Connect with us

News

Colpo al clan Di Martino: arrestato elemento di vertice

Published

on

L’uomo era latitante dal 2013. Durante questa operazione si è dato alla fuga in un area boschiva ma è stato catturato due ore dopo

La notte scorsa, la Squadra Mobile, unitamente al personale del Commissariato di P.S. Castellammare di Stabia, al termine delle indagini delegate dalla Procura della Repubblica di Napoli- D.D.A., con l’ausilio del personale del Nucleo Operativo Centrale di Sicurezza (N.O.C.S.) e del Gruppo Esplorazione Aeromarittima della Guardia di Finanza, ha proceduto alla cattura del latitante Di Martino Antonio , già gravato da precedenti penali, destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nel 2018 dal G.I.P. di Napoli, in quanto ritenuto gravemente indiziato del reato di estorsione aggravata dal metodo mafioso.

DI MARTINO, come evidenziato nel suddetto provvedimento restrittivo, è ritenuto ai vertici dell’omonima organizzazione criminale operante principalmente nel territorio a ridosso dei Monti Lattari e, in particolare, nei comuni di Gragnano, Pimonte e Castellammare di Stabia (NA).

Il ricercato già in passato è sfuggito ai tentativi di cattura da parte delle forze dell’ordine: nel 2013 si diede alla fuga dopo aver violentemente aggredito una pattuglia dei Carabinieri che lo aveva fermato per un controllo; nel 2015, intercettato da una pattuglia della Polizia stradale, riuscì a fuggire dopo essersi lanciato nel vuoto da un cavalcavia dell’autostrada A16; nel 2018 si è sottratto all’esecuzione dell’ordinanza di custodia cautelare per cui è latitante, gettandosi nell’area boschiva adiacente.

Le lunghe indagini della Squadra Mobile hanno evidenziato che saltuariamente l’uomo ritornava presso le abitazioni riconducibili al suo nucleo familiare site nel comune di Gragnano, in provincia di Napoli. Proprio in quei luoghi, ove l’intervento è reso particolarmente difficoltoso dalla fitta boscaglia, dalla presenza di cancelli agli ingressi, di cani di grossa taglia e di sistemi di videosorveglianza, questa notte è stato tratto in arresto dagli investigatori.

All’atto dell’intervento, l’indagato si è dato nuovamente alla fuga, nascondendosi all’interno dell’area boschiva adiacente all’abitazione, ove è stato rintracciato dopo circa due ore, grazie alla perlustrazione effettuata dagli Uffici investigativi e dal Nucleo Operativo Centrale di Sicurezza, supportati anche dall’utilizzo dei droni.

Nello specifico, personale appartenente alla Polizia di Stato è stato imbarcato sul velivolo ATR del Gruppo Esplorazione Aeromarittima della Guardia di Finanza da dove, grazie alla sofisticata strumentazione tecnologica di bordo, è stato possibile contribuire al coordinamento dell’attività effettuata dalla Squadra Mobile di Napoli.

Nota stampa Questura di Napoli

News

Commettono una truffa millantando parentele in Questura a Napoli, denunciati

Published

on

Questura di Napoli

Uno dei truffatori per guadagnare la fiducia della vittima aveva detto di essere fratello di un poliziotto in servizio presso la Questura di Napoli

Venerdì pomeriggio un uomo, interessato all’acquisto di un orologio di pregio, è entrato in contatto online con un potenziale venditore, il quale gli ha dato appuntamento in via Medina, nei pressi della Questura.

Qui si sono presentati due soggetti uno dei quali, per guadagnare la sua fiducia, ha affermato di essere fratello un poliziotto in servizio in Questura e che, dopo aver incassato la somma pattuita di 16.500 euro, si è avvicinato all’ingresso della Questura fingendo di chiedere un’informazione; quindi si è allontanato con il complice che lo attendeva a bordo di uno scooter. La vittima, poco dopo, si è accorta di aver acquistato un falso e ha denunciato l’accaduto.

Sabato notte, i Falchi della Squadra Mobile, grazie alle descrizioni fornite dalla vittima e alle immagini del sistema di videosorveglianza perimetrale della Questura, hanno rintracciato i truffatori, S.C ed M.N., napoletani di 41 e 29 anni con precedenti di polizia, e li hanno denunciati per truffa aggravata.

Inoltre, presso l’abitazione di uno dei due uomini, sono stati sequestrati 4600 euro provento della truffa.

Nota stampa Questura di Napoli

Continue Reading

News

Bacoli: solo 700 metri di strade da asfaltare

Published

on

Strade di Bacoli - Foto: Associazione il Pappice

Dei 3 milioni annunciati non c’è traccia salvo 43.300 euro con i quali si asfalteranno meno di 700 metri

Siamo entusiasti che domani si asfalteranno le nostre strade da terzo mondo: ci dicessero però quali e con quali soldi.

Dei 3 milioni per le strade – promessi a novembre 2019 – non c’è traccia salvo una determina del 31 dicembre 2020 con la quale il capo dell’area V stanzia 43.300 euro ad una ditta sua compaesana.

La ditta ha offerto “l’importo di euro 12,35 a mq per la scarifica del tappetino per 5 cm e posa in opera di tappetino bituminoso di 5 cm” per cui data la larghezza delle principali arterie – 5-6 metri – ne saranno asfaltate non più di 700 metri.

Pochini 700 metri ? “Una strada alla volta” come scrive il Sindaco.

Per saperne di più :

– https://www.facebook.com/ilpappice/posts/209405190841708

Nota stampa Associazione “il Pappice”

Continue Reading

News

Aggredisce la Polizia a Napoli: arrestato 18enne

Published

on

Foto Polizia Repertorio
Foto: Archivio

Nella stess serata di ieri identificate 40 persone e sanzionate 12 di queste perche non indossavano la mascherina

Ieri sera gli agenti del Commissariato Montecalvario hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nella zona dei quartieri Spagnoli.

Nel corso dell’attività hanno identificato 40 persone di cui 14 sanzionate poiché non indossavano la mascherina. Nel corso della stessa operazione hanno, inoltre, sanzionato una persona poiché trovata in possesso di circa un grammo di marijuana.

Transitando in via Salita Paradiso all’altezza di vico Rosario a Portamedina, i poliziotti hanno notato un uomo che, con atteggiamento circospetto, parlava con un’altra persona. Alla vista loro vista, l’uomo ha iniziato a inveire contro gli operatori di Polizia.

I poliziotti sono andati verso colui che inveiva e quest’ultimo li ha aggrediti fino a quando lo hanno bloccato con non poche difficoltà.

Gli agenti hanno arrestato A. R., un 18enne di Napoli con precedenti di polizia, per resistenza e lesioni a Pubblico Ufficiale. A diffondere la notizia dell’arresto la Questura di Napoli

Continue Reading

News

Controlli a Casoria e Afragola: 5 giorni chiusura per due attività

Published

on

Foto Archivio

I Carabinieri hanno effettuato controlli a Casoria e ad Afragola: identificate 110 persone e sanzionate due attività commerciali

E’ incessante l’impegno dei Carabinieri della Compagnia di Casoria nel controllo del territorio per le strade di Afragola e Casoria.

I militari dell’Arma – su disposizione del comando provinciale di Napoli – stanno garantendo in questi giorni una presenza ancor più costante sul territorio del comune partenopeo.

110 persone identificate e 58 veicoli controllati. 2 titolari di altrettante attività commerciali – un bar ed una cornetteria – sono state sanzionate secondo le normative anti-contagio.

Nonostante il divieto imposto dalle recenti normative, esercitavano il sevizio di asporto dopo le 18:00. I carabinieri hanno chiuso per 5 giorni le attività sanzionate.

Durante le operazioni 2 assuntori di sostanza stupefacente sono stati segnalati alla prefettura e 4 abitazioni sono state perquisite. I servizi continueranno nei prossimi giorni.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri Napoli

Continue Reading

News

Falò per Sant’Antonio Abate: 14 sanzionati a Ercolano

Published

on

Carabinieri

I Carabinieri della Teneza di Ercolano hanno soepreso 14 personse intente a festeggiare Sant’Antonio Abate in un fondo

A ercolano i carabinieri della locale tenenza ieri sera verso le 21 – allertati dal 112 per un incendio – sono intervenuti in via della barcaiola.

Lì c’era un fondo agricolo, i militari dell’arma hanno constatato che 14 persone avevano pensato bene di festeggiare la ricorrenza di Sant’Antonio con tanto di cibi e bevande.

Non avevano fatto i conti con il vento che aveva esteso pericolosamente l’incendio nato per l’accensione del falò “celebrativo” e con i Carabinieri.

Tutti sanzionati per le norme anti-covid.

Nota stampa Comando Provinciale Carabinieri Napoli

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy