Quantcast
Connettiti con noi

News

Lavoratori dei rifiuti licenziati a Qualiano: Striscione all’Isola ecologica e al Comune

Pubblicato

il

lavoratori dei rifiuti licenziati

Questa notte e questa mattina una protesta pacifica de lavoratori dei rifiuti licenziati: Sfruttati e Sottopagati e alla fine Licenziati

Questa notte protesta pacifica dei lavoratori della raccolta dei rifiuti. I dipendenti della Società Cooperativa “Logistica Asso Trans” che lavorava per la Qualiano Multiservizi SrL, hanno appeso uno striscione con la scritta “Sfruttati e Sottopagati e alla fine Licenziati”. Questa mattina una nuova azione di protesta pacifica al Comune di Qualiano

Eravamo sul posto con i lavoratori ieri sera e questa mattina. Presenti ieri sera anche alcuni attivisti del gruppo del Movimento 5 Stelle di Qualiano. Abbiamo potuto raccogliere il loro punto di vista sulla vicenda. I lavoratori chiedono il pagamento delle mensilità che non hanno ricevuto e di sapere le motivazioni del loro licenziamento. L’ultimo stipendio ricevuto risale a marzo 2024, ottenuto con due mesi di ritardo.

 “Logistica Asso Trans” – secondo il racconto dei dipendenti – avrebbe provveduto a saldare gli emolumenti, ma non sarebbero arrivati i trasferimenti da Qualiano Multiservizi SrL e la società cooperativa non è più riuscita a sostenere la situazione.

I lavoratori però, hanno parlato anche di lavoro fuori mansione. Secondo il racconto dei dipendenti le loro mansioni dovevano essere quelle previste dalla convenzione, ma avrebbero lavorato di notte nella raccolta dei rifiuti svolgendo, di fatto, mansioni di operatori ecologici.

La “Logistica Asso Trans” doveva svolgere servizi accessori alla raccolta dei rifiuti come svuotamento dei cestini, raccolta del sacchetto selvaggio e micro-discariche, in base ad una convezione per la società di proprietà del Comune di Qualiano, che gestisce il ciclo integrato dei rifiuti in base ad una convenzione scaduta circa quattro mesi fa e poi rinnovata di due mesi in due mesi, fino al 31 maggio 2024 ovvero la data del licenziamento.

Lavoratori dei rifiuti licenziati
Striscione dei dipendenti licenziati affisso all’Isola Ecologica di Qualiano

Per una incredibile coincidenza si tratta della stessa data in cui l’Organizzazione sindacale FILCA ha inviato l’attivazione delle “procedura di raffreddamento” all’azienda e, per conoscenza, al protocollo del Comune di Qualiano, alla Qualiano Multiservizi. Quindi tutti sapevano della mancata corresponsione degli stipendi.

I lavoratori, scuri in volto e molto determinati, hanno affisso per protesta sotto sulla parete della sala Consiliare di Qualiano lo stesso striscione di questa notte. Chiedono un incontro con il Sindaco De Leonardis e hanno spiegato che non poteva non sapere quanto stesse accadendo.

Avvertendo qualche problema, proprio alla Qualiano Multiservizi SrL, ieri mattina alle 11:29, la redazione ha inviato una PEC di richiesta informazioni. Non era ancora scoppiato il caso, ma già circolavano a fine maggio voci di stipendi. Abbiamo posto alla Qualiano Multiservizi le seguenti domande:

  1. Per quale motivo ci sono periodicamente problemi con la raccolta dei rifiuti?
  2. È vero che vi sono difficoltà nel pagamento degli emolumenti ai dipendenti?
  3. Sappiamo che la Qualiano Multiservizi ha una convenzione con il consorzio Omega per i servizi di Svuotamento cestini, “sacchetto selvaggio” e “micro-discariche”. Visto che il servizio non è più puntuale, almeno per quanto concerne sacchetto selvaggio e micro-discariche, vi sono forse criticità con il consorzio?

Non abbiamo ottenuto risposta come costume consolidato. Ad ogni modo, da quando sta accadendo, è chiaro che il problema esiste ed ora visibile in tutta la sua pienezza e drammaticità.

Questa mattina il Sindaco De Leonardis attraverso la sua pagina Facebook ha dichiarato: Ho appreso con grande delusione del licenziamento di 9 lavoratori, dipendenti del Consorzio Omega, in servizio alla Multiservizi.

È importante puntualizzare che questi lavoratori non erano dipendenti della Multiservizi, ma assunti dal Consorzio Omega, che fornisce personale alla Multiservizi.

Desidero esprimere la mia più sincera solidarietà a questi lavoratori e alle loro famiglie. Ed, assicuro, che stiamo facendo tutto il possibile per tutelare i loro diritti e per cercare soluzioni concrete a questa difficile situazione.

Sulla strumentalizzazione politica che si sta facendo sulla questione, sorrido con amarezza e per adesso preferisco non alimentare polemiche e dedicare l’attenzione nella ricerca delle possibili risoluzioni.

Ribadisco, però, che Omega è il Consorzio che somministra lavoro alla stessa Multiservizi e i dipendenti licenziati, sono stati, appunto, licenziati dalla Omega ed il comune in nessun modo può prendere decisione per il suddetto Consorzio”.

De Leonardis difende la Qualiano Multiservizi, spiegando che i dipendenti non erano della municipalizzata. Scrive inoltre di fare il possibile per tutelare i loro diritti.

Attualmente alla raccolta dei rifiuti provvederebbero, per conto della Qualiano Multiservizi SrL, altre ditte. Secondo quanto ci hanno spiegato i lavoratori licenziati, vi sarebbero attivi circa cinque “noleggi a caldo” per evitare l’interruzione di servizio, con costi più alti che saranno a carico del comune.

Ciò porta ad un ulteriore interrogativo: vale ancora la pena di tenere in piedi una Società che non ha uomini e mezzi per operare il ciclo integrato dei rifiuti, ma solo impiegati e consulenti come si evince da quel poco che è pubblicato sul sito della Qualiano Multiservizi?

Quanto accaduto è grave perché sembra che nessuno ne sapesse nulla, ma francamente ci appare poco plausibile. Ad ogni modo nei prossimi giorni cercheremo di approfondire la vicenda che potrebbe avere echi anche in altre sedi.

Apprendiamo inoltre che il Consigliere M5S Massimiliano Porcelli, questa mattina ha contattato il sindaco De Leonardis, chiedendo un incontro urgente al quale dovrebbero partecipare anche i lavoratori licenziati. Il Sindaco – dalle informazioni in nostro possesso – sarebbe stato ben disposto all’incontro.

Restiamo come sempre a disposizione di coloro che sono coinvolti per riportare il loro punto di vista.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending