Connect with us

News

Nuovo Coronavirus 2019-nCoV: Ecco cosa raccomanda l’OMS

Published

on

rappresentazione del nuovo coronavirus 2019-nCoV

A Roma e nel Sannio i casi più emblematici di panico e preoccupazione per il nuovo Coronavirus 2019-nCoV. Si rischiano fenomeni da caccia agli untori

Era solo questione di tempo prima che il panico e la preoccupazione da nuovo Coronavirus 2019-nCoV iniziassero a mostrare il loro lato peggiore.

Ogni giorno, in tutte le trasmissioni televisive, approfondimenti e quant’altro si invita la cittadinanza a stare calma e non discriminare locali e cittadini di origini cinesi perché tale pratica non ha senso e nel caso certamente non preserverà nessuno eventualmente dall’ammalarsi.

Le precauzioni per difendersi dal nuovo Coronavirus

Tutti i medici e l’Organizzazione Mondiale della Sanita (World Health Organization) sono concordi sul fatto che anche in questo caso bisogna usare le stesse precauzioni igieniche riservate alle normali influenze:

  • lavare le mani più volte al giorno strofinandole bene con soluzioni alcoliche o con acqua e sapone;
  • coprire con il gomito flesso naso e bocca quando si starnutisce o si tossisce;
  • evitare contatti ravvicinati con chi ha tosse e febbre;
  • se si riscontrano febbre, tosse e difficoltà respiratorie ricercare cure mediche;
  • evitare contatti con animali in aree mercatali;
  • evitare il consumo di carne e prodotti animali crudi o poco cotti;
  • gestire con attenzione carne cruda, latte e organi animali per evitare episodi di contaminazione incrociata con cibi crudi;
  • evitare luoghi molto affollati.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità (World Health Organization), inoltre, sul suo sito ufficiale pubblica ogni giorno un rapporto, l’ultimo risale al 31 gennaio 2020. Sono scritti in inglese ma nulla di impossibile da comprendere nel 2020.

Attualmente vi sono ben 11 report sui quali è riportato tutto quanto è necessario sapere sulle evoluzione contagi e novità sul nuovo coronavirus 2019-nCoV.

Non bastano le rassicurazioni

Ma non basta, il panico e la preoccupazione diffondono a colpi di fake news ed allarmismi vari. Il livello di attenzione è altissimo lo ha spiegato sia il Ministro della Salute Speranza e il Presidente del Consiglio dei Ministri Conte.

A Roma spuntano i cartelli con tanto di scuse che spiegano che “non è permesso entrare a chi viene dalla Cina” come riporta anche il Corriere della Sera nell’edizione di Roma. Comprensibile la preoccupazione e la paura ma arrivare ad interdire l’ingresso in un pubblico locale sembra essere tornati alla peste del ‘600 con la caccia agli untori.

Forse il caso accaduto invece in Campania nel Beneventano precisamente a Telese Terme è ancora più emblematico.

Bimba cinese torna dalla vacanze passate in Cina con i genitori e gli alunni per paura del contagio disertano la scuola. La dirigente è stata costretta a scrivere una nota invitando, come riporta Repubblica nell’edizione on line di Napoli, “a superare paure irrazionali e psicosi collettive che rischiano di sfociare in una anacronistica caccia all’untore”. Spiegando che anche l’ASL di Benevento attraverso il presidio di Telese Terme Telese Terme e l’unità operativa complessa di Epidemiologie e Prevenzione di Benevento, un monitoraggio capillare. Tali attività hanno escluso la necessità di qualunque forma di quarantena.

A nulla valgono le rassicurazioni continue che spiegano che l’Italia è una nazione all’avanguardia per tutto quanto concerne la Sanità pubblica e le misure di prevenzioni. A nulla vale nemmeno il sitoweb dedicato al nuovo coronavirus 2019-nCoV e il numero di pubblica utilità dedicato 1500.

La popolazione è preoccupata, ma tutto quello che è possibile fare per scongiurare e rendere la vita difficile al virus è innalzare il nostro livello di igiene e cercare di frequentare il meno possibile luoghi affollati.

Ora sperando di fare una azione da myth busters sul nuovo coronavirus 2019-nCoV, ecco cosa chiarisce l’OMS (WHO)

Gli animali domestici possono diffondere il nuovo coronavirus 2019-nCoV?

Come riporta il sito dell’OMS (WHO) non risultano evidenze che il virus possa essere trasmesso dagli animali d’affezione; in ogni caso lavare bene le mani dopo aver avuto contatto con un animale è sempre una buona pratica.

Il nuovo coronavirus colpisce le persone anziane o anche i più giovani sono sensibili?

Come spiegato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità (WHO), riguarda il contagio delle persone anziane e dei bambini. Secondo quanto riportato il Coronavirus 2019-nCoV può contagiare tutte le persone. Le persone anziane e le persone con condizioni mediche preesistenti come: asma, diabete, e malattie cardiache, sembrano essere più vulnerabili e potrebbero avere serie complicazioni se fossero contagiate. L’OMS (WHO) consiglia alle persone di tutte le età di prendere provvedimenti per proteggersi dal virus, ad esempio seguendo una buona igiene delle mani e respiratoria.

Gli antibiotici sono efficaci nella prevenzione e nel trattamento del nuovo coronavirus?

L’OMS (WHO) spiega che nessun antibiotico ha effetto sui virus, ma solo sui batteri. Il nuovo coronavirus 2019-nCoV è un virus e, pertanto, gli antibiotici non devono essere usati come mezzo di prevenzione o trattamento.

Nel caso una persona contraesse il coronavirus 2019-nCoV e venisse ricoverata in ospedale solo in quel caso verrebbe trattata con antibiotici perché è possibile che subentrino anche infezioni batteriche.

Esistono medicinali specifici per prevenire o curare il nuovo coronavirus?

Ad oggi, spiega l’OMS (WHO) sul suo sito ufficiale, non esiste un medicinale specifico per il nuovo coronavirus 2019-nCoV. Le persone infette dal virus, tuttavia, dovrebbero ricevere cure adeguate per alleviare e trattare i sintomi e le persone con malattie gravi dovrebbero ricevere cure di supporto ottimizzate. Alcuni trattamenti specifici, è riportato sul sito dell’OMS (WHO), sono in fase di studio e saranno testati attraverso studi clinici. L’OMS (WHO) sta contribuendo ad accelerare gli gli sforzi di ricerca e sviluppo con una serie di partner.

Advertisement
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

News

Operazione di Alto impatto al Vomero, controllati 103 veicoli

Published

on

Alto impatto al vomero

Operazione di alto impatto al Vomero, identificate 394 persone, 8 sanzioni per violazioni al Codice della Strada

Nei giorni scorsi gli agenti del Commissariato Vomero, con il supporto degli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un’ operazione di alto impatto nel territorio nel quartiere Vomero.

Nel corso del controllo straordinario, identificate 394 persone, di cui 44 con precedenti di polizia.

Controllati 103 veicoli e contestate 8 violazioni del Codice della Strada per mancanza di revisione periodica, mancata copertura assicurativa, incauto affidamento di veicolo e per violazione della segnaletica stradale.

25 invece le persone controllate sottoposte agli arresti domiciliari. Tre le persone sanzionate per per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale. I poliziotti le hanno trovate in in possesso di hashish e marijuana.

Gli operatori hanno denunciato, infine, un uomo per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità. Non aveva rispettato l’obbligo di dimore nel Comune di Ischia cui è sottoposto.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando un materasso gonfiabile

Continue Reading

News

Controlli straordinari a Porta Capuana

Published

on

Controlli straordinari a Porta Capuana

Controlli straordinari a Porta Capuana, 73 persone indentificate, 57 veicoli verificati e 21 sanzioni elevate. Questo l’esito dell’operazione

Controlli straordinari a Porta Capuana. Nella serata dell’undici agosto, i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale e gli agenti della Polizia Locale, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio di alto impatto sul territorio nella zona di Porta Capuana.

Nel corso dell’attività identificate 73 persone, di cui 26 con precedenti di polizia. Controllati inoltre 57 veicoli, di cui 2 sottoposti a sequestro amministrativo e 2 a fermo amministrativo.

Constestate 21 violazioni del Codice della Strada per mancata copertura assicurativa, guida senza casco protettivo. Ancora per non aver ottemperato all’alt e circolazione su marciapiedi.

Infine, gli operatori hanno denunciato una persona per guida in stato di ebbrezza.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando un materasso gonfiabile

Continue Reading

News

Operazione stazioni sicure in Campania: 1478 persone idendificate

Published

on

Operazione stazioni sicure in campania

Operazione stazioni sicure in Campania, verificati 1115 bagagli, 2 persone denunciate ed elevate 5 contravvenzioni

Due denunciati, 1.478 persone identificate, 1.115 bagagli controllati e 5 contravvenzioni elevate: questi i risultati dell’operazione “Stazioni sicure” in Campania che si è svolta l’undici agosto.

Gli operatori di polizia hanno effettuatocontrolli straordinari a viaggiatori e bagagli nelle principali stazioni campane, a bordo dei treni regionali e a lunga percorrenza.
L’operazione, disposta dal Servizio Polizia Ferroviaria su scala nazionale, in Campania ha impegnato 63 operatori del Compartimento Polfer. Lo scope è potenziare i controlli, anche in vista delle partenze di Ferragosto, e contrastare attività illecite prevenendo ogni forma di illegalità.

Il servizio nello scalo ferroviario di Napoli Centrale ha ricevuto il supporto di una pattuglia dei cinofili della lolocale Questura.

Un importarnte contributo lo hanno assicurato i sistemi di videosorveglianza in uso nelle principali stazioni e a bordo di alcuni convogli.

Tali sistemi hanno permesso un’agile osservazione del flusso di passeggeri, in crescita nel periodo estivo. Hanno, infatti, rapide ed efficaci rimodulazioni dei servizi operativi, a tutela della sicurezza dei trasporti e dell’utenza ferroviaria.

Isciviti al nostro Canale Telegram

Sostieni il Punto! acquistando un materasso gonfiabile

Continue Reading

News

Tentata estorsione ad un ristoratore a Casoria, preso 34enne

Published

on

Tentata estorsione a Casoria

Preso presunto responsabile di una tentata estorsione ad un ristoratore di Casoria. L’indagato avrebbe chiesto il pizzo da corrispondere in tre rate

Tentata estorsione ad un ristoratore a Casoria. Eseguita oggi dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Napoli e del Commissariato di Afragola una ordinanza di custodia cautelare in carcere. A finire in manette per effetto del provvedimento cautelare, Massimo Maione di 34 anni.

Gli inquirenti ritengono l’uomo gravemente indiziato di tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso.

Ad emettere la misura cautelare il Giudice per le Indagini Prelimari del Tribunale di Napoli, su richiesta della locale Direzione Distrettuale Antimafia.

Lo scorso mese di luglio, l’indagato avrebbe preteso dal titolare di un ristorante di Casoria il pagamento di una tangente da corrispondere tre volte l’anno.

Le indagini, svolte nell’immediatezza attraverso l’analisi delle immagini del sistema di video sorveglianza, hanno permesso di individuare il presunto autore del reato.

Il provvedimento eseguito è una misura cautelare, disposta in sede di indagini preliminari. Contro di essa sono ammessi mezzi di impugnazione. Il destinatario della stessa è persona sottoposta alle indagini e quindi presunta innocente fino a sentenza definitiva.

Iscriviti al nostro canale telegram

Continue Reading

News

Tentata Rapina a Napoli, preso 50 enne

Published

on

Tentata rapina a Napoli

Tentata rapina ai danni di una donna a Napoli in piazza Principe Umberto. Aggredita a calci e pugni la vittima nel tentativo di portarle via il cellulare

Tentata Rapina a Napoli ai danni di una donna. È accaduto l’undici agosto sera, quando alcuni passanti hanno avvicinato una pattuglia degli agenti dell’Ufficio transitava in Corso Garibaldi. In quel frangenta hanno segnalato l’aggressione subita da una donna poco distante.

Giunti sul posto i poliziotti hanno individuato una ragazza in forte stato di agitazione. La donna ha spiegato agli agenti di aver subito un tentativo di rapina, poco prima, in piazza Principe Umberto. Un uomo l’avrebbe colpita con calci e pugni tentando di strapparle il celluare dalle mani. La donna ha indicato l’uomo, bloccato dai poliziotti.

Hanno così arrestato un 50enne cittadino del Ghana con precedenti di polizia ed irregolare sul territorio nazionale. Dovrà rispondere di tentata rapina e lesioni personale. Denunciato inoltre per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

News

Controlli a Napoli, 35enne arrestato per furto

Published

on

Foto Archivio

Controlli a Napoli, rapina il cellulare ad una coppia di turisti. 35enne finito in manette con l’accusa di furto

Controlli a Napoli. Ieri pomeriggio i poliziotti del Commissariato Vicaria-Mercato, i motociclisti della Polizia Locale e i Nibbio dell’Ufficio Prevenzione Generale, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio in piazza Garibaldi e nelle zone di Porta Capuana e Forcella.

Nel corso dell’attività gli operatori hanno identificato 51 persone, di cui 17 con precedenti di polizia, controllato 28 veicoli, di cui 4 sottoposti a sequestro amministrativo e 2 a fermo amministrativo, e contestato 13 violazioni del Codice della Strada per guida senza patente, mancata copertura assicurativa e mancata esibizione dei documenti di circolazione; inoltre, gli agenti hanno denunciato un conducente per guida senza patente avendo reiterato la violazione nel biennio. 

Durante l’attività di controllo, alcuni passanti hanno avvicinato gli agenti che transitavano in piazza Garibaldi hanno segnalato un uomo che aveva asportato un cellulare ad una coppia di turisti anch’essi presenti.

I poliziotti sono intervenuti e i due turisti hanno raccontato che, poco prima, mentre si trovavano nei pressi di un negozio di piazza Garibaldi, erano stati avvicinati da un uomo il quale aveva strappato il cellulare dalle mani di uno di essi; in quei frangenti, l’altro lo aveva inseguito ma, dopo averlo fermato recuperando il telefonino, era stato colpito dal malvivente che tentava di svincolarsi.

Gli operatori hanno bloccato l’uomo, identificandolo per un 35enne del Kosovo con precedenti di polizia e irregolare sul territorio nazionale, e lo hanno arrestato per rapina impropria nonché denunciato per ingresso e soggiorno illegale nel territorio dello Stato.

Iscriviti al nostro canale telegram

Continue Reading

Trending

"Punto!" il Web Magazine - Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto (Direttore Editoriale) e Carmine Sgariglia (Direttore Responsabile). Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano. Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011. Copyright © 2011 - 2022 | Punto! il Web Magazine | Privacy