al Consiglio di Stato?

«I motivi di esclusione non possono essere stabiliti dall’amministrazione ma dalla legge. Qualora vi fosse un contenzioso e la legge stabilisce che la società o la ditta non può partecipare alla gara, in quel caso sarebbe esclusa automaticamente. Il problema è un altro: la scelta politica. Secondo me quanto scelto dall’amministrazione non è lungimirante. Rispetto alla scelta fatta poteva anche essere allargata la platea dei partecipanti: andava fatta una gara europea così come l’avevamo predisposta noi per individuare, insieme, il tesoriere e il riscossore. Scegliere un unico soggetto per entrambi i servizi avrebbe consentito ai cittadini e al Comune di Qualiano di ricevere sicuramente un servizio migliore. Ci ritroviamo, purtroppo, con una società che fa da tesoriere che ci costa ciò che costa e un ente riscossore che non ha sportelli sul territorio ovvero Equitalia, oggi Agenzia delle Entrate Riscossione. Viceversa, avrebbero potuto imporre uno sportello sul territorio per i pagamenti delle tasse e per servizi di consulenza come rateizzi ed altro, evitando disagi ai cittadini per gli spostamenti ed agevolare, magari, le persone più anziane. Conclusione? Stanno dimostrando giorno dopo giorno di essere incompetenti».

Per dovere di cronaca vi informiamo che avevamo posto al Consigliere De Luca anche le seguenti domande a cui al momento non ha inteso rispondere. Le lasciamo di seguito.

Come considera il metodo di calcolo utilizzato dall’amministrazione De Leonardis per la formulazione della gara?

Tra l’altro in questo calcolo della base di gara risulta che il 2018 la Tesoreria è costata ai cittadina qualianesi 200mila euro: le sembra un costo equo?

Restiamo a disposizione del Consigliere De Luca. Nel caso volesse risponderle provvederemo a riportarle.

Politica

Attacchi a Di Maria, Noi Campani: Piena solidarietà al Presidente della Provincia

Published

on

Sede della Provincia di Benevento e del Museo del Sannio - Foto Di Antonio De Capua - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=40241095

Noi Campani: “Diventata argomento di stalking politico la delibera Anac cui hanno fatto seguito le dimissioni del direttore generale della Rocca”

«Esprimiamo piena solidarietà nei confronti di Antonio Di Maria, sono infatti vergognosi i quotidiani e ripetuti attacchi nei confronti di un presidente della Provincia che da quando si è insediato alla Rocca dei Rettori è riuscito finalmente a comporre vicende amministrative che restavano da tempo inevase garantendo all’Ente una dinamicità e una ventata di freschezza che evidentemente dà fastidio». Così in una nota il sindaco di Benevento Clemente Mastella, la senatrice Sandra Lonardo, il consigliere regionale Luigi Abbate, il segretario provinciale Molly Chiusolo, il presidente provinciale Domenico Parisi, il segretario cittadino Gianfranco Ucci, il presidente cittadino Paola Panella e tutti i componenti della segreteria provinciale e cittadina di Noi Campani.

«Di Maria – continua la nota – ha ereditato una gestione particolarmente delicata, sia a livello organizzativo che amministrativo ma ha saputo dare risposta programmando una progettazione strategica per il territorio, avviando opere infrastrutturali importanti e ottenendo corposi finanziamenti. Il presidente segue ed ha sempre seguito la stella polare del dialogo e del confronto con qualsiasi parte politica purché finalizzati al bene dell’intero Sannio. Le continue accuse spesso prive di ogni senso istituzionale lanciate da alcuni esponenti del Pd fanno pensare che questi ultimi preferiscano gli anni dell’immobilismo che non pochi danni hanno generato alla Provincia e al territorio»

«Da ultima – aggiungono – è diventata argomento di stalking politico la delibera Anac cui hanno fatto seguito le dimissioni del direttore generale della Rocca. Eppure qualcuno di questi esponenti che oggi puntano il dito contro Di Maria sono stati proprio dalla scure dell’Anac colpiti personalmente. Quando nel 2017 l’ex sindaco Fausto Pepe rassegnò le sue dimissioni da consigliere comunale, voltando le spalle ai circa 300 elettori che nonostante tutto gli avevano accordato fiducia, fu costretto a farlo per prevenire la pronuncia dell’Anac che ne sancì l’incompatibilità. Così si dimise preferendo l’incarico ottenuto al comune di Cervinara. D’altra parte dall’Asea agli altri Enti gestiti da questi stessi politicanti potrebbe arrivare un elenco lunghissimo di pronunce dell’Anac».

«Né noi, né Di Maria ci faremo intimidire – concludono – da mistificazioni e attacchi privi di ogni autorevolezza».

Nota stampa Noi Campani

Continue Reading

Politica

Il Centro Vaccinale di Quarto in Affanno, un Rischio per l’Intera Comunità

Published

on

Foto Nota Stampa

Capuozzo: “Perché ai cittadini di Quarto debbano aggiungersi migliaia di altri cittadini provenienti anche da fuori distretto”

Abbiamo protocollato un’interrogazione al sindaco di Quarto con la quale chiediamo perché il centro vaccinale, dopo aver vissuto momenti in cui mostrava una buona organizzazione, oggi si trova in pieno affanno.

Nonostante il lavoro encomiabile dei volontari della Protezione Civile di Quarto, che continuano a gestire il flusso, senza mai fermarsi, assistiamo quotidianamente a lunghe code, anziani in fila, all’impiedi e alle intemperie, per tante ore con conseguenti assembramenti all’esterno del centro. Tutto questo è assurdo, soprattutto in un periodo di piena emergenza come questo.

A proposito di ciò, abbiamo anche inviato una PEC alla Regione Campania, alla Protezione Civile regionale e agli altri organi competenti, nella quale chiediamo di installare, nei pressi dell’Hub vaccinale, tendostrutture confortevoli, dotate di  posti a sedere e spazi adeguati per il rispetto delle norme sul distanziamento.

In questi giorni abbiamo appreso che, oltre alle migliaia di residenti dei comuni flegrei,  dopo che l’Hub della vicina città di Villaricca ha fermato le attività, anche i cittadini di Marano, Qualiano e altri comuni limitrofi saranno smistati al nostro centro.

Abbiamo chiesto al sindaco quale sia la condizione politica che abbia dettato tutto questo. Quali siano gli accordi tra ASL e l’ amministrazione che a discapito della sicurezza del nostro territorio, abbia permesso tutto ciò. 

Perché ai cittadini di Quarto debbano aggiungersi migliaia di altri cittadini provenienti anche da fuori distretto.

Un comune, come il nostro, dove ci sono ancora numerosi casi di persone positive al Covid, ancora non comunicati ufficialmente dal nostro sindaco, questa situazione ovviamente non fa altro che incrementare sempre più il rischio contagi sul nostro territorio, e noi caro sindaco da lei ci auspichiamo tutela non ulteriore danneggiamento.

Nota Stampa Rosa Capuozzo

Continue Reading

Politica

San Gregorio Armeno, Nappi: De Luca utilizzi i fondi Europei

Published

on

Foto Nota Stampa

Nappi: “Mentre i lavoratori e gli artigiani di Napoli e della Campania sono sull’orlo del baratro, De Luca perde tempo a innescare polemiche con il governo per pura propaganda”

“La crisi delle botteghe di San Gregorio Armeno, la via dei pastori famosa in tutto il mondo, è la punta dell’iceberg di un sentimento di protesta comune. È il simbolo dell’immobilismo della Regione, che chiude le porte in faccia ai bisogni dei cittadini e delle imprese. Mentre i lavoratori e gli artigiani di Napoli e della Campania sono sull’orlo del baratro, De Luca perde tempo a innescare polemiche con il governo per pura propaganda. Invece di impiegare il tempo in litigi, il governatore utilizzi i fondi europei della nuova programmazione per rilanciare il settore artigianale di qualità e promuovere un piano concreto per il turismo. I soldi ci sono ma continua a tenerli in un cassetto. Noi invece siamo pronti a sederci con il mondo delle imprese che non mollano e a trovare immediatamente gli strumenti per la ripartenza. È tempo di fare”. 

Lo dice Severino Nappi, consigliere regionale della Lega e segretario cittadino della Lega a Napoli.

Nota Stampa Severino Nappi

Continue Reading

Politica

Tessere sanitarie: la Sen. Lonardo interroga i Ministri Franco e Speranza

Published

on

Foto Archivio

Lonardo: “Ho presentato in Senato una interrogazione […] per chiedere di sapere come mai non sia stata operata la proroga della scadenza della tessera sanitaria”

“Ho presentato in Senato una interrogazione al Ministro dell’Economia, Daniele Franco, e al Ministro della Sanità, Roberto Speranza, per chiedere di sapere come mai non sia stata operata la proroga della scadenza della tessera sanitaria nelle more del perdurare dello stato di emergenza epidemiologica da COVID-19. Ho chiesto se e quali iniziative di competenza i Ministri ritengano di intraprendere affinché sia consentito ai cittadini che si trovano con la tessera sanitaria scaduta, in particolare alla popolazione più anziana, di poter prenotare la vaccinazione ed, infine,

se non ritengano di assumere una decisione urgente al fine di evitare lungaggini e disservizi, nonché assembramenti presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate per rinnovare la tessera sanitaria scaduta”. Lo dichiara la Sen. del Gruppo Misto, Sandra Lonardo.

Nota Stampa Sandra Lonardo

Continue Reading

Politica

Vaccini, Lonardo: “iniquo trattamento regioni. Ema decida presto su Sputnik”

Published

on

Foto Archivio

Lonardo: “Chiedo, pertanto, al Governo di rispondere, con sollecitudine, alla interrogazione che ho presentato a tal proposito, rendendoci edotti delle ragioni di tale iniquo trattamento”

“In occasione della graditissima e costruttiva visita nella città di Benevento, il governatore De Luca, stamani, ha rimarcato lo scandalo dei 300mila vaccini in meno toccati alla Campania, rispetto alle regioni del nord, quali la Lombardia, il Veneto, l’Emilia Romagna, nonostante la nostra regione abbia la densità popolare più alta d’Italia.

Una cosa gravissima… Chiedo, pertanto, al Governo di rispondere, con sollecitudine, alla interrogazione che ho presentato a tal proposito, rendendoci edotti delle ragioni di tale iniquo trattamento. Auspico che si colmi immediatamente questo gap. Mi domando, inoltre, e chiedo lumi in merito a cosa trattenga l’Aifa e la Comunità Europea in riferimento alle autorizzazioni utili all’utilizzo del vaccino Sputnik, che è già somministrato in 60 Paesi, quanto dobbiamo attendere perché Bruxelles si pronunci sul suo via libera. Mi auguro che Ema decida in fretta”.

Lo dichiara la Sen. del Gruppo Misto, Sandra Lonardo.

Nota Stampa Sen. del Gruppo Misto, Sandra Lonardo

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy