Quantcast
Connettiti con noi

News

Ricorsi Puc e Bando cimitero a Qualiano: De Leonardis resiste in giudizio

Pubblicato

il

Ricorsi Puc e Bando cimitero

Ricorsi Puc e Bando Cimitero. In due diverse delibere la Giunta De Leonardis autorizza il Sindaco a resistere in giudizio

Ricorsi Puc e Bando cimitero. Sono due i ricorsi ai quali la Giunta del Comune di Qualiano ha autorizzato il sindaco De Leonardis a resistere in Giudizio. Uno riguarda il bando di affidamento dei suoli e dei loculi al Cimitero di Qualiano, l’altro l’annullamento della delibera del Puc

Primo ricorso davanti a Consiglio di Stato

Attraverso la delibera di Giunta numero 31 del 29 febbraio 2024, il governo della città di Qualiano ha autorizzato il primo cittadino a difendersi davanti al Consiglio di Stato contro la richiesta di “annullamento della delibera della giunta comunale del Comune Di Qualiano n. 161 del 21-12-2023 previa sospensione della medesima, nonché per l’ottemperanza al giudicato della Sentenza del Consiglio di Stato n. 7893 del 2023”. Grazie all’autorizzazione, il sindaco avrà la facoltà di nominare un legale che affronti il procedimento.

Cosa dispone la delibera di giunta 161 del 21 dicembre 2023? Si tratta della delibera con cui si consentiva di iniziare gli affidamenti dei loculi e dei terreni al cimitero in forza della graduatoria considerata nulla dal Consiglio di Stato. In un articolo di due mesi fa si rendeva conto ai cittadini di Qualiano del fatto e si ponevano domande sull’ottemperanza del disposto del Consiglio di Stato.

È evidente che – visto la presenza di un nuovo ricorso da parte dei ricorrenti – che la Giunta del comune di Qualiano non abbia ottemperato al disposto o che abbia seguito una diversa interpretazione del dettato della sentenza. Per dovere di cronaca è necessario ricordare che questa triste vicenda dura da circa sei anni, tutto per la decisione di non rifare il bando.

Secondo ricorso davanti al Capo dello Stato

Attraverso la delibera di Giunta numero 32 del 29 febbraio 2024, invece, l’Assemblea degli Assessori di Qualiano ha autorizzato il sindaco De Leonardis a resistere in giudizio davanti al Capo dello Stato contro la pioggia di richieste di “annullamento della Delibera di Consiglio Comunale n. 41 del 10/10/2023 pubblicata sul BURC n. 77 del 30/10/2023 recante l’approvazione del Piano Urbanistico Comunale di Qualiano (NA), nonché di tutti gli atti presupposti, preordinati, connessi o consequenziali”.

In sostanza si tratta dei ricorsi per l’annullamento della delibera di approvazione del PUC di cui si raccontava in un articolo del 15 gennaio 2024 e in cui si rendeva conto di quelli avanzati innanzi al Tar. In questo caso si tratta di ulteriori ricorsi avanzati innanzi al Presidente della Repubblica, che prevedono tempi presentazione più ampi.

Anche in questo caso ci furono numerosissime polemiche in merito alle criticità relative alle distanze dal Cimitero, in precedenza variate da 150 a 50 metri.

In base a queste variazioni, adottate anni addietro dal Consiglio Comunale di Qualiano con una certa faciloneria, con l’approvazione del Puc e della distanza di 150 metri dal Cimitero, si sarebbero verificate criticità con le concessioni a costruire. Ma non sono le sole vi sono anche quelle che riguardano la distanza minima dall’Alveo dei Camaldoli.

In un articolo del 22 ottobre 2023, attraverso una inchiesta, raccontavamo ai cittadini di potenziali problemi proprio per la distanza dal camposanto. Su tale fattispecie si proponevano alcune sentenze che avevano condannato i cittadini proprio sulle distanze.

Allo stato attuale bisognerà attendere l’esito delle decisioni, sperando che tutto possa appianarsi nel rispetto della legge e dei cittadini. Renderemo conto come sempre degli sviluppi. Le due delibere di giunta che autorizzano il sindaco a resistere in giudizio e nominare i legali per affrontare i procedimenti sono reperibili all’Albo pretorio di Qualiano

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending