Quantcast
Connettiti con noi

News

Campi Flegrei, il giorno della paura: 150 scosse in poche ore

Pubblicato

il

Cile

Tante le persone che hanno preferito passare la notte in strada o nei centri accoglienza

Una notte difficile, fatta di grande paura con la terra che ha tremato per ore senza interruzione di sosta. Uno sciame sismico che ha visto 150 scosse susseguirsi con le più forti che hanno raggiunto magnitudo 4.4. Come non si registrava da 40 anni nei Campi Flegrei.

La paura sui social

In rete si vedono video di danni a strutture e cose ma sembra per ora che siano di non gravissima entità. Non si segnalano al momento problemi ai cittadini, eccezion fatta per la grande paura e l’enorme disagio di vivere una notte fuori dalle proprie mura di casa.

Le tendopoli, prontamente allestite hanno ospitato le famiglie anche se, come riporta l’ansa, non sono mancati momenti difficili a causa (sembra) del ritardo nel montaggio di bagni chimici.

Scuole chiuse

Giusta l’idea di chiudere per precauzione le scuole in modo da permettere i controlli ma anche per evitare a mio modo di vedere, situazioni di panico trai più giovani in caso di ulteriori eventi durante la mattinata.

Il monitoraggio

La Protezione Civile è in costante monitoraggio della situazione. Come rammentato in questi questi giorni dall’INGV nella crisi degli anni 80 vi furono fino a 1.300 eventi sismici al mese con il suolo che arrivò a sollevarsi di 9 cm mentre oggi siamo a 450 eventi e un sollevamento di circa 2 cm/mese. Ovviamente questo è un raffronto che tende a paragonare scenari lontani nel tempo. Il monitoraggio continua da parte dell’Osservatorio in costante contatto con le amministrazioni comunali nonché la Protezione Civile. Si raccomanda di mantenere la calma.

Trending