Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

Panini al prosciutto. Storia di un’assassina: un noire accattivante

Pubblicato

il

Panini al prosciutto. Storia di una assassina

“Panini al prosciutto. Storia di una assassina” è un noir che cala il lettore nelle cause che hanno prodotto una assassina

Casa Editrice: Porto Seguro Editore
Collana: Black Magic
Genere: Romanzo noir
Pagine: 185
Prezzo: 15,00 €

“Panini al prosciutto. Storia di un’assassina” di Christian Cantelli Podestà è un romanzo noir caratterizzato da uno stile accattivante. Rapisce il lettore e non lo lascia più andare.

L’autore racconta una storia avvincente e drammatica, con protagonista una donna che subisce una vera e propria metamorfosi in negativo a causa del dolore che la vita le infligge.

L’opera, infatti, diventa quindi un’occasione per riflettere sull’origine del male. Ci spinge inoltre a riflettere su quelle figure considerate malvagie per natura. Molto spesso però è esistito un tempo in cui non lo erano, ma lo sono divenute a causa di eventi traumatici.

Non che si debba trovare una giustificazione al male, per carità, ma è opportuno anche pensare alle contingenze avverse, ai tiri mancini del destino, e alla fragilità dell’essere umano.

Caterina è una donna di mezza età che nel tempo ha visto svanire tutti i suoi sogni. Il lettore la incontra mentre passeggia tra la folla riunita sul molo turistico di Santa Monica, a Los Angeles.

«Era arrivata moltissimi anni prima, proprio su quel molo, da un paese lontano lontano, al di là di un altro mare, oltre il continente e ancora un altro continente, quasi per caso, in visita a dei parenti che da quelle parti avevano trovato fortuna, ma il destino l’aveva fatta rimanere, come nelle più belle storie, come nelle favole, era rimasta lì per amore; poi la vita era passata, l’aveva assorbita e, infine, consumata».

Caterina ha un chiosco di panini su quel molo. Un tempo lo gestiva col marito ma poco dopo il loro matrimonio e la nascita della loro bambina egli si è ammalato gravemente di una rara forma di patologia neuro-degenerativa. Da quel momento su di lei caricate tutte le responsabilità, perdendo luce e vitalità.

Quando una nuova tragedia si abbatte su di lei, per Caterina inizia una vertiginosa caduta nella follia e nella disperazione. Da un baratro tanto oscuro o non se ne esce più o si risale totalmente cambiati, come accade alla protagonista.

Christian Cantelli Podestà racconta una storia brutale, in cui Caterina trasforma la sua sofferenza e la sua rabbia in vendetta e in odio.

«Dentro quella donna il seme del male cresceva ogni giorno, senza che dall’esterno se ne potesse intuire la grandezza».

La sua scelta scioccherà il lettore. Caterina darà inizio a una spirale di violenza, insensata a uno sguardo esterno ma non ai suoi occhi, che vedono nel male una necessità per raggiungere un più alto e nobile scopo.

Link di vendita

Se ti va lascia un like alla nostra pagina facebook

Trending