Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

“La dolcezza dell’eclissi”, le intense poesie di Matteo Pugliares

Pubblicato

il

la dolcezza dell'eclissi

In “La dolcezza dell’eclissi” Matteo Pugliares cerca un modo per far aprire gli occhi e il cuore del lettore per farlo riflettere sulla realtà

Casa Editrice: Edizioni GFE
Genere: Raccolta poetica
Pagine: 78
Prezzo: 10,00 €

Il frate francescano cappuccino Matteo Pugliares presenta la sua nuova raccolta di poesie dal titolo “La dolcezza dell’eclissi”

«Rifiutato dal mio popolo mi ritirai sul monte più alto dove nessun uomo aveva mai messo piede. Mi avevano umiliato, fatto provare la fame togliendomi il pane di bocca ma non sapevano che riuscivo a nutrirmi d’altro. Sul monte incontrai una pantera con artigli lunghi e affilati. Incontrai orsi e draghi ma con tutti riuscii a combattere, sconfiggendoli, prima che il sole si decidesse ad uscire ancora. Incontrai Dio, mi cibai di lui… Oggi, ritornerò dal mio popolo…».

La sua fede e la spiritualità sono solo una delle tematiche trattate in queste liriche, dove si parla anche d’amore in tutte le sue sfumature, del legame che dovrebbe unire tutti gli abitanti di questo pianeta, che invece di considerarsi fratelli e sorelle si confrontano come se fossero nemici, e soprattutto si racconta della “dolcezza dell’eclissi”: quei lati in ombra della vita e dell’anima, che non dovrebbero essere visti come qualcosa di negativo ma come un completamento.

Ecco che quindi l’autore ci invita a non amare solo i nostri e gli altrui pregi ma anche i difetti, le debolezze e le fragilità. Per farlo, però, c’è bisogno del sentimento universale dell’amore, che spinge ad essere migliori, e che aiuta a vedere l’essenza delle persone oltre le maschere che per paura o per dolore si costringono ad indossare.

È il sogno di Pugliares quello di scorgere più amore nel mondo e lui, tramite la sua vocazione che lo porta ad aiutare tante persone ogni giorno, e attraverso il suo impegno nella cultura, cerca di favorire questo movimento verso una comprensione maggiore delle sofferenze altrui, e verso l’accettazione delle diversità.

«Ed ecco allora che un sogno diventa reale, anche rifugio se vogliamo, per permettere al cuore di volare sopra nubi roventi».

Le poesie contenute in questa raccolta sono piene di speranza ma non manca l’amarezza: l’autore è immerso in questa società, si documenta e vive intensamente il suo tempo; sa quindi che il sogno potrebbe non realizzarsi e che l’essere umano è sempre più arido.

«Colsi tra i fiori tre petali delicati sporcati dal catrame di un mondo corrotto. Ma la virtù era con loro, nonostante la loro inadeguatezza ad un mondo duro e cinico».

Queste liriche sono quindi un modo per far aprire gli occhi e il cuore al lettore, e per farlo riflettere sulla realtà che lo circonda.

Link di vendita

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Trending