Connettiti con noi

Business

Geoveda, l’Italia che guarda al futuro

Pubblicato

il

geoveda

La Geoveda srl è una start-up innovativa che sta costruendo un Green DataCenter nell’area Geotermica di Larderello: un modello per l’Italia che guarda decisamente avanti

Una start-up che guarda al modello di utilizzo intelligente dell’energia presente nel territorio dove si sviluppa e che sta per costruire migliaia di Green DataCenter nella zona di Larderello in Toscana. Un esempio di virtuosismo economico, ambientale e tecnologico da prendere come modello. Abbiamo intervista il CEO di Geoveda dott. Alessandro Brunetti che ci ha rilasciato una interessante intervista ricca di spunti.

Come nasce il vostro progetto e quali sono i punti più importanti?
Geoveda srl è una start-up innovativa nata nel Marzo 2021 con l’obiettivo preciso di costruire un Green DataCenter nell’area Geotermica di Larderello, facendo leva su tre caratteristiche peculiari della zona, e cioè: energia elettrica rinnovabile da fonti geotermiche ad alta entalpia, possibilità di utilizza del vapore geotermico anche come fonte energetica per gli invertitori caldo/freddo e quindi per il raffreddamento del DataCenter stesso, e una connessione in fibra potente e stabile.
Caratteristiche peculiari del Green DataCenter Geoveda:

Ampia disponibilità di terreno:
La Zona PIP di Larderello, area industriale definita dal Piano Regolatore del Comune di Pomarance, consente un insediamento di tipo “datacenter” fino ad un’espansione di circa 15.000mq, già fattibili e opzionati da Geoveda srl.
Inoltre, vista la natura estremamente industrializzata dalle attività di Enel Green Power circostanti, potrà essere considerata agevolmente un’ulteriore e successiva ulteriore espansione.

Disponibilità energetica di tipo rinnovabile:
La collocazione del Geoveda Green DataCenter nel PIP di Larderello, quindi nel cuore dell’area geotermica tradizionale toscana, ha come vantaggio e valore aggiunto la possibilità di utilizzo della sorgente geotermica ad alta entalpia per la climatizzazione del sistema, quindi la possibilità di utilizzo di una importante fonte rinnovabile, rara e peculiare della zona, con costi molto più convenienti rispetto ad una qualsiasi altra fonte energetica.
Si tratta di energia totalmente rinnovabile e disponibile in loco in modo continuativo in tutti i periodi dell’anno, contrariamente ad altre fonti rinnovabili come eolico e solare, che dipendono dalle condizioni climatiche.
È quindi previsto l’uso dell’energia geotermica per tutte le esigenze di climatizzazione (raffrescamento, riscaldamento della struttura.
Questo porterà il Geoveda Green DataCenter ad un PUE (“Power Usage Effectiveness”) inferiore all’1.1, una misura che compete a livello mondiale con i maggiori player di settore.

Connessione internet a 0 latenza:
Grazie alla disponibilità in loco del passaggio del “backbone” Wind3, il Geoveda Green DataCenter può contare su una connessione già nativamente disponibile a 100 Gbits, oltre ad ovviamente disporre di linee di backup e alternative anche “white label” rispetto alla potenziale scelta dell’operatore telefonico.

Quello dei DataCenter è un settore strategico, sottolineato anche dal recente progetto principale del PNRR denominato “Cloud ITALIA”

Assenza storica di fenomeni sismici e sicurezza della location:
La location di Larderello, anche grazie alla presenza della risorsa geotermica, è classificata a bassa-scarsa sismicità dalla Regione Toscana e, nella tabella degli eventi storici, non si registrano più terremoti o situazioni simili dal 18° secolo.
Inoltre, dal punto di vista della sicurezza fisica dell’immobile, la particolare conformazione dell’area e vie di accesso facilmente controllabili, rendono il Geoveda Green DataCenter assolutamente idoneo ad ospitare l’archiviazione e gestione di dati particolarmente sensibili.

Geoveda Green DataCenter sarà un Tier IV Gold standard:
Le caratteristiche tecniche e costruttive del Geoveda Data Center consentiranno di competere e di garantire servizi all’avanguardia, in quanto sia la progettazione che la costruzione avverrà secondo le specifiche della riconosciuta “best practice” Data Center Switch di LAS VEGAS (Usa), nominato come Tier IV Gold.

La vostra azienda mira a diventare una delle punte di diamante nel settore dei datacenter in Italia e lo fa in un modo che apre nuovi orizzonti energetici. A suo parere quanto l’Italia può migliorare in questo settore?
Soprattutto sul fronte dei DataCenter Green, l’Italia può assolutamente migliorare rispetto alla situazione attuale. Da una nostra ricerca saremo il primo DataCenter Green con un PUE (Power Usage Effectiveness = Indice che misura la foot print ecologica) inferiore a 1.1 , in linea con, esempio, i DataCenter più efficienti a livello mondiale.

non posso che incentivare i giovani con talento a pensare davvero di sviluppare le loro idee innovative in ambiente magari “protetti” come gli incubatori universitari

Da un punto di vista tecnologico quali sono le sfide che l’Italia non può perdere per il prossimo futuro?
Quello dei DataCenter è un settore strategico, sottolineato anche dal recente progetto principale del PNRR denominato “Cloud ITALIA” che punta a renderci autonomi, come nazione, e almeno per la pubblica amministrazione, rispetto alla disponibilità di Datacenter, attraverso la costruzione di almeno 5 poli nazionali. Geoveda si candida a diventarne parte attiva.

Cosa sente di dire ai giovani che magari sognano di aprire una startup?
Dal punto di vista personale, essendo io anche Mentor Certificato e Business Angel per l’affiancamento di iniziative di start-up anche in fase iniziale, non posso che incentivare i giovani con talento a pensare davvero di sviluppare le loro idee innovative in ambiente magari “protetti” come gli incubatori universitari (per le ricerche operative) oppure corporate o privati. L’importante è comunque avere sempre a mente che la start-up è comunque un’azienda o lo diventerà, e quindi l’idea deve sempre fare i conti con il mercati, i suoi bisogni e la sostenibilità economica dell’iniziativa.

Il nostro è un portale che nasce in Campania: a suo giudizio sarebbe possibile replicare una esperienza simile alla vostra nella nostra Regione?
Non ho la capacità tecnica per indicare puntualmente se e dove questo sarebbe possibile. Il Green Datacenter deve avere disponibili, soprattutto in questi periodi di aumento dei costi energetici, sempre queste tre caratteristiche: basso costo dell’energia e preferibilmente da fonti rinnovabili (esempio. Eolico), basso impatto sismico per la sicurezza del territorio e alta disponibilità di connessione dati

All’Italia per ripartire nel green e la tecnologia … Manca solo la volontà di farlo e, forse ma qui è una mia opinione personale, una serie di skill tecnici che negli anni abbiamo perso

Cosa manca all’Italia in questo momento per ripartire nel settore green e tecnologico?
Manca solo la volontà di farlo e, forse ma qui è una mia opinione personale, una serie di skill tecnici che negli anni abbiamo perso. Se penso a quando studiavo io all’Università di Pisa e che eravamo all’avanguardia mondiale nelle telecomunicazioni e nell’informatica, un po’ me ne dispiaccio.

Per maggiori informazioni vi invitiamo a visitare il sito ufficiale.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook

Ti consiglio di leggere anche questo altro mio pezzo: Intel potrebbe investire 11 miliardi, nel Nord Italia

Business

Importanza della gestione del bankroll nei casinò online

Pubblicato

il

Importanza della gestione del bankroll nei casinò online

Come gestire efficacemente il tuo bankroll nei casinò online

In questo articolo parleremo dell’importanza della gestione adeguata del proprio bankroll mentre si gioca online. Giocare può essere un modo divertente e emozionante per passare il tempo, ma è importante ricordare che si tratta anche di una forma di intrattenimento che ha un costo. Una delle cose più importanti che puoi fare per assicurarti di avere un’esperienza positiva mentre giochi online è gestire il tuo bankroll in modo efficace. In questo articolo, discuteremo dell’importanza della gestione del proprio bankroll, delle conseguenze della gestione sbagliata e delle strategie per effettuare la gestione in modo efficace.

A cosa serve la gestione del bankroll

Il tuo bankroll è la quantità di denaro che hai messo da parte per il gioco. È importante gestire il proprio bankroll in modo efficace perché aiuta a rimanere entro il proprio budget e a evitare di spendere troppo. Quando non gestisci il tuo bankroll in modo efficace, potresti finire per spendere più denaro di quanto ti aspettavi, il che può portare a problemi finanziari. È importante ricordare che il gioco va sempre trattato come una forma di intrattenimento e non come un modo per fare soldi.

Requisiti di deposito minimo

I requisiti di deposito minimo sono la quantità di denaro che devi depositare sul tuo conto di casinò online prima di poter iniziare a giocare. Questi requisiti variano da casinò a casinò e possono variare da pochi dollari a centinaia di dollari. È importante capire i requisiti di deposito minimo quando si sceglie un casinò online perché ti aiuterà a gestire il tuo bankroll in modo più efficace. Se hai un budget limitato, potresti scegliere un casinò con un requisito di deposito minimo basso. Una grande risorsa per trovare casinò con requisiti di deposito minimo bassi è https://1-win.it/deposito-minimo/. Scegliendo un casinò con un requisito di deposito minimo basso, potrai gestire il tuo budget più efficacemente.

Strategie per gestire il proprio bankroll

Imposta dei limiti: prima di iniziare a giocare, stabilisci un limite per quanto sei disposto a spendere. Ciò ti aiuterà a rimanere entro il tuo budget e a evitare di spendere troppo.

Tenere traccia delle spese: tieni traccia di quanto stai spendendo mentre giochi. Ciò ti aiuterà a rimanere entro il tuo budget e a evitare di spendere troppo.

Budget: metti da parte una somma specifica di denaro per il gioco ogni mese e rispettala.

Imposta un limite di vittoria e di perdita: decidi in anticipo quanto sei disposto a vincere o a perdere mentre giochi e cerca di rispettare questa cifra.

Prendi pause regolari: è importante prendere pause regolari mentre si gioca per evitare di spendere troppo e per darsi il tempo di riflettere sulle proprie abitudini di spesa.

Usa bonus e promozioni con saggezza: molti casinò online offrono bonus e promozioni per attirare nuovi giocatori. Possono essere un ottimo modo per aumentare il tuo bankroll, ma è importante usarli con saggezza. Leggi sempre termini e condizioni prima di accettare un bonus o una promozione e assicurati di aver capito i requisiti di giocata.

Evita di rivincere le perdite: uno degli errori più grandi che i giocatori commettono è cercare di rivincere le loro perdite. Se hai avuto una serie di perdite, è importante accettare che a volte accade e allontanarti dal gioco per un po’. Cercare di rivincere le perdite ti porterà solo a più perdite e può mettere sotto pressione il tuo bankroll.

Scegli i giochi giusti: i giochi diversi portano vincite e pagamenti diversi. È importante scegliere giochi con pagamenti più alti per aumentare le tue possibilità di vincita.

Sii consapevole del tuo stato emotivo: il gioco può essere un’esperienza emozionante ed è importante essere consapevoli del proprio stato emotivo mentre si gioca. Se ti senti deluso, stressato o arrabbiato, è meglio allontanarti dal gioco per un po’ e tornare quando sarai più tranquillo. Giocare in uno stato emotivo instabile può portare a decisioni poco sagge e a spendere troppo.

Conclusione

La gestione del proprio bankroll durante il gioco d’azzardo online è essenziale per avere un’esperienza del gioco positiva. Comprendendo i requisiti per il deposito minimo, stabilendo dei limiti, monitorando le proprie spese, pianificando il budget e utilizzando saggiamente i bonus e le promozioni, è possibile gestire efficacemente il proprio bankroll ed evitare spese eccessive. Inoltre, è importante scegliere i giochi giusti ed essere consapevoli del proprio stato emotivo mentre si gioca. Ricordate di trattare sempre il gioco d’azzardo come una forma di intrattenimento e non come un modo per fare soldi. Buon gioco responsabile!

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Confesercenti Campania ad “Exempla Milano”: Nostre proposte per il turismo

Pubblicato

il

Confesercenti campania ad exempla milano

Confesercenti Campania ad Exempla Milano, il Grand Tour del Saper Fare per un focus sul turismo

Il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo ha partecipato questa mattina a uno dei momenti di rilievo di “Exempla – Il Grand Tour del Saper Fare Campano”, in programma nella Sala Reale della Stazione Ferroviaria di Milano sino al prossimo 15 febbraio. Lo ha annunciato la stessa associazione in una nota giunta in redazione.

Si tratta di una mostra volta ad accendere i riflettori sul “made in Campania”, dall’offerta turistica all’artigianato, dall’oreficeria alla gastronomia. Il presidente Schiavo, insieme all’assessore al turismo della Regione Campania Felice Casucci ha partecipato, in particolare, al focus sul mondo turistico.

Schiavo: “Da noi il turista è bene accolto e trattato con altissima professionalità”

«Dal nostro punto di vista – commenta Schiavoabbiamo rappresentato le opportunità e i bisogni delle imprese campane, che vanno sostenute a 360°, partendo dall’evoluzione del mondo del turismo in Campania che, con oltre due milioni di visitatori nel solo mese di dicembre, ci vede protagonisti in Italia. I visitatori vengono a Napoli e in Campania perchè trovano rarità ed unicità, dalla gastronomia all’artigianato, dai paesaggi all’arte».

«Da noi il turista rimarca ancora Schiavo – è ben accolto e trattato con un’altissima professionalità. Continueremo ad enfatizzare la bellezza del nostro territorio e la qualità degli imprenditori coinvolti nel settore turistico. Gli esercenti campani hanno dimostrato di saper stringere i denti nel momento del sacrificio, lavorando a testa bassa, non tirandosi mai indietro dinanzi alle difficoltà recenti, perché la grande capacità imprenditoriale è presente nel DNA degli operatori campani».

L’occasione è stata anche quella di mettere in luce i punti focali del turismo e in questo senso Confesercenti si è fatta portatrice di alcune proposte.

Schiavo: “Dobbiamo destagionalizzare i flussi di visitatori, blindare l’unicità dei nostro prodotti e dei nostri marchi, sostenere a 360° le attività campane”   

«Dobbiamo mettere in risalto e promuovere, di più e meglio, le straordinarie bellezze della nostra terra. Il turismo – spiega il presidente di Confesercenti Campania Vincenzo Schiavo deve essere il traino della nostra economia, bisogna lavorare affinché ci sia una de-stagionalizzazione, in modo che il pienone ci sia 365 giorni l’anno, il che produrrebbe benefici anche per il comparto del commercio, per esempio. Abbiamo chiesto alla Regione Campania di fare qualcosa in più per riuscire a tutelare le eccellenze della nostra terra. Ci sono tante aziende, tanti marchi, che andrebbero protetti come fanno da anni in altre parti d’Italia. Dovremmo blindare l’unicità dei nostri prodotti e dei nostri brand tradizionali. Ringraziamo l’assessore Felice Casucci, che è un interlocutore serio che sa ascoltare. A lui abbiamo proposto di enfatizzare di più quelle che sono le nostre eccellenze: l’artigianato, la gastronomia, la cultura. Sarebbe utile rendere, ad esempio, i presepi o i bassi dei Quartieri Spagnoli e di altre zone di Napoli un marchio di qualità e unicità. L’obiettivo è che riservare agli imprenditori della nostra terra il posto che meritano nell’economia nazionale ed europea, sottolineando le loro qualità e capacità».

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Mercato Sparanise: La Ugl scrive alla Commissione straordinaria

Pubblicato

il

Mercato sparanise

Mercato Sparanise: chiesto un incontro alla Commissione straordinaria del Comune sulle problematiche del Canone Unico Patrimoniale

Mercato Sparanise. La responsabile zonale della Ugl Sparanise Marianna Grande e Vincenzo Della Ventura, il neo Segretario provinciale di Ana Ugl, sigla che raccoglie un numero rilevante di venditori ambulanti dello stivale e della provincia, hanno inoltrato questo pomeriggio una richiesta d’incontro alla Commissione Straordinaria del comune situato al nord della provincia di Caserta per discutere delle problematiche legate al Canone Unico Patrimoniale.

“È una necessaria richiesta volta ad approfondire una tematica che per noi è determinante” chiarisce Della Paolera “sono cresciuti i costi che gli operatori devono sostenere per poter partecipare al mercato settimanale; tanti di quelli che assicurano la loro storica presenza sono in difficoltà”.

“Nei piccoli e medi comuni della nostra provincia” ha chiosato Grande che alla Ugl Caserta ricopre anche il ruolo di Vicesegretaria “i mercati rappresentano ancora il luogo dell’aggregazione e della spesa, svolgono un ruolo sociale, soprattutto per gli anziani, che va migliorato e preservato, siamo certi che troveremo ascolto“. 

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Vendite auto 2022: un periodo critico

Pubblicato

il

Vendite auto 2022
Foto di Luis Wilker WilkerNet da Pixabay

Vendite auto 2022 in crollo, crescono i numeri del noleggio sono da capogiro: di seguito una breve analisi

Dicembre ha registrato una performance positiva con un aumento del 21%, tuttavia, guardando al 2022, le previsioni delle vendite sono scoraggianti, poiché si prevede che saranno le più basse dal 2013. Nonostante una ripresa nella seconda metà dell’anno, la mancanza di un piano industriale nazionale pesa sulla situazione.

Gli incentivi per i modelli a basse emissioni da soli non sono sufficienti ad incidere sulla situazione. Una panoramica del mese e degli ultimi 12 mesi.

Il mercato dell’auto ha registrato un trend positivo anche a dicembre, il sesto mese consecutivo di crescita.L’incremento è stato del 21% con 104.915 nuove immatricolazioni, rispetto alle 86.717 del dicembre 2021.

Nonostante la crescita costante, il bilancio dell’intero anno 2022 non è stato positivo, con un totale di 1.316.702 unità vendute, in calo di oltre 141.000 rispetto al 2021, una diminuzione del 9,7%.

Questo risultato si avvicina al minimo storico di 1.304.500 immatricolazioni registrate nel 2013. Si conferma un aumento delle immatricolazioni da parte dei privati del 7,4%, che nonostante ciò, ha fatto chiudere il 2022 con una flessione del 15,6%.

Le auto immatricolate dalle case automobilistiche sono calate del 16,3% e alla fine dell’anno sono scese del 16,6%. Il noleggio a lungo termine è cresciuto in modo significativo del 81%, chiudendo il 2022 con un aumento del 18,8%.

Anche il noleggio a breve termine è aumentato in dicembre del 85,5% ma si è fermato alla fine dell’anno con una flessione del 17%. Infine, le società hanno continuato la loro performance positiva con un aumento del 16% in dicembre e del -1% nell’arco di 12 mesi.

Per quanto concerne il noleggio a lungo termine, i contratti risultano in crescita dell’11,4%. Un trend decisamente positivo che con buone probabilità si riconfermerà nel 2023.

Il noleggio a lungo termine è un’opzione conveniente per chi desidera avere un veicolo senza dover effettuare un anticipo. Inoltre, i costi sono predefiniti e la manutenzione del veicolo è solitamente inclusa nel contratto. In questo modo è possibile pianificare con maggiore precisione i costi e non ci sono spese impreviste.

Inoltre, il noleggio a lungo termine consente di cambiare veicolo con maggiore frequenza rispetto all’acquisto, il che significa che è possibile sempre guidare un veicolo nuovo e moderno. Il noleggio a lungo termine può essere utilizzato sia da privati che da professionisti con partita IVA, e ci sono soluzioni di noleggio adatte per entrambi i casi. Solitamente nei contratti di Noleggio a Lungo Termine si può personalizzare il contratto in base alle esigenze del cliente, come ad esempio, aggiungere o togliere opzioni di manutenzione, allungare o accorciare il periodo di noleggio.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Stati generali del Turismo. Schiavo: Parole del Ministro importanti

Pubblicato

il

Stati generali del Turismo

Stati generali del Turismo: “Parole del Ministro Santanché importanti, per il Sud il turismo è l’economia trainante”

Al via la seconda edizione degli “Stati generali del Turismo” a Sorrento, promossi dal Comune della Costiera, con il patrocinio della Regione Campania e di Enit. L’apertura è stata affidata al Ministro del Turismo Daniela Santanchè.

Invitato anche Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania e vicepresidente Nazionale con delega al Mezzogiorno, che ha ascoltato con grande interesse ed apprezzamento le parole del Ministro.

«Ho avuto il piacere di incontrare il Ministro Santanchè- ha commentato Schiavo e ho ascoltato con grande apprezzamento le sue parole. Sottoscrivo soprattutto l’esigenza di fare squadra e di creare sinergie. L’importanza di investire in infrastrutture per migliorare l’accoglienza turistica, come ha sottolineato oggi il Ministro, è fondamentale se si vuole perseguire l’obiettivo di destagionalizzare l’offerta e fare in modo che l’Italia parli una sola lingua nel mondo del turismo. A breve Confesercenti Campania incontrerà di nuovo il Ministro perché abbiamo bisogno di continuare a lavorare su quello che sarà l’utilizzo dei fondi del PNRR che rappresentano una grande opportunità soprattutto per il Mezzogiorno. Confesercenti Campania, così come ha fatto fino ad oggi, continuerà a sostenere le attività del ministero ma soprattutto a fare in modo che si spendano nel modo migliore quei fondi che devono rendere l’Italia forte in Europa».

Nel futuro è necessario offrire servizi e accoglienza efficaci per attrarre i turisti per 365 giorni l’anno. «La speranza – sottolinea Vincenzo Schiavoè che il Mezzogiorno possa, una volta e per sempre, eliminare così quelle che sono le grandi criticità nel turismo, ovvero il funzionamento dei trasporti, il decoro urbano, le infrastrutture obsolete. Lacune che ci hanno reso ultimi in un pezzo di economia fondamentale: il turismo è l’unica opportunità di sviluppo per l’Italia. Rimane, quella turistica, l’unica vera economia forte del Mezzogiorno che va preservata e resa più forte con ogni mezzo. Anche enfatizzando gli imprenditori che investono nel mondo del turismo perché hanno una qualità altissima. Vogliamo continuare a sostenerle con la nostra economia e le strutture interne per la formazione. Confesercenti – conclude il concetto Schiavo farà tutto quello che serve per mettere in condizione gli imprenditori del Mezzogiorno di poter raggiungere i massimi obiettivi».

L’impegno di Confesercenti sul caro energia

Confesercenti è sempre al fianco delle imprese anche con varie iniziative e progetti su altri versanti, complementari alle criticità del comparto turistico.

Il presidente di Confesercenti Vincenzo Schiavo: « Vanno eliminate le criticità relative ai trasporti, al decoro urbano e alle infrastrutture». L’impegno di Confesercenti anche sul caro-bollette.

«Siamo pronti a fare la nostra parte- spiega il presidente Vincenzo Schiavo  anche per risollevare le sorti di quella parte di Ischia colpita dalla frana, ad esempio, a cui abbiamo riservato già diverse settimane la possibilità, tramite Banca Intesa San Paolo, di finanziamenti per 100 milioni di euro per le aziende della zona. Confesercenti si farà carico degli interessi per i prestiti contratti dalle aziende isolane. Interveniamo anche sul caro bollette: grazie al sostegno di Microcredito mettiamo a disposizione, per ciascuna impresa iscritta a Confesercenti, 20mila per il pagamento dell’energia elettrica erogabili in sole 72 ore. Un sostegno economico che l’attività potrà restituire in 36 mesi con tassi agevolati».

Confesercenti Campania

Se ti fa lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Business

Confesercenti Campania a Tuttohotel: Sostegno a imprenditori alberghieri

Pubblicato

il

Confesercenti campania a tuttohotel

Confesercenti Campania a Tuttohotel. Il Presidente Vincenzo Schiavo: “Solo nel 2022 abbiamo sostenuto oltre 300 nuovi B&B con accordi commerciali, finanziamenti e assicurazioni”

Confesercenti Campania a Tuttohotel. Si è tenuto questa mattina il convegno “L’evoluzione del fenomeno extralberghier, customer experience e normativa” nell’ambito della fiera “TuttoHotel” in corso alla Mostra d’Oltremare di Napoli sino a domani.

L’incontro ha avuto il merito di dialogare, analizzando, sul mondo alberghiero ed extralberghiero della Campania, invasa di recente da turisti e sempre più bisognosa di servizi efficienti.

Il convegno, come l’intera fiera, sublima momenti di confronto, nuove opportunità economiche, scambi di idee e commerciali. Soprattutto indirizza le nuove attività ricettive ad avere immediatamente un know-how utile per entrare nel mondo del turismo da protagonisti.

In tal senso Confesercenti Campania si pone come riferimento sia per centinaia di nuovi imprenditori turistici che per coloro che da anni sono sul territorio.

«Abbiamo discusso – ha affermato Vincenzo Schiavo, presidente di Confesercenti Campania su come aiutare nel concreto gli imprenditori a svolgere bene il proprio lavoro, sostenendoli con tutte le nostre attività ma anche con i nostri vari strumenti e servizi assolutamente gratuiti per gli associati e non».

«Basti pensare – prosegue il Presidente di Confesercenti Campania – che nel 2022, solo a Napoli e provincia, abbiamo sostenuto oltre 300 nuovi imprenditori che hanno aperto B&B e affittacamere, con finanziamenti agevolati, accompagnandoli nella sottoscrizione di accordi con aziende che forniscono servizi accessori (colazione, cambio lenzuola, pulizia, ecc…) in sostanza li mettiamo in condizione di poter avere ciò che manca oggi ad una persona quando dà il via ad una impresa».

Confesercenti Campania è sempre più impegnata nel supporto di attività in un mondo, quello del turismo, che deve essere il traino dell’economia della nostra regione.

«Mettiamo a disposizione – spiega il presidente Schiavocanali privilegiati per sottoscrivere assicurazioni convenienti, per sostenere le attività, tramite la nostra banca, la Cassa del Microcredito, con finanziamenti sino a 40mila euro erogabili in poco tempo, le assistiamo anche con tante altre agevolazioni, in virtù di uno staff di professionisti».

«Oggi più che mai – sottolinea ancora Schiavo – Confesercenti è al fianco delle imprese del comparto del turismo con la consapevolezza di essere sia un’associazione che tutela i diritti delle imprese ma anche un organismo che trova spazi per gli imprenditori che hanno la voglia e la capacità di esprimere le loro potenzialità nella nostra città e nella nostra regione».

«Confesercenti – conclude – è sempre a fianco delle imprese, a tutto tondo. E ringrazio per questa fiera, che sono certo diventerà sempre più un riferimento negli anni futuri, il direttore Raffaele Biglietto che ha avuto questa brillante idea».

Il convegno, a cura di Confesercenti, moderato da Paola Ciaramella (Coordinatore AssoHotel) ha visto la partecipazione di Roberto Micera, professore di marketing territoriale alla Unibas, di Vincenzo Capozzoli, presidente AIGO, di Stefano Ateniese, Ufficio Finanza Agevolata Confesercenti Napoli e di Pasquale Limatola, coordinatore Confesercenti Napoli.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Continua a leggere

Trending