Connect with us

News

Qualiano Multiservizi: anche Zequila sul punto di lasciare?

Published

on

palazo del Crof sede della Qualiano Multiservizi e della biblioteca Comunale
palazzo del Crof sede della Qualiano Multiservizi e della biblioteca Comunale

Abbiamo chiesto lumi ma nessuna risposta è ancora giunta, nel frattempo nel silenzio la barca Qualiano Multiservizi SpA affonda sempre più.

“Cinque mesi. In cinque mesi si farebbero tante cose se solo lo si volesse. Tanto è passato da un Consiglio comunale del Comune di Qualiano nel quale si decise, o meglio si fu costretti a decidere, di abbassare il capitale sociale della Qualiano Multiservizi SpA. La decisione avvenne attraverso, come raccontato in sede di consiglio, una serie di ipotesi che prevedevano, tra l’altro, anche la variazione societaria da SpA ad Srl (quindi da Società per Azioni a Societa a Responsabilità Limitata) non approvata in quanto “sembrava brutto”.

Cinque mesi sono tanti e in questo lasso di tempo non vi è stato un attimo per operare l’abbassamento del capitale sociale. Evidentemente, nonostante l’immediata eseguibilità della delibera e quanto imposto dalla legge in caso di perdite ancora nulla è stato fatto, esautorando il Consiglio comunale del suo ruolo decisionale e nel silenzio tombale oltre ad ignorare quanto impone il Codice Civile. Ma forse chi decide non è il Consiglio Comunale e pertanto bisogna aspettare e tacere. Una prassi sempre attuale non parlare dei problemi tanto poi i cittadini dimenticano.

Ma se cinque mesi per i più sono tanti, circa tre anni lo sono ancora di più. Questo, infatti, è il tempo che è trascorso dall’ultimo bilancio consultabile (2016) della Società interamente municipale che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti nella città di Qualiano.

I bilanci del 2017 e 2018 sarebbero stati depositati presso la Camera di Commercio di Napoli ma ancora non pubblicati senza che se ne sappia la ragione o se ne interessi qualcuno. Ma tanto si sa che non succede mai nulla, ne tanto meno coloro che sono deputati al controllo e siedono in Consiglio comunale prendono posizione, tanto sono i soldi dei cittadini mica i loro.

Tra alti e bassi e tante domande sui bilanci nel 2019 si dimette il dr. Palma e dopo pochi mesi anche il dott. Cuciniello la società porta bene, chi la deve amministrare scopre dopo pochi mesi di avere tante cose nuove da fare che ignorava nel momento dell’accettazione dell’incarico. A posto dell’ultimo subentra il Rag. Zequila, ci giurano forte di una importante esperienza nel settore in altre società che continua ad amministrare.

Nessuno lo conosce sul territorio e quel poco che si sa la città lo ha appreso dalle pagine di questo giornale.

Non possiamo soprassedere sul fatto che sia la terza persona che varca il cancello del Palazzo del Crof di Qualiano sede degli uffici della Qualiano Multiservizi SpA che ha sempre più l’aspetto di un barcone che fa acqua ovunque oppure di una porta girevole. Nessuno lo conosce Zequila a parte il Sindaco e forse qualche Componente della Giunta. Ma raccontano che è una persona competente nel suo settore per quanto nelle scelte dovrebbero contare più i documenti che i “si dice”.

C’è un vecchio adagio che recita “il paese è piccolo e la gente mormora” e proprio di un mormorio si tratta fatto di tanti “detto e non detto” e di “qui lo dico e qui lo nego” che raccontano di una sorta di insofferenza dell’Amministratore Zequila a restare alla guida della Qualiano Multiservizi SpA o di quello che ne resta.

Sembrerebbe, infatti, che il nuovo Amministratore unico della municipalizzata del Comune di Qualiano abbia rassegnato le dimissioni o sia sul punto di farlo.

Stando alle indiscrezioni sembrerebbe che l’amministratore unico abbia fatto verificare i bilanci, quelli non pubblicati per intenderci, della municipalizzata dal suo consulente di fiducia (chi non lo avrebbe fatto) e che quest’ultimo abbia manifestato parecchi dubbi. Un’altra ipotesi vorrebbe che ancora oggi i trasferimenti promessi non arrivino per poter operare in maniera tranquilla. Da ricercare in queste due ipotesi le motivazioni delle sue presunte dimissioni. Da ciò, ne sarebbe nata una discussione dalla quale avrebbero chiesto al Rag. Zequila di attendere e restare in carica fino a dopo le elezioni Regionali o fino alla nomina di un nuovo amministratore.

Abbiamo contattato l’Amministratore Zequila chiedendogli se fosse vera la sua intenzione di lasciare la Qualiano Multiservizi SpA, se fosse vero la preoccupazione del suo consulente dopo aver visionato i bilanci della Multiservizi e se fosse vero che gli avrebbero chiesto di restare fino a dopo le elezioni regionali. Al momento della pubblicazione di questo articolo non sono arrivate risposte, nel caso dovessero arrivare ne daremo conto ai lettori.

Accanto ai problemi economici di una azienda di proprietà del comune che avrebbe potuto portare ricchezza alla città di Qualiano, si aggiunge un enorme problema relativo alla sicurezza dei dipendenti. Sono mesi, infatti, che i dipendenti non hanno spogliatoi e docce nonostante il compito che svolgono per la collettività. In epoca di corona virus, di Amuchina, di “lavati le mani” sembra scandaloso che un uomo dopo aver lavorato a stretto contatto con i rifiuti anche speciali e talvolta pericolosi, non possa contare su uno spogliatoio per cambiarsi o una doccia prima di raggiungere la propria abitazione.

Sarebbero anche partite delle relazioni su tale punto ed abbiamo chiesto conto all’Amministratore unico, ma al momento della pubblicazione nemmeno questa domanda ha ricevuto risposta. Ci dispiace per i dipendenti ma niente spogliatoio o doccia ma, forse, li hanno dotati di confezioni giganti di Amuchina per sopperire alla mancanza.

Restiamo sempre disponibili nel caso arrivino risposte.

Advertisement
1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: Qualiano Multiservizi SpA, Luigi Basile quarto amministratore in due anni

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

News

Operazione di Alto impatto al Vomero, controllati 103 veicoli

Published

on

Alto impatto al vomero

Operazione di alto impatto al Vomero, identificate 394 persone, 8 sanzioni per violazioni al Codice della Strada

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un’ operazione di alto impatto nel territorio nel quartiere Vomero.

Nel corso del controllo straordinario, identificate 394 persone, di cui 44 con precedenti di polizia.

Controllati 103 veicoli e contestate 8 violazioni del Codice della Strada per mancanza di revisione periodica, mancata copertura assicurativa, incauto affidamento di veicolo e per violazione della segnaletica stradale.

25 invece le persone controllate sottoposte agli arresti domiciliari. Tre le persone sanzionate per per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale. I poliziotti le hanno trovate in in possesso di hashish e marijuana.

Gli operatori hanno denunciato, infine, un uomo per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Non aveva rispettato l’obbligo di dimore nel Comune di Ischia cui è sottoposto.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando un materasso gonfiabile

Continue Reading

News

Controlli straordinari a Porta Capuana

Published

on

Controlli straordinari a Porta Capuana

Controlli straordinari a Porta Capuana, 73 persone indentificate, 57 veicoli verificati e 21 sanzioni elevate. Questo l’esito dell’operazione

Controlli straordinari a Porta Capuana. Nella serata dell’undici agosto, i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale e gli agenti della Polizia Locale, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio di alto impatto sul territorio nella zona di Porta Capuana.

Nel corso dell’attività identificate 73 persone, di cui 26 con precedenti di polizia. Controllati inoltre 57 veicoli, di cui 2 sottoposti a sequestro amministrativo e 2 a fermo amministrativo.

Constestate 21 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, guida senza casco protettivo. Ancora per non aver ottemperato all’alt e circolazione su marciapiedi.

Infine, gli operatori hanno denunciato una persona per guida in stato di ebbrezza.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando un materasso gonfiabile

Continue Reading

News

Operazione stazioni sicure in Campania: 1478 persone idendificate

Published

on

Operazione stazioni sicure in campania

Operazione stazioni sicure in Campania, verificati 1115 bagagli, 2 persone denunciate ed elevate 5 contravvenzioni

Due denunciati, 1.478 persone identificate, 1.115 bagagli controllati e 5 contravvenzioni elevate: questi i risultati dell’operazione “Stazioni sicure” in Campania che si è svolta l’undici agosto.

Gli operatori di polizia hanno effettuatocontrolli straordinari a viaggiatori e bagagli nelle principali stazioni campane, a bordo dei treni regionali e a lunga percorrenza.
L’operazione, disposta dal Servizio Polizia Ferroviaria su scala nazionale, in Campania ha impegnato 63 operatori del Compartimento Polfer. Lo scope è potenziare i controlli, anche in vista delle partenze di Ferragosto, e contrastare attività illecite prevenendo ogni forma di illegalità.

Il servizio nello scalo ferroviario di Napoli Centrale ha ricevuto il supporto di una pattuglia dei cinofili della lolocale Questura.

Un importarnte contributo lo hanno assicurato i sistemi di videosorveglianza in uso nelle principali stazioni e a bordo di alcuni convogli.

Tali sistemi hanno permesso un’agile osservazione del flusso di passeggeri, in crescita nel periodo estivo. Hanno, infatti, rapide ed efficaci rimodulazioni dei servizi operativi, a tutela della sicurezza dei trasporti e dell’utenza ferroviaria.

Isciviti al nostro Canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando un materasso gonfiabile

Continue Reading

News

Tentata estorsione ad un ristoratore a Casoria, preso 34enne

Published

on

Tentata estorsione a Casoria

Preso presunto responsabile di una tentata estorsione ad un ristoratore di Casoria. L’indagato avrebbe chiesto il pizzo da corrispondere in tre rate

Tentata estorsione ad un ristoratore a Casoria. Eseguita oggi dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli e del Commissariato di Afragola una ordinanza di custodia cautelare in carcere. A finire in manette per effetto del provvedimento cautelare, Massimo Maione di 34 anni.

Gli inquirenti ritengono l’uomo gravemente indiziato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Ad emettere la misura cautelare il Giudice per le Indagini Prelimari del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Lo scorso mese di luglio, l’indagato avrebbe preteso dal titolare di un ristorante di Casoria il pagamento di una tangente da corrispondere tre volte l’anno.

Le indagini, svolte nell’immediatezza attraverso l’analisi delle immagini del sistema di video sorveglianza, hanno permesso di individuare il presunto autore del reato.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari. Contro di essa sono ammessi mezzi di impugnazione. Il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.

Iscriviti al nostro canale telegram

Continue Reading

News

Tentata Rapina a Napoli, preso 50 enne

Published

on

Tentata rapina a Napoli

Tentata rapina ai danni di una donna a Napoli in piazza Principe Umberto. Aggredita a calci e pugni la vittima nel tentativo di portarle via il cellulare

Tentata Rapina a Napoli ai danni di una donna. È accaduto l’undici agosto sera, quando alcuni passanti hanno avvicinato una pattuglia degli agenti dell’Ufficio transitava in Corso Garibaldi. In quel frangenta hanno segnalato l’aggressione subita da una donna poco distante.

Giunti sul posto i poliziotti hanno individuato una ragazza in forte stato di agitazione. La donna ha spiegato agli agenti di aver subito un tentativo di rapina, poco prima, in piazza Principe Umberto. Un uomo l’avrebbe colpita con calci e pugni tentando di strapparle il celluare dalle mani. La donna ha indicato l’uomo, bloccato dai poliziotti.

Hanno così arrestato un 50enne cittadino del Ghana con precedenti di polizia ed irregolare sul territorio nazionale. Dovrà rispondere di tentata rapina e lesioni personale. Denunciato inoltre per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

News

Controlli a Napoli, 35enne arrestato per furto

Published

on

Foto Archivio

Controlli a Napoli, rapina il cellulare ad una coppia di turisti. 35enne finito in manette con l’accusa di furto

Controlli a Napoli. Ieri pomeriggio i poliziotti del Commissariato Vicaria-Mercato, i motociclisti della Polizia Locale e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio in piazza Garibaldi e nelle zone di Porta Capuana e Forcella.

Nel corso dell’attività gli operatori hanno identificato 51 persone, di cui 17 con precedenti di polizia, controllato 28 veicoli, di cui 4 sottoposti a sequestro amministrativo e 2 a fermo amministrativo, e contestato 13 violazioni del Codice della Strada per guida senza patente, mancata copertura assicurativa e mancata esibizione dei documenti di circolazione; inoltre, gli agenti hanno denunciato un conducente per guida senza patente avendo reiterato la violazione nel biennio. 

Durante l’attività di controllo, alcuni passanti hanno avvicinato gli agenti che transitavano in piazza Garibaldi hanno segnalato un uomo che aveva asportato un cellulare ad una coppia di turisti anch’essi presenti.

I poliziotti sono intervenuti e i due turisti hanno raccontato che, poco prima, mentre si trovavano nei pressi di un negozio di piazza Garibaldi, erano stati avvicinati da un uomo il quale aveva strappato il cellulare dalle mani di uno di essi; in quei frangenti, l’altro lo aveva inseguito ma, dopo averlo fermato recuperando il telefonino, era stato colpito dal malvivente che tentava di svincolarsi.

Gli operatori hanno bloccato l’uomo, identificandolo per un 35enne del Kosovo con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, e lo hanno arrestato per rapina impropria nonché denunciato per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Iscriviti al nostro canale telegram

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2011 - 2022 | Punto! il Web Magazine | Privacy