Quantcast
Connettiti con noi

News

Colombario del Fusaro: continua la gestione abusiva di FreeBacoli?

Pubblicato

il

Senza autorizzazioni o patrocini l’associazione politica che già amministra Bacoli vuole gestire anche un bene pubblico e culturale

Altro bene pubblico, altri “volontari politici”. Parliamo del Colombario al Fusaro in cui – nell’estate 2020 – i militanti di FreeBacoli hanno tenuto visite guidate ed eventi.

Con il patrocinio del Comune? Con l’autorizzazione degli uffici? Con la supervisione della Soprintendenza?

Pubblicità

Secondo l’Area IV – che c’ha risposto il 16 novembre 2020 – “non si è a conoscenza di atti relativi ad interventi e/o autorizzazioni; non risulta nessun tipo di patrocinio relativo ad iniziative inerenti il Colombario”.

Se però sono stati altri uffici perché il Comune – che intanto è stato denunciato il 22 gennaio per omissione – non ne pubblica gli atti?

Se ci sono tutte le autorizzazioni perché il Sindaco – al Consiglio comunale del 10 agosto 2020 – asseriva che FreeBacoli era “coperta” dal protocollo siglato il 13 novembre 2019 col CIC quando invece in questa convenzione non c’è traccia della necropoli romana?

Pubblicità

Forse perché tutt’oggi non c’è uno straccio di “carta” – e di giustificato motivo – per cui l’associazione politica che già amministra Bacoli assuma la gestione – di fatto e da sola – anche di un bene pubblico?

Forse perché meno di dieci anni fa l’allora consigliere di FreeBacoli si scagliava contro l’affidamento di Villa Cerillo all’attuale suo Vicesindaco?

Altri tempi ovviamente perché oggi “Parigi vale una messa” purché i “volontari” siano i propri, quelli del proprio partito!

Pubblicità

Per saperne di più:

– https://www.facebook.com/ilpappice/posts/229246808857546

Nota stampa Associazione “il Pappice”

Pubblicità