Connect with us

News

Covid-19, Ricetta elettronica importante innovazione

Published

on

Messaggio medico su whatapp
Medico su whatapp avvisa i pazienti della possibilità di ricevere la ricetta su e-mail già il 13 marzo

I medici sono obbligati a fornire la ricetta elettronica a chi la richiede. Il 21 marzo in Gazzetta Ufficiale l’Ordinanza per il periodo di emergenza covid-19.

“Dobbiamo fare di tutto per limitare gli spostamenti e ridurre la diffusione del virus Covid-19. Puntiamo con forza sulla ricetta medica via email o con messaggio sul telefono. Un passo avanti tecnologico che rende più efficiente tutto il sistema sanitario nazionale”.

Con queste parole, in una nota stampa, il 20 marzo scorso il Ministro della Salute Speranza commentava la firma dell’ordinanza 651 del 2020 da parte del Capo dipartimento della Protezione Civile Angelo Borrelli.

Tale ordinanza consente ai cittadini di ottenere così dal proprio medico curante il “numero di ricetta elettronica” senza dover necessariamente ritirare di persona la ricetta e portarla in farmacia.

A nostro avviso una buona innovazione non solo da utilizzare in questo periodo di emergenza ma anche e soprettutto in futuro. Il tal modo sarà semplice così evitare code e affollamenti negli studi medici. Lo scopo dell’ordinanza ad ogni modo è quello di evitare al massimo le uscite.

L’ordinanza all’articolo 1 indica: “Al momento della generazione della ricetta elettronica da parte del medico prescrittore l’assistito può chiedere al medico il rilascio del promemoria dematerializzato ovvero l’acquisizione del Numero di Ricetta Elettronica”.

Alcune modalità di acquisizione

Tale acquisizione può avvenire attraverso diverse modalità, eccone alcune:

  • trasmissione del promemoria in allegato a messaggio di posta elettronica, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore la casella di posta elettronica certificata (PEC) o quella di posta elettronica ordinaria (PEO);
  • comunicazione del Numero di Ricetta Elettronica con SMS o con applicazione per telefonia mobile che consente lo scambio di messaggi e immagini, laddove l’assistito indichi al medico prescrittore il numero di telefono mobile;
  • comunicazione telefonica da parte del medico prescrittore del Numero di Ricetta Elettronica laddove l’assistito indichi al medesimo medico il numero telefonico.

L’ordinanza prevede ovviamente altre modalità tra cui l’SMS anche su app di messaggistica.

Crediamo fortemente che informare i cittadini in merito alla presenza questi strumenti sia un modo perché essi siano consapevoli dei loro diritti. Un modo tale da incitare alla segnalazione alle autorità competenti, prontamente, laddove i diritti vengano negati ma non temete i medici di base sono tutti edotti su come operare per fornire la ricetta elettronica.

Per approfondimento lasciamo il link della Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n.74 del 21-03-2020) dove reperire l’ordinanza cui tutti i medici devono rifarsi: non possono rifiutarsi.

Lasciamo anche il link Ecco il link della sola ordinanza

Continue Reading
Advertisement

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News

Avellino, ruba un’auto ma viene subito rintracciato e bloccato

Published

on

Foto Archivio

Il 28enne è stato denunciato per furto aggravato

I Carabinieri della Compagnia di Avellino hanno denunciato un 28enne ritenuto responsabile di furto aggravato.

La pattuglia della Sezione Radiomobile era impegnata in un servizio predisposto principalmente per verificare l’attuazione del decreto del Governo in materia del contenimento della diffusione del Coronavirus quando la Centrale Operativa del Comando Provinciale dei Carabinieri di Avellino segnala il furto di un’auto parcheggiata in una stazione di servizio del capoluogo irpino.

Le immediate ricerche hanno consentito di rintracciare e bloccare il veicolo nei pressi Manocalzati. Alla guida dell’auto un 28enne originario del Marocco e residente a Lioni.

Il giovane straniero non ha apposto resistenza al controllo: condotto in Caserma, dopo gli accertamenti di rito a suo carico è scattato il deferimento in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino.

Inoltre, attesa l’illiceità della condotta posta in essere e l’ingiustificata presenza in quel Comune, lo stesso è stato proposto per l’emissione della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio.

L’autovettura è stata restituita al legittimo proprietario.

Nota Stampa Carabinieri

Continue Reading

News

Coronavirus, Melito piange la sua prima vittima

Published

on

Municipio Melito con comunicazione sindaco Amente
Municipio Melito con comunicazione sindaco Amente

Ad Annunciare la scomparsa del cittadino di Melito il Sindaco Amente attraverso un post sulla sua pagina Facebook.

Il cittadino di Melito di 65 anni è deceduto presso l’ospedale di Frattamaggiore mentre la famiglia si recava a Giugliano per effettuare i tamponi.

La procedura dell’ASL infatti, come ha spiegato anche il sindaco Amente, prevede per le persone in quarantena due tamponi ogni 12 ore.

 «È una notizia che mai avrei voluto darvi. Purtroppo il nostro concittadino, a cui meno di 24 ore fa era stato riscontrato il Coronavirus, è deceduto».

Così ha esordito il Primo cittadino di Melito nel suo post di cordoglio su facebook ed ha proseguito: «A nulla sono valsi i tentativi di rianimarlo e la corsa disperata all’ospedale di Frattamaggiore, i medici questa mattina non hanno potuto fare altro che constatare la morte del nostro 65enne».

Ricordiamo che anche su questo tragico decesso vi saranno ulteriori esami per stabilire l’effettiva causa del decesso.

Continue Reading

News

Napoli, Ponticelli: 43enne finito in manette per furto ed evasione

Published

on

Foto Archivio

Il 43enne dovrà scontare 1 anno e 10 mesi di reclusione per furto ed evasione

I carabinieri della stazione di Napoli Ponticelli hanno arrestato R.D.G. – 43enne di Barra già noto alle forze dell’ordine – in esecuzione di un provvedimento emesso dal Tribunale di Napoli.

Dovrà scontare 1 anno e 10 mesi di reclusione per reati di evasione e furto commessi rispettivamente nel 2010 e nel 2015.

L’arrestato – tradotto al carcere di Poggioreale – dovrà pagare anche una multa di 14900 euro.

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy