Connect with us

Cronaca

Percorre la tangenziale contromano per sfuggire alla Stradale

Published

on

L’uomo era stato fermato perché andava in tangenziale senza indossare il casco protettivo

Nel pomeriggio di venerdì 07 febbraio  un giovane, a bordo di un motociclo Honda Sh 300 di colore nero, circolava sulla Tangenziale di Napoli senza fare uso del casco protettivo.

Intercettato da una pattuglia impegnata per un servizio di vigilanza stradale, gli è stato imposto l’alt con il segnale mobile in dotazione alle forze dell’ordine ma il centauro ha proseguito la marcia sino ai caselli di “Agnano”, dove si è fermato ad una pista riservata al pagamento automatico del pedaggio. In tale circostanza, gli è stato indicato di arrestare la marcia dopo i caselli, lungo il margine destro della carreggiata ma l’uomo,  R.E. 25enne pregiudicato residente nel rione Traiano, dopo aver deriso gli agenti, ha simulato di fermarsi per invertire repentinamente la marcia percorrendo contromano la carreggiata, creando il panico nei conducenti che uscivano dalle piste “Telepass” secondo il regolare flusso di circolazione.

A quel punto  il centauro si è immesso in un by pass dirigendosi nuovamente  in Tangenziale in direzione Capodichino per poi uscire ai caselli di Fuorigrotta riuscendo a dileguarsi nonostante la pattuglia lo stesse inseguendo.

A seguito di indagini eseguite dalla Sottosezione Autostradale  della Polizia Stradale di Fuorigrotta, alle dipendenze della Sezione della Polizia Stradale di Napoli, il centauro è stato identificato.

A pochi giorni di distanza dal folle gesto, che aveva visto sette giovani ragazzi percorrere contromano la Tangenziale per sottrarsi a un controllo da parte di una pattuglia della Polizia Stradale, gli investigatori hanno individuato l’autore di questa grave condotta in tempi strettissimi, stroncando quello che potrebbe essere un gesto emulativo e di ribellione sociale.

Pertanto, R.E. è stato  sanzionato per tutte le violazioni al C.d.S. emerse a seguito della condotta tenuta alla guida del motociclo : art. 171/1°-2° C.d.S. (circolazione senza fare uso del casco protettivo); art. 192/1°-6° C.d.S. (non aver ottemperato all’ALT imposto dagli agenti); art. 176/1° a) e 19°-22° C.d.S. (inversione del senso di marcia in autostrada); art. 176/1° a) e 19°-22° C.d.S (circolazione contromano); art. 116/15° bis C.d.S. (circolazione con patente di categoria diversa);  art. 193/2° C.d.S. (circolazione con veicolo privo di copertura assicurativa);  art. 176/1° a) e 19°-22° C.d.S. (attraversamento di spartitraffico in autostrada); l’art. 141/3° e 8° C.d.S. (circolazione a velocità non commisurata) e l’art. 176/2° e 21° C.d.S. (cambio di direzione non segnalato).

Il proprietario del veicolo, invece, è stato sanzionato per la violazione dell’art. 213/8° C.d.S. (per aver consentito la circolazione del veicolo sottoposta a sequestro amministrativo) ed art. 116/14° C.d.S. (per incauto affidamento del veicolo).

Tali violazioni hanno determinato quattro fermi ed un sequestro amministrativo del veicolo, tre  sanzioni accessorie di revoca della patente di guida a carico del centauro, la decurtazione di 20 punti dalla patente di guida  ed un ammontare complessivo delle sanzioni amministrative pari ad euro 10.771.

Nota stampa Questura di Napoli

Continue Reading
Advertisement

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Benevento, compiva furto alla piscina comunale

Published

on

Foto Carabinieri Benevento
Foto Carabinieri

Recuperata tutta la refurtiva che è stata restituita ai legittimi proprietari

Nella notte, a Benevento, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Benevento hanno tratto in arresto in flagranza di reato per il reato di furto aggravato un 69enne di Benevento, già noto per i suoi precedenti specifici.

Intorno alle 3 e 20 della notte scorsa, i militari dell’aliquota Radiomobile di questo capoluogo in servizio di pattuglia per l’attività di contrasto di reati predatori, nel transitare in contrada Capodimonte, nei pressi della Piscina Comunale, notavano una persona sospetta che stava uscendo dalla struttura scavalcando la recinzione perimetrale metallica. L’uomo, notando il sopraggiungere dei carabinieri cercava inutilmente di fuggire per dileguarsi ma è stato bloccato dai militari.

Il malvivente, già conosciuto dai componenti la pattuglia, è stato fermato con due sacchetti che contenevano la refurtiva appena asportata da quella struttura, consistente in:

  • un Monitor da PC da 20”;
  • un personal computer portatile da 14”;
  • prodotti alimentari come bottiglie di succhi di frutta, olio e alcune confezioni di cioccolato ed altri prodotti tipo snack verosimilmente asportati dal distributore automatico presente all’interno della struttura sportiva.

I militari, inoltre, nel corso della perquisizione, nelle tasche del 69enne, hanno rinvenuto anche una certa quantità di monete di vario taglio, pari a 83 euro, presumibilmente asportate poco prima dal citato distributore di merendine e bevande.

E stato constatato che il malvivente, servendosi di un paletto in ferro, dopo aver divelto una grata di una finestra che immette ai locali della piscina, aveva preso la refurtiva di cui sopra forzando e svuotando il suddetto distributore automatico. 

M.F. beneventano di 69 anni, pertanto, è stato dichiarato in arresto con l’accusa di furto aggravato e quindi, su disposizione del Sostituto Procuratore, è stato tradotto presso la locale Casa Circondariale a disposizione della Autorità Giudiziaria, mentre tutta la refurtiva, dopo i dovuti accertamenti, è stata restituita ai legittimi proprietari, al responsabile della struttura sportiva e al titolare del distributore automatico.

Nota Stampa Carabinieri comando prov. di Benevento

Continue Reading

Cronaca

Caivano: 41enne finito in manette per droga

Published

on

Parco Verde
Foto da Google Maps

Nelle disponibilità del 41enne 3,50 grammi di marijuana, 12 semi di cannabis indica, materiale per il confezionamento delle dosi e 1.766€ in contante

Blitz dei carabinieri della tenenza di Caivano nel Parco Verde, nell’ambito di un servizio disposto dal Comando Provinciale di Napoli.
In manette per detenzione di stupefacenti a fini di spaccio M.B., 41enne del posto già noto alle forze dell’ordine.

I militari lo hanno sorpreso in un appartamento al 4° piano dell’isolato A5, protetto da un portone rinforzato in ferro e da ben 5 telecamere di sorveglianza.

Nelle disponibilità di B. 3,50 grammi di marijuana, 12 semi di cannabis indica, materiale per il confezionamento delle dosi e 1766 euro in contante ritenuto provento di spaccio. Il 41enne è stato sottoposto ai domiciliari in attesa di giudizio.

In altro appartamento – in uso ad un’incensurata 32enne  – rinvenuti e sequestrati 4630 euro in contante la cui origine non è stata chiarita e una cassaforte a muro. La donna non ne ha fornito la combinazione e ha confessato di non sapere cosa contenesse.

Segnalato alla Prefettura come assuntore di droga un 45enne del Parco Verde, trovato in possesso di 1,38 grammi di marijuana.

Continue Reading

Cronaca

Sant’Antimo: 41enne finito in manette per spaccio

Published

on

Foto Archivio

I carabinieri hanno rinvenuto 4 dosi di droga nel giubbino e altre 3 all’interno dell’abitazione dell’arrestato

I Carabinieri della tenenza di Sant’Antimo hanno arrestato per detenzione e spaccio di sostanza stupefacenti G.M., 41enne del posto già noto alle forze dell’ordine. I miliari lo hanno sorpreso in via Mercalle mentre cedeva un involucro a un giovane di 25 anni.

I militari son riusciti a bloccare le due persone e recuperato la bustina contenente una dose di cocaina.

Perquisito, M. nascondeva all’interno della tasca del giubbino altre 4 dosi. I carabinieri hanno esteso la perquisizione anche all’interno dell’abitazione del pusher dove sono state trovate altre 3 dosi di hashish.

L’uomo è stato collocato agli arresti domiciliari mentre il “cliente” è stato segnalato alla prefettura.

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2020 - Punto! il Web Magazine | Privacy