Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

“Asian girls”: l’originale romanzo di Davide Donadio

Pubblicato

il

Asian Girls

“Asian girls”: L’opera si distingue anche per la sua vena ironica e ludica, che si fonde armoniosamente con le considerazioni più profonde e il panorama entro cui la storia si sviluppa

Casa editrice: La Clessidra Editrice
Genere letterario: romanzo/narrativa
Pagine: 304
Prezzo: 19,50 €
Codice ISBN: 978-8894706888

“Asian girls” di Davide Donadio è un’opera che si propone di raccontare un grottesco viaggio intrapreso dal protagonista, il professor Bimko, attraverso la Cina, la Corea e il Giappone.

Durante questo avventuroso percorso, il lettore viene coinvolto in una serie di episodi esilaranti e inverosimili mentre Bimko si impegna in un ambizioso e poco realistico tentativo di radunare un harem personale, composto da donne orientali disposte a condividere con lui una convivenza amorosa collettiva.

La decisione di partire per l’Estremo Oriente viene presa dal protagonista al culmine di una crisi di mezz’età.

“I giorni e le settimane a venire furono frenetici. A Bimko pareva di vivere in un romanzo della beat generation. L’asso nella manica era un certo fondo economico a cui poteva attingere per vivere decentemente per almeno un paio di anni. Tuttavia senza viziarsi troppo: pena la fine di tutti i soldi accumulati in pochi mesi. Le questioni burocratiche riguardanti soldi, viaggio, visti di ingresso, furono le più noiose, ma almeno diedero a Bimko l’occasione di distrarsi e di non rendersi conto di quello che faceva. Chiese con urgenza un’aspettativa di un anno al liceo in cui insegnava, sapendo però che sarebbe scaduta senza il suo ritorno. Poi passò alle questioni organizzative più stimolanti. Avrebbe trascorso alcuni mesi in Cina: Pechino, forse con una breve sosta a Shanghai. Poi Seul. Solo un mese. E infine in Giappone. Prima nella frenetica Tokyo, e poi chissà… a quel punto sarebbe potuta succedere qualsiasi cosa. Si figurava una vita strana, movimentata, iperattiva, ma sapeva anche che lo attendeva in primo luogo la solitudine. Da quella non si sfugge neppure scappando dalle proprie insoddisfazioni. E anche dall’altra parte del mondo un uomo della sua età che viveva in modo così libero e ramingo sarebbe risultato forse eccentrico, sospetto, magari puerile. Sapeva di correre quel rischio e lo accettava” scrive Davide Donadio.

La connotazione grottesca e surreale presente nella trama, unita alla singolarità delle situazioni vissute dal protagonista del racconto, donano a questo romanzo un taglio unico e imprevedibile.

L’opera si distingue anche per la sua vena ironica e ludica, che si fonde armoniosamente con le considerazioni più profonde e il panorama entro cui la storia si sviluppa.

Nonostante il tono disinvolto, il romanzo offre infatti al lettore un’opportunità di riflessione su temi come la vita, l’amicizia e la libertà, presentati in modo autentico ed originale.

L’autore riesce così a unire abilmente la passionalità istintiva con la filosofia, che assume un rilevante rilievo soprattutto nelle pagine finali del romanzo.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending