Quantcast
Connettiti con noi

Entertainment

Pompei Street Festival, assegnati i premi concorso corti e docufilm

Pubblicato

il

Pompei Street Festival

Clint Eastwood tra i vincitori al concorso internazionale corti e docufilm del Pompei Street Festival 2023

Domani, domenica 2 luglio, giornata conclusiva per la terza edizione del Pompei Street Festival, la manifestazione organizzata dall’amministrazione comunale del sindaco Carmine Lo Sapio e dall’artista Nello Petrucci.

Nel corso dell’evento, oltre la street art nelle strade della città e negli scavi di Pompei, si è concluso anche l’appuntamento con il concorso internazionale di corti e docufilm, diretto da Egidio Carbone, che ha assegnato un premio alla carriera al drammaturgo napoletano Enzo Moscato.

Mauro Di Rosa vince la categoria corti, la regista Katie Cleary la sezione docufilm Premio alla carriera a Enzo Moscato. Premi a Konoplov, D’Alessandro e Acunzo

“Sono contentissimo per questo premio alla carriera, che ricevo a nome del teatro che resiste, che supera le difficoltà non solo economiche. Il teatro rappresenta la possibilità di esprimersi ha dichiarato il drammaturgo Enzo Moscato – e anche per i giovani è molto importante. Come la street art, che qui a Pompei si celebra, parla ai giovani della città che cambia, così il teatro deve avvicinarsi ai giovani e i giovani devono avvicinarsi al teatro, perché sono arti vive”.

La premiazione del concorso, che si è svolta, nella centralissima piazza Bartolo Longo, ha visto assegnare tre premi per la categoria cortometraggi e due per quella riservata ai docufilm.

Nella sezione corti il premio alla migliore fotografia è stato consegnato a Gaetano Acunzo per il corto “Ragazze sole”, mentre quello per il miglior cinema d’impegno è stato ad appannaggio del regista ucraino Stanislav Konoplov per il corto “How are you”.

A vincere la categoria corti il regista e autore napoletano Mauro Di Rosa, con la sua opera “La terra dei giochi”, al quale è andato il primo premio per il miglior cortometraggio in concorso

Nella sezione docufilm, invece, il primo premio per il miglior documentario è andato alla modella e attrice americana, ma anche regista, Katie Cleary per il lungometraggio Why on Earth che ha visto anche la partecipazione straordinaria dell’attore Clint Eastwood, mentre il miglior documentario archeologico è risultato quello del regista italiano Massimo D’Alessandro con l’opera Here we start painting with stone.

Nella giornata conclusiva di domenica il concerto gratuito del festival in piazzale Schettini. Sul palco Raiz, interprete nella serie tv di successo dal titolo Mare Fuori (Don Salvatore Ricci) e che ha realizzato la colonna sonora della fortunata produzione della Rai già disco di platino, omaggerà lo storico cantautore Sergio Bruni (2 luglio, ore 21.30).

Questi i vincitori del concorso cinematografico internazionale del Pompei Street Festival:

Cortometraggi:

  • Premio migliore fotografia a Gaetano Acunzo per il corto “Ragazze sole”
  • Premio migliore cortometraggio a Mauro Di Rosa per il corto “la terra dei giochi”
  • Premio migliore cinema d’impegno a Stanislav Konoplov per il corto “How are you”

Documentari:

  • Premio migliore documentario archeologico: Massimo D’Alessandro per “Here we start painting with stone”
  • Premio migliore documentario: Katie Cleary per il lungometraggio “Why on earth” con Clint Eastwood

Premi speciali:

  • Premio alla carriera a Enzo Moscato.

Lascia un like su Facebook e seguici su Twitter

Trending