Quantcast
Connettiti con noi

Cronaca

Cinque coltellate al suocero a Casoria, poi lo conforta

Pubblicato

il

Cinque coltellate al suocero

Casoria. Colpisce il suocero con cinque coltellate, comprende l’errore e gli dedica parole di conforto. È il capitolo finale di un pomeriggio di contrasti di coppia, tra nonni rivali e una bimba inerme

Cinque coltellate al suocero. Potrebbe essere la trama di un “film pulp” di amore e violenza, ma è solo una vicenda accaduta in un pomeriggio – certamente non convenzionale – in una stradina di Casoria, popolosa cittadina di Napoli Nord. A diffondere la notizia una comunicazione del Comando Provinciale Carabinieri

La mamma e il papà di una bambina alle 17 sono invitati ad un party tra adulti, nessun dress code, ma una sola raccomandazione: quella di non portare i bambini. Si pone la questione: dove lasciare la figlioletta durante quelle ore di svago? Chi più dei nonni potrebbe assolvere meglio al compito?

C’è solo un piccolo problema le famiglie di origine dei due sposi non vanno per niente d’accordo. Un po’ come nella storia di Giulietta e Romeo, i Montecchi e i Capuleti di Casoria avrebbero spesso diverbi che sembrano sul punto di finire in tragedia.

Si avvicina l’orario della festa e il papà, trentuno anni e primo protagonista della storia, decide di portare la figlia dai propri genitori. La mamma non è d’accordo: con i suoceri non corre buon sangue.

Inizia così una lite e mamma e papà – con la bimba nell’auto – finiscono per insultarsi. Giungono sotto casa dei genitori del 31enne, quando lui, esausto, avvia di nuovo l’auto e, cedendo alle pressioni della donna, raggiunge la casa di genitori della compagna. In quella circostanza chiede loro di riprendersi la figlia per sempre, come se fosse un reso per un acquisto on line.

I toni, ovviamente, si riaccendono. Il 31enne va via e in strada reagisce di impeto, prendendo a pugni l’auto del cognato. Suocero e il proprietario del veicolo si precipitano in strada e nasce la rissa

Una lotta furibonda due contro uno che avrebbe fatto pendere l’ago della bilancia in favore della maggioranza se non fosse stato per il supporto del coltello che il 31enne aveva in tasca. Cinque le coltellate inferte al suocero: addome, inguine, spalla e torace. Lo lascerà in una pozza di sangue, mentre il figlio chiede aiuto e compone il 112.

Il giovane papà sale in auto, percorre poche centinaia di metri e poi cambia idea. Si rende conto di aver fatto una sciocchezza e torna indietro.

I carabinieri della stazione e della sezione radiomobile di Casoria lo troveranno lì, accovacciato vicino al suocero a cui aveva dedicato amichevoli parole di rassicurazione.

L’uomo, arrestato per tentato omicidio, tradotto in carcere in attesa di giudizio. La vittima, invece, in pronto soccorso presso l’ospedale di Frattamaggiore ed è ancora in osservazione, non in pericolo di vita.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending