Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Qualiano: continuano a volare gli stracci. Nicola Sgariglia replica a De Leonardis

Pubblicato

il

Nicola sgariglia
Il dottor Nicola Sgariglia

Dopo il video del Sindaco De Leonardis, continuano a volare gli stracci. Giunge la replica del Dottor Sgariglia: “Ancora una volta tirato in ballo, in maniera inappropriata, dal capo dell’Amministrazione.

Qualiano continuano a volare gli stracci. Dopo l’uscita del manifesto delle Opposizioni dentro e fuori il Consiglio comunale, in cui era stato tirato in ballo il dottor Nicola Sgariglia, già amministratore unico della Qualiano Multiservizi SpA, ecco giungere una replica durissima.

Il dottor Sgariglia racconta una storia dettagliata, che risulta diversa da quella di cui parlava il Primo cittadino di Qualiano che, a sua volta, sembra mancante di alcune parti fondamentali.

“Nonostante la mia assenza totale dall’attività amministrativa locale, da circa sei anni, ancora una volta sono stato tirato in ballo, in maniera inappropriata, dal capo di questa amministrazione”. Così ha esordito Nicola Sgariglia, ponendo l’accento sul fatto che il sindaco lo abbia tirato in ballo su una faccenda ormai risolta dato che esiste una nuova società.

“Nel video pubblicato – continua – il sindaco afferma che il precedente amministratore ha in corso tre procedimenti penali, perché non pagava i contributi”.

Poi passa a parlare della nuova municipalizzata la Qualiano Multiservizi SrL, tacciando di incapacità l’amministrazione De Leonardis.

“Innanzitutto ci tengo a precisare che questa amministrazione, nella sua totale incapacità, ha cambiato tanti di quegli amministratori che non ricordo neanche più il numero, eppure è citato sempre e solo il sottoscritto”. Ha sottolineato Sgariglia poi torna indietro con la memoria al 2014.

“Il sindaco – spiega – ha dimenticato che ancor prima che io venissi nominato nel 2014, lui stesso ha partecipato ad attività della Multiservizi per risanarla, ed era palese che bisognava pagare i debiti pregressi per non rischiare pignoramenti dei conti correnti, quei debiti latenti che venivano dalle amministrazioni precedenti e dove stesso lui era sempre stato amministratore“.

Il dottor Sgariglia, facendo letteralmente l’esegesi di quanto detto da De Leonardis, racconta dettagliatamente la vicenda della parcella dal 70mila euro.

“Parla di una parcella di 70mila euro di un noto professionista, incarico da me conferito al dottor Pelella Gennaro, detto Roberto, che rappresenta un’eccellenza nel campo del contenzioso tributario e ha vinto contenziosi ed ottenuto sgravi per la Qualiano Multiservizi per oltre 2,2 milioni”.

“Il contratto – prosegue come un fiume in piena Sgariglia – (di cui conservo copia) prevedeva un sistema proporzionale e in ogni caso non superiore a 50mila euro, a condizione che il pagamento avvenisse entro un termine prestabilito. Ma nessuno si è preoccupato di pagare, scaduto il termine sono state fatte tutte le procedure di recupero ed è stato raggiunto un accordo di 70mila euro, creando un danno erariale di 20k”. Sgariglia quindi mette in evidenza che l’amministrazione pagandola subito avrebbe risparmiato 20mila euro.

Durissimo anche sulla questione dei procedimenti penali: “Per i reati penali a mio carico il sindaco ha poca memoria. Visto che si pagavano i debiti vecchi per andare avanti ed evitare procedure penali, quando è venuto il mio turno si è impegnato due volte a pagare prima del dibattimento le somme, in modo da evitare le procedure. Ebbene per due volte non ha provveduto al pagamento dei debiti della Società (di cui lui rappresenta il socio Unico) e la terza ha pagato in ritardo facendomi così ricadere in procedimenti che potevano essere evitati.
Il comune non aveva soldi? Era un atto personale contro il sottoscritto? Eppure non ho mai nascosto una stima nei sui confronti che poi è risultata a senso unico”
.

“Non voglio parlare di altre argomentazioni (progetto di scissione e relativo incarico professionale, nuova società, noleggi, composizione del cda con aggravio di spese, bando di gara della Qualiano Multiservizi SrL per la raccolta che è molto discutibile) perché ho fatto la scelta di dedicarmi esclusivamente alla mia attività professionale. Su quanto accaduto mi riservo di valutare altre sedi per tutelare la mia persona”. Cosi ha concluso il dottor Nicola Sgariglia.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending