Quantcast
Connettiti con noi

Esteri

Rafah: Esercito israeliano chiede ai civili di spostarsi dalla zona Est

Pubblicato

il

Rafah
VASCHE, CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

Fallita l’ennesima proposta di tregua, l’esercito israeliano lancia volantini nella parte Est di Rafah che invitano la popolazione civile a spostarsi.

L’Esercito israeliano lancia volantini scritti in arabo per invitare la popolazione nella zona Est di Rafah a spostarsi. I volantini saranno affiancati anche da SMS e annunci sui media.

L’invito a spostarsi dal parte dell’IDF sarebbe rivolto ai cittadini che abitano nei quartieri orientali: quelli al confine con Israele. A renderlo noto lo stesso Esercito Israeliano.

I civili dovranno raggiungere una zona umanitaria ampliata nelle aree di  nelle aree di al-Mawasi e Khan Younis.

La motivazione è evidente: la previsione di un futuro attacco militare alla città più a Sud della Striscia di Gaza.

Il Ministro della Difesa di Israela, Yoav Gallant al suo omologo Usa, Lloyd Austin ha detto che Hamas non ha lasciato “altra scelta che cominciare l’azione militare”. A riferirlo i media Israeliani, citando l’ufficio del Ministero. “Israele sta facendo di tutto per arrivare ad una bozza per il rilascio degli ostaggi e un cessate il fuoco temporaneo” ha aggiunto Gallant e, addossando tutte le responsabilità ad Hamas, ha continuato: “in questa fase Hamas rifiuta qualsiasi proposta che lo consenta”.

Nel frattempo l’Esercito descrive come “temporanea” e di “portata limitata” l’operazione di spostamento dei civili in una zona sicura. L’IDF inoltre stima in oltre centomila le persone dovranno essere evacuate.

Non bisogna però dimenticare che nella città di Rafah ci sono oltre 1,2 milioni di sfollati rifugiati nella città, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending