Quantcast
Connettiti con noi

News

Mattarella in visita all’Onu: ” La pace e lo sviluppo vanno di pari passo”

Pubblicato

il

Mattarella
foto da redazione

Mattarella in visita all’Onu, New York, porta un messaggio di pace e di rispetto verso tutte le culture e le religioni.

Nell’arena internazionale, dove le tensioni politiche e i conflitti spesso dominano i titoli, il presidente della Repubblica italiana, Sergio Mattarella, ha portato avanti un messaggio incisivo e cruciale all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. Nel suo discorso durante la Conferenza di alto livello su Pace, Giustizia e Inclusione Sociale per lo Sviluppo Sostenibile, Mattarella ha enfatizzato un concetto fondamentale: non può esserci pace senza sviluppo, e viceversa.

Agenda 2030

Pace e Sviluppo hanno destini incrociati. Non può esservi l’uno, senza l’altra.  Viviamo in un’epoca con il maggior numero di conflitti dalla fine della seconda guerra mondiale che divorano enormi risorse nella corsa agli armamenti, sottraendole allo sviluppo. L’appello alla costruzione delle condizioni necessarie per la pace e per porre fine ai conflitti non potrebbe essere più necessario e urgente” Queste le parole del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella dedicate all’ obiettivo 16 dell’ Agenda 2030 delle Nazioni Unite.

“l’Obiettivo 16, oggetto della riflessione di questa giornata, costituisce un passaggio ineliminabile. Come potremmo parlare, infatti, di pace come sviluppo se non sostenendo i diritti delle persone e dei popoli? Come potremmo, se non affermando la pratica, nei conflitti, dei principi delle Convenzioni di Ginevra in materia di diritto umanitario, oggi apertamente violati?”

L’unica via è quindi porre in campo norme e iniziative contro la violenza sui bambini e sulle donne, sullo sfruttamento da parte della criminalità organizzata, sulla marginalizzazione dei disabili”. Obiettivo culminante e fondamentale sottolineato nell’ Obiettivo 16

G7

L’Italia, quindi con altri partner internazionali è continuamente impegnata nella ricerca di una soluzione pacifica e duratura contro il conflitto del Medio Oriente. La Pace per essere efficace e duratura è fondata su principi alti. L’Italia ha quindi il dovere di far parte alla comunità del G7 per porre fine ai massacri per condurre a una pace stabile” . Mattarella quindi afferma la presa di parte immediata dell’ Italia nel G7 per porre fine ai continui conflitti

Cambiamento climatico

Tutti gli stati devono impegnarsi e devono essere consapevoli delle sfide che apporta il cambiamento climatico e l’insicurezza alimentare, ove apportano livelli di difficoltà diversi. L’Italia si muove in avanti sullo sviluppo e ne è prova la conferenza tenutasi al Palazzo di Vetro dove si è parlato di uno sviluppo sostenibile” . L’Italia quindi si impegna continuamente a rispettare l’agenda 2030 e lo sviluppo sostenibile

L’Italia quindi come tutti gli stati devono riuscire a rispettare fortemente gli obiettivi dell’ Agenda 2030. Nonostante i forti ostacoli e i conflitti ancora presenti tra i diversi stati, conflitti ad oggi inaccettabili. Le condizioni di molti paesi sono ad oggi sbilanciate e la povertà è in aumento. Non si può solo sperare in un futuro di pace e di sviluppo ma bisogna attuare da oggi per un futuro migliore!

Trending