Quantcast
Connettiti con noi

News

Qualiano Stadio Santo Stefano, ottenuta agibilità tribune

Pubblicato

il

Qualiano Stadio Santo Stefano
Tribune Santo Stefano Qualiano - foto Archivio

Dopo 35 anni e circa un mese, consegnato lo stadio alla Città di Qualiano finalmente finito con tutti i crismi di agibilità anche per le tribune.

Ottenuta l’agibilità delle tribune dello Stadio Santo Stefano di Qualiano. A darne comunicazione la Pagina Facebook del Sindaco De Leonardis, ormai sempre più araldo della Città di Qualiano.

Il Santo Stefano quindi potrà ospitare finalmente gli spettatori. La decisione – come riporta la comunicazione del Sindaco – è arrivata ieri al termine della verifica ispettiva della Commissione di Vigilanza Provinciale.

Pubblicità

A presiederla lo stesso De Leonardis e l’Assessore Cerqua. Presenti, inoltre, i dirigenti dei Vigili del Fuoco, quelli dell’ASL Na2 Nord e l’ingegnere strutturista e i tecnici comunali.

Prevista per domani alle 10:00 il taglio del nastro della tribuna che ospiterà gli spettatori. La cerimonia in occasione di una partita valida per il campionato di terza categoria tra Rangers Qualiano e ADS Sanità United.

Soddistatto l’Assessore allo Sport Cerqua che ha così commentato: “Dopo 35 anni dalla posa della prima pietra, fino ad oggi, si conclude il viaggio verso la normalità dello stadio comunale Santo Stefano di Qualiano, anche per l’ingresso degli spettatori, unico tassello mancante ai sensi del TULPS 80, per chiudere la pratica”.

Pubblicità
Foto della posa della Prima pietra del Santo Stefano di Qualiano – Pagina facebook sindaco De Leonardis

Forse i toni sensazionalistici che si leggono nella comunicazione del primo cittadino potrebbero risultare fuori luogo.

Ricordiamo ai qualianesi che la posa della prima pietra è del 15 novembre 1986, l’agibilità delle tribune è avvenuta il 6 dicembre 2021. Sono trascorsi 35 anni e un mese circa.

Quella di ieri potrebbe rappresentare a tutti gli effetti la data della consegna alla città e ai cittadini dell’opera finita.

Probabilmente hanno fatto prima gli antichi egizi a costruire la piramide di Cheope con 12800 uomini e 8400 giorni di lavoro (pari a 23 anni il tempo durato del regno di quel faraone).

Pubblicità

Forse gli egiziani nel 2.530 avanti cristo avevano più operai e sicuramente meno burocrazia. Mentre gli antichi romani solo 5 anni per il Colosseo. Ma tutto è bene ciò che finisce bene.

Sarebbe bello nei confronti dei cittadini se l’Amministrazione pubblicasse anche in questi 35 anni – tra raid vandalici, operazioni di recupero e ripristino – quanto sia costato il Santo Stefano.

Cari qualianesi tenetevi stretto il “Santo Stefano”, difendetelo da ogni tipo di aggressione anche politica. Quello stadio è veramente costato tanto, molti nella foto del 1986 non hanno potuto vederlo finito.

Pubblicità

Pubblicità