Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Atti persegutori a Castel Baronia, divieto di avvicinamento per 60enne

Pubblicato

il

L’uomo, un 60enne di Castel Baronia, nel tentativo di riappacificarsi con la sua ex ha preso a perseguitarla

I Carabinieri di Castel Baronia hanno eseguito una ordinanza del di divieto di avvicinamento a persona offesa e ai luoghi frequentati dalla stessa. L’ordinanza è scattata allpesito di una indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Benevento. Ad emettere il provvedimento restrittivo il Giudice per le Indagini Preliminare del locale Tribunale.

Destinatario della misura un sessantenn e di Castel Baronia. L’uomo- secondo quanto riporta una nota della Procura di Benevento, sarebbe raggiunto da gravi indizi di colpevolezza per atti persecutori.

Pubblicità

Le indagini condotte sul 60enne – partite nel mese di maggio 2021 e concluse nel mese di dicembre 2021, hanno consentito di acquisire gravi indizi a carico dell’indagato. L’uomo – come riporta la nota della procura – avrebbe perseguitato la ex moglie di quarantacinque anni. Il tentativo dell’indagato era di riappacificarsi. Nella pratica, però, lo avrebbe fatto con “condotte reiterate, consistite in pedinamenti, appostamenti, frequenti telefonate e invii di messaggi, offese e atteggiamenti intimidatori”.

Avrebbe inoltre molestato “la donna cagionando in lei un perdurante stato d’ansia e di paura ed ingenerando nella stessa un fondato timore per l’incolumità propria tale da farle modificare la gestione del quotidiano”.

L’uomo – secondo quanto riporta la Procura – avrebbe concretizzato la sua attività persecutoria attraverso “appostamenti presso l’abitazione della persona offesa in diverse ore del giorno e della notte, pedinamenti, nonché ingiurie offensive della donna e del figlio di lei“.

Pubblicità

Il provvedimento eseguito nei confronti dell 60enne è una misura cautelare disposta in sede di indagini preliminari. Contro il provvedimento sono ammessi ammessi mezzi di impugnazione. Il destinatario è una persona sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva. A diffondere la notizia la Procura della Repubblica di Benevento

Pubblicità