Connettiti con noi

Business

Natale: Confesercenti Campania, acquisti allo sprint finale

Pubblicato

il

Natale confesercenti campania

Natale Il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo: «Rincari del 30% sui prodotti dovuti al caro energia, il Governo intervenga»  

Il Natale è alle porte, e gli acquisti arrivano allo sprint finale ed ecco l’analisi di Confesercenti Campania. Tra oggi e sabato mattina, sei campani su dieci – il 58% – andranno a caccia dei regali mancanti da mettere sotto l’albero per familiari, parenti e amici.

Una corsa all’ultimo minuto che vedrà protagonista la rete dei punti vendita fisici. E con una spesa minore rispetto al 2021, attestandosi a 190 euro a persona, in media.

È quanto emerge da un sondaggio condotto per Confesercenti da IPSOS su un campione nazionale di consumatori.

«Il caro bollette frena ma non troppo. È molto positivo – commenta Vincenzo Schiavo, vice Presidente Nazionale di Confesercenti e Presidente di Confesercenti Campaniache in questi giorni prevalgano i negozi sotto casa rispetto all’online, facendo così diminuire, rispetto al biennio 2020-2021, gli acquisti online».

«Questi ultimi, non dimentichiamo, hanno sempre una marginalità più alta rispetto alle imprese di vicinato, non pagando le tasse nel nostro paese. La spesa diminuisce per i consumatori, per le nostre attività ci saranno incassi dunque minori, anche se positivi». Prosegue ancora il Presidente di Confesercenti Campania nell’analisi sul Natale 2022

«C’è un rincaro di circa il 30% su tutti tipici per il Cenone di Natale in particolare per i prodotti ittici, sui quali incidono tantissimo il prezzo del petrolio. Per i pescatori il carburante costa il doppio rispetto all’anno scorso. Lo stesso vale per l’imballaggio, la plastica, il cartone e il ghiaccio. Rileviamo questo aumento non solo sul pesce, ma su tutti i cibi “natalizi”». Spiega ancora Vincenzo Schiavo responsabile di Confesercenti Campania sul cenone di Natale

«Le materie prime, da sole, sono aumentate del 30%. I tempi non sono facili per i commercianti, che devono fronteggiare la rottamazione del mese scorso e in molti casi si sono indebitati con le banche». Ecco perché occorre l’intervento del Governo.

Schiavo: «il Governo intervenga con detassazione ed eliminando l’Iva sui generi di prima necessità»

«Ci aspettiamo  – aggiunge Schiavo – che il Governo faccia un altro intervento mirato, diminuendo nuovamente le accise sul carburante e magari elimini l’Iva sui generi di prima necessità come acqua, pane, latte ecc., sfruttando l’extragettito d’Iva arrivato in questi mesi».

Le imprese hanno vissuto un autunno difficile, condizionato dall’aumento dei costi e dal rallentamento della spesa delle famiglie.

Deludente, per ora, l’impatto dell’intervento sui fringe benefits: la sola detassazione non ha portato allo sperato incremento delle somme.

I dati venuti In questo senso Vincenzo Schiavo concorda con il pensiero del presidente nazionale Patrizia De Luise, sulla necessità di operare una vera semplificazione della norma con la possibilità di erogare i benefits direttamente in busta paga.

In generale servono interventi mirati al sostegno dei consumi e dei negozi: il taglio del cuneo fiscale è un primo passo nella giusta direzione, ma serve una riduzione più sostanziale per avere un effetto sui consumi.  Di seguito il commento al sondaggio IPSOS per Confesercenti

Quando e dove si compra. Il 58% dei campani comprerà gli ultimi regali da oggi e sabato

I ritardatari che ancora devono ultimare i regali concentreranno il loro shopping nelle giornate di oggi (41%) e di domani (40%) ma c’è anche un 19% che aspetterà fino all’ultimo momento utile del giorno della Vigilia, sabato 24 dicembre.

I negozi battono l’online

Con margini così ristretti, i negozi battono in volata l’online, frenato dai tempi di consegna: l’89% dei consumatori farà almeno un acquisto presso un punto vendita fisico, contro il 59 % che sceglierà anche il web. Una buona notizia per le circa 350 mila imprese, piccole e grandi, della rete commerciale Campana, che resteranno aperte fino alla sera della Vigilia per agevolare gli acquisti.

190 euro a persona la spesa media

In media, per i regali del Natale 2022 in Campania ed a Napoli si spenderanno in tutto circa 190 euro a persona, un budget minore rispettivamente di 51 e 57 euro rispetto a quello allocato lo scorso anno. A pesare incertezza e riduzione del potere d’acquisto, che frenano così gli acquisti di una larga parte della popolazione. A fronte, infatti, di un 39% che dichiara l’intenzione di mantenere stabile la spesa, quasi la metà – tra il 47% e il 54% – annuncia che ritoccherà al ribasso il budget previsto per i doni rispetto allo scorso anno. Solo il 14% pianifica di spendere di più.

L’effetto di bollette, carburante ed inflazione

Un calo tutto sommato contenuto e purtroppo comunque atteso, vista la pressione esercitata sui bilanci delle famiglie dalla corsa dei prezzi e dal boom delle bollette e dei conti da saldare, che quest’anno assorbirà un terzo circa delle tredicesime, per un valore di circa 15 miliardi di euro, 5 miliardi in più rispetto allo scorso anno. Sulle imprese invece, il caro bollette pesa per circa 60 milioni di euro al mese, pari a oltre 700 milioni nell’ultimo anno, rispetto al 2021. Non solo l’aumento delle bollette, anche l’aumento e la speculazione effettuata sul petrolio hanno prodotto degli aumenti e delle spese extra per famiglie ed imprese con conseguenziale aumento dei prezzi di materia prime.

I regali più cercati

Libri e prodotti di moda sono ancora una volta i doni più ambiti. Nella top ten delle intenzioni di acquisto per un regalo, spiccano infatti i capi d’abbigliamento (44% delle indicazioni), seguiti da libri (40%), prodotti di profumeria (39%), giochi e giocattoli (38%), regali gastronomici (31%), accessori di moda (30%), prodotti tecnologici (25%), arredamento e prodotti per la casa, vini ed elettrodomestici e piccoli elettrodomestici (tutti al 21% di indicazioni). Due su dieci – il 20% – regaleranno invece un prodotto di gioielleria. Una quota simile a quanti scelgono calzature (19%) e videogiochi (18%), mentre il 7% dei Babbo Natale campani metterà sotto l’albero un viaggio o una vacanza.

Fringe benefits

In pochi, però, potranno contare per i regali sui fringe benefits dall’impresa presso cui lavorano. L’intervento di detassazione non sembra avere avuto ancora un impatto significativo: a fronte di un 11% che segnala di aver ricevuto un benefit di valore maggiore dello scorso anno, si registra una quota uguale di intervistati che dichiara di aver visto ridursi la somma erogata.

Dati del sondaggio

Di seguito i quesiti posti.

Lei ha già terminato i suoi acquisti per i regali di Natale?

Si42%
No58%
Sondaggio Ipsos per Confesercenti

Quando ha intenzione di terminarli?

Giovedì 2241%
Venerdì 2340%
Sabato 2419%
Sondaggio Ipsos per Confesercenti

Dove progetta di acquistare i restanti regali di Natale?

Presso un punto di vendita fisico (negozio)89%
Acquisterò online59%
Sondaggio Ipsos per Confesercenti

Considerando quanto ha già speso e quanto ha intenzione di spendere, qual è il suo budget complessivo per i regali di Natale?  (euro, media delle risposte)

20212022diff.
245192-53
Sondaggio Ipsos per Confesercenti

Il budget che ha stabilito è superiore o inferiore a quello dello scorso anno?

ItaliaNordCentroSud
Inferiore47%45%54%49%
Uguale39%43%33%36%
Superiore14%12%13%15%
Sondaggio Ipsos per Confesercenti

Quali di questi prodotti/servizi ha acquistato o progetta di acquistare come regali?

Capi d’Abbigliamento44%
Libri40%
Prodotti di profumeria39%
Giochi/Giocattoli38%
Un regalo gastronomico31%
Accessori moda30%
prodotti tecnologici25%
Arredamento e prodotti per la casa21%
Vini21%
Elettrodomestici e piccoli elettro domestici21%
Prodotti di Gioielleria20%
Calzature19%
Videogiochi18%
Un viaggio/vacanza7%
Altro5%
Sondaggio Ipsos per Confesercenti

Parliamo di Fringe Benefits. L’impresa dove lavora le ha erogato fringe benefits?

Si, come sempre15%
Sì, in misura maggiore dello scorso anno11%
Sì, in misura minore dello scorso anno11%
No, come sempre37%
Non lavoro19%
Sono libero professionista/lavoratore autonomo7%
Sondaggio Ipsos per Confesercenti

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Business

Confesercenti Campania ad “Exempla Milano”: Nostre proposte per il turismo

Pubblicato

il

Confesercenti campania ad exempla milano

Confesercenti Campania ad Exempla Milano, il Grand Tour del Saper Fare per un focus sul turismo

Il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo ha partecipato questa mattina a uno dei momenti di rilievo di “Exempla – Il Grand Tour del Saper Fare Campano”, in programma nella Sala Reale della Stazione Ferroviaria di Milano sino al prossimo 15 febbraio. Lo ha annunciato la stessa associazione in una nota giunta in redazione.

Si tratta di una mostra volta ad accendere i riflettori sul “made in Campania”, dall’offerta turistica all’artigianato, dall’oreficeria alla gastronomia. Il presidente Schiavo, insieme all’assessore al turismo della Regione Campania Felice Casucci ha partecipato, in particolare, al focus sul mondo turistico.

Schiavo: “Da noi il turista è bene accolto e trattato con altissima professionalità”

«Dal nostro punto di vista – commenta Schiavoabbiamo rappresentato le opportunità e i bisogni delle imprese campane, che vanno sostenute a 360°, partendo dall’evoluzione del mondo del turismo in Campania che, con oltre due milioni di visitatori nel solo mese di dicembre, ci vede protagonisti in Italia. I visitatori vengono a Napoli e in Campania perchè trovano rarità ed unicità, dalla gastronomia all’artigianato, dai paesaggi all’arte».

«Da noi il turista rimarca ancora Schiavo – è ben accolto e trattato con un’altissima professionalità. Continueremo ad enfatizzare la bellezza del nostro territorio e la qualità degli imprenditori coinvolti nel settore turistico. Gli esercenti campani hanno dimostrato di saper stringere i denti nel momento del sacrificio, lavorando a testa bassa, non tirandosi mai indietro dinanzi alle difficoltà recenti, perché la grande capacità imprenditoriale è presente nel DNA degli operatori campani».

L’occasione è stata anche quella di mettere in luce i punti focali del turismo e in questo senso Confesercenti si è fatta portatrice di alcune proposte.

Schiavo: “Dobbiamo destagionalizzare i flussi di visitatori, blindare l’unicità dei nostro prodotti e dei nostri marchi, sostenere a 360° le attività campane”   

«Dobbiamo mettere in risalto e promuovere, di più e meglio, le straordinarie bellezze della nostra terra. Il turismo – spiega il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo deve essere il traino della nostra economia, bisogna lavorare affinché ci sia una de-stagionalizzazione, in modo che il pienone ci sia 365 giorni l’anno, il che produrrebbe benefici anche per il comparto del commercio, per esempio. Abbiamo chiesto alla Regione Campania di fare qualcosa in più per riuscire a tutelare le eccellenze della nostra terra. Ci sono tante aziende, tanti marchi, che andrebbero protetti come fanno da anni in altre parti d’Italia. Dovremmo blindare l’unicità dei nostri prodotti e dei nostri brand tradizionali. Ringraziamo l’assessore Felice Casucci, che è un interlocutore serio che sa ascoltare. A lui abbiamo proposto di enfatizzare di più quelle che sono le nostre eccellenze: l’artigianato, la gastronomia, la cultura. Sarebbe utile rendere, ad esempio, i presepi o i bassi dei Quartieri Spagnoli e di altre zone di Napoli un marchio di qualità e unicità. L’obiettivo è che riservare agli imprenditori della nostra terra il posto che meritano nell’economia nazionale ed europea, sottolineando le loro qualità e capacità».

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Mercato Sparanise: La Ugl scrive alla Commissione straordinaria

Pubblicato

il

Mercato sparanise

Mercato Sparanise: chiesto un incontro alla Commissione straordinaria del Comune sulle problematiche del Canone Unico Patrimoniale

Mercato Sparanise. La responsabile zonale della Ugl Sparanise Marianna Grande e Vincenzo Della Ventura, il neo Segretario provinciale di Ana Ugl, sigla che raccoglie un numero rilevante di venditori ambulanti dello stivale e della provincia, hanno inoltrato questo pomeriggio una richiesta d’incontro alla Commissione Straordinaria del comune situato al nord della provincia di Caserta per discutere delle problematiche legate al Canone Unico Patrimoniale.

“È una necessaria richiesta volta ad approfondire una tematica che per noi è determinante” chiarisce Della Paolera “sono cresciuti i costi che gli operatori devono sostenere per poter partecipare al mercato settimanale; tanti di quelli che assicurano la loro storica presenza sono in difficoltà”.

“Nei piccoli e medi comuni della nostra provincia” ha chiosato Grande che alla Ugl Caserta ricopre anche il ruolo di Vicesegretaria “i mercati rappresentano ancora il luogo dell’aggregazione e della spesa, svolgono un ruolo sociale, soprattutto per gli anziani, che va migliorato e preservato, siamo certi che troveremo ascolto“. 

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Vendite auto 2022: un periodo critico

Pubblicato

il

Vendite auto 2022
Foto di Luis Wilker WilkerNet da Pixabay

Vendite auto 2022 in crollo, crescono i numeri del noleggio sono da capogiro: di seguito una breve analisi

Dicembre ha registrato una performance positiva con un aumento del 21%, tuttavia, guardando al 2022, le previsioni delle vendite sono scoraggianti, poiché si prevede che saranno le più basse dal 2013. Nonostante una ripresa nella seconda metà dell’anno, la mancanza di un piano industriale nazionale pesa sulla situazione.

Gli incentivi per i modelli a basse emissioni da soli non sono sufficienti ad incidere sulla situazione. Una panoramica del mese e degli ultimi 12 mesi.

Il mercato dell’auto ha registrato un trend positivo anche a dicembre, il sesto mese consecutivo di crescita.L’incremento è stato del 21% con 104.915 nuove immatricolazioni, rispetto alle 86.717 del dicembre 2021.

Nonostante la crescita costante, il bilancio dell’intero anno 2022 non è stato positivo, con un totale di 1.316.702 unità vendute, in calo di oltre 141.000 rispetto al 2021, una diminuzione del 9,7%.

Questo risultato si avvicina al minimo storico di 1.304.500 immatricolazioni registrate nel 2013. Si conferma un aumento delle immatricolazioni da parte dei privati del 7,4%, che nonostante ciò, ha fatto chiudere il 2022 con una flessione del 15,6%.

Le auto immatricolate dalle case automobilistiche sono calate del 16,3% e alla fine dell’anno sono scese del 16,6%. Il noleggio a lungo termine è cresciuto in modo significativo del 81%, chiudendo il 2022 con un aumento del 18,8%.

Anche il noleggio a breve termine è aumentato in dicembre del 85,5% ma si è fermato alla fine dell’anno con una flessione del 17%. Infine, le società hanno continuato la loro performance positiva con un aumento del 16% in dicembre e del -1% nell’arco di 12 mesi.

Per quanto concerne il noleggio a lungo termine, i contratti risultano in crescita dell’11,4%. Un trend decisamente positivo che con buone probabilità si riconfermerà nel 2023.

Il noleggio a lungo termine è un’opzione conveniente per chi desidera avere un veicolo senza dover effettuare un anticipo. Inoltre, i costi sono predefiniti e la manutenzione del veicolo è solitamente inclusa nel contratto. In questo modo è possibile pianificare con maggiore precisione i costi e non ci sono spese impreviste.

Inoltre, il noleggio a lungo termine consente di cambiare veicolo con maggiore frequenza rispetto all’acquisto, il che significa che è possibile sempre guidare un veicolo nuovo e moderno. Il noleggio a lungo termine può essere utilizzato sia da privati che da professionisti con partita IVA, e ci sono soluzioni di noleggio adatte per entrambi i casi. Solitamente nei contratti di Noleggio a Lungo Termine si può personalizzare il contratto in base alle esigenze del cliente, come ad esempio, aggiungere o togliere opzioni di manutenzione, allungare o accorciare il periodo di noleggio.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Stati generali del Turismo. Schiavo: Parole del Ministro importanti

Pubblicato

il

Stati generali del Turismo

Stati generali del Turismo: “Parole del Ministro Santanché importanti, per il Sud il turismo è l’economia trainante”

Al via la seconda edizione degli “Stati generali del Turismo” a Sorrento, promossi dal Comune della Costiera, con il patrocinio della Regione Campania e di Enit. L’apertura è stata affidata al Ministro del Turismo Daniela Santanchè.

Invitato anche Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania e vicepresidente Nazionale con delega al Mezzogiorno, che ha ascoltato con grande interesse ed apprezzamento le parole del Ministro.

«Ho avuto il piacere di incontrare il Ministro Santanchè- ha commentato Schiavo e ho ascoltato con grande apprezzamento le sue parole. Sottoscrivo soprattutto l’esigenza di fare squadra e di creare sinergie. L’importanza di investire in infrastrutture per migliorare l’accoglienza turistica, come ha sottolineato oggi il Ministro, è fondamentale se si vuole perseguire l’obiettivo di destagionalizzare l’offerta e fare in modo che l’Italia parli una sola lingua nel mondo del turismo. A breve Confesercenti Campania incontrerà di nuovo il Ministro perché abbiamo bisogno di continuare a lavorare su quello che sarà l’utilizzo dei fondi del PNRR che rappresentano una grande opportunità soprattutto per il Mezzogiorno. Confesercenti Campania, così come ha fatto fino ad oggi, continuerà a sostenere le attività del ministero ma soprattutto a fare in modo che si spendano nel modo migliore quei fondi che devono rendere l’Italia forte in Europa».

Nel futuro è necessario offrire servizi e accoglienza efficaci per attrarre i turisti per 365 giorni l’anno. «La speranza – sottolinea Vincenzo Schiavoè che il Mezzogiorno possa, una volta e per sempre, eliminare così quelle che sono le grandi criticità nel turismo, ovvero il funzionamento dei trasporti, il decoro urbano, le infrastrutture obsolete. Lacune che ci hanno reso ultimi in un pezzo di economia fondamentale: il turismo è l’unica opportunità di sviluppo per l’Italia. Rimane, quella turistica, l’unica vera economia forte del Mezzogiorno che va preservata e resa più forte con ogni mezzo. Anche enfatizzando gli imprenditori che investono nel mondo del turismo perché hanno una qualità altissima. Vogliamo continuare a sostenerle con la nostra economia e le strutture interne per la formazione. Confesercenti – conclude il concetto Schiavo farà tutto quello che serve per mettere in condizione gli imprenditori del Mezzogiorno di poter raggiungere i massimi obiettivi».

L’impegno di Confesercenti sul caro energia

Confesercenti è sempre al fianco delle imprese anche con varie iniziative e progetti su altri versanti, complementari alle criticità del comparto turistico.

Il presidente di Confesercenti Vincenzo Schiavo: « Vanno eliminate le criticità relative ai trasporti, al decoro urbano e alle infrastrutture». L’impegno di Confesercenti anche sul caro-bollette.

«Siamo pronti a fare la nostra parte- spiega il presidente Vincenzo Schiavo  anche per risollevare le sorti di quella parte di Ischia colpita dalla frana, ad esempio, a cui abbiamo riservato già diverse settimane la possibilità, tramite Banca Intesa San Paolo, di finanziamenti per 100 milioni di euro per le aziende della zona. Confesercenti si farà carico degli interessi per i prestiti contratti dalle aziende isolane. Interveniamo anche sul caro bollette: grazie al sostegno di Microcredito mettiamo a disposizione, per ciascuna impresa iscritta a Confesercenti, 20mila per il pagamento dell’energia elettrica erogabili in sole 72 ore. Un sostegno economico che l’attività potrà restituire in 36 mesi con tassi agevolati».

Confesercenti Campania

Se ti fa lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Confesercenti Campania a Tuttohotel: Sostegno a imprenditori alberghieri

Pubblicato

il

Confesercenti campania a tuttohotel

Confesercenti Campania a Tuttohotel. Il Presidente Vincenzo Schiavo: “Solo nel 2022 abbiamo sostenuto oltre 300 nuovi B&B con accordi commerciali, finanziamenti e assicurazioni”

Confesercenti Campania a Tuttohotel. Si è tenuto questa mattina il convegno “L’evoluzione del fenomeno extralberghier, customer experience e normativa” nell’ambito della fiera “TuttoHotel” in corso alla Mostra d’Oltremare di Napoli sino a domani.

L’incontro ha avuto il merito di dialogare, analizzando, sul mondo alberghiero ed extralberghiero della Campania, invasa di recente da turisti e sempre più bisognosa di servizi efficienti.

Il convegno, come l’intera fiera, sublima momenti di confronto, nuove opportunità economiche, scambi di idee e commerciali. Soprattutto indirizza le nuove attività ricettive ad avere immediatamente un know-how utile per entrare nel mondo del turismo da protagonisti.

In tal senso Confesercenti Campania si pone come riferimento sia per centinaia di nuovi imprenditori turistici che per coloro che da anni sono sul territorio.

«Abbiamo discusso – ha affermato Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania su come aiutare nel concreto gli imprenditori a svolgere bene il proprio lavoro, sostenendoli con tutte le nostre attività ma anche con i nostri vari strumenti e servizi assolutamente gratuiti per gli associati e non».

«Basti pensare – prosegue il Presidente di Confesercenti Campania – che nel 2022, solo a Napoli e provincia, abbiamo sostenuto oltre 300 nuovi imprenditori che hanno aperto B&B e affittacamere, con finanziamenti agevolati, accompagnandoli nella sottoscrizione di accordi con aziende che forniscono servizi accessori (colazione, cambio lenzuola, pulizia, ecc…) in sostanza li mettiamo in condizione di poter avere ciò che manca oggi ad una persona quando dà il via ad una impresa».

Confesercenti Campania è sempre più impegnata nel supporto di attività in un mondo, quello del turismo, che deve essere il traino dell’economia della nostra regione.

«Mettiamo a disposizione – spiega il presidente Schiavocanali privilegiati per sottoscrivere assicurazioni convenienti, per sostenere le attività, tramite la nostra banca, la Cassa del Microcredito, con finanziamenti sino a 40mila euro erogabili in poco tempo, le assistiamo anche con tante altre agevolazioni, in virtù di uno staff di professionisti».

«Oggi più che mai – sottolinea ancora Schiavo – Confesercenti è al fianco delle imprese del comparto del turismo con la consapevolezza di essere sia un’associazione che tutela i diritti delle imprese ma anche un organismo che trova spazi per gli imprenditori che hanno la voglia e la capacità di esprimere le loro potenzialità nella nostra città e nella nostra regione».

«Confesercenti – conclude – è sempre a fianco delle imprese, a tutto tondo. E ringrazio per questa fiera, che sono certo diventerà sempre più un riferimento negli anni futuri, il direttore Raffaele Biglietto che ha avuto questa brillante idea».

Il convegno, a cura di Confesercenti, moderato da Paola Ciaramella (Coordinatore AssoHotel) ha visto la partecipazione di Roberto Micera, professore di marketing territoriale alla Unibas, di Vincenzo Capozzoli, presidente AIGO, di Stefano Ateniese, Ufficio Finanza Agevolata Confesercenti Napoli e di Pasquale Limatola, coordinatore Confesercenti Napoli.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Convegno sui trasporti a Salerno: opportunità e prospettive

Pubblicato

il

Convegno sui trasporti a Salerno

A Salerno il Convegno “B•Conference” sul servizio sostitutivo al ferroviario su gomma: opportunità e prospettive

Convegno sui trasporti martedì 17 gennaio 2023, dalle ore 15.00 alle ore 17.30, a Salerno, presso la Sala Convegni del Saint Joseph Resort. La società COSAT organizza l’evento: B•Conference il servizio sostitutivo al ferroviario su gomma: opportunità e prospettive.

L’evento è mirato a una disamina delle finalità della struttura consortile, nata nel 2001, per fornire alle Amministrazioni pubbliche uno strumento capace di superare le diversità, gli egoismi e le conflittualità dovuti alla presenza di una pluralità di vettori che operano sui territori di riferimento.

Sarà dato spazio al racconto della scelta della società consortile quale figura giuridica destinata a realizzare l’obiettivo di sintesi tra gli interlocutori commerciali, con lo scopo di assicurare la massima flessibilità per la gestione operativa dei servizi orientata a ridurre la distanza dall’utente finale ed ampliando, contestualmente, la platea delle aziende territoriali di riferimento interpellate per lo svolgimento dei servizi.

Saranno analizzati i risultati conseguiti, le criticità gestite in fase pandemica, le opportunità e le prospettive delle sfide imprenditoriali, nell’ambito di un importante momento di crescita e di relazione commerciale futura. Parteciperanno all’evento le imprese socie e partners delle Regioni Campania, Basilicata, Puglia, Calabria, Lazio, Molise, Abruzzo e Marche.

Nel corso del meeting interverranno Massimo Zoi, Direttore della società Busitalia Rail Service del Gruppo Ferrovie dello Stato, e Luca Cascone, Presidente della IV Commissione Trasporti della Regione Campania.

Saranno inoltre presenti le principali Aziende del Trasporto Pubblico Campania quali Air Campania, Eav, Busitalia Campania, Sita Sud Campania e la Direzione Regionale di Trenitalia.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Trending