Quantcast
Connect with us

Entertainment

Servillo e Patassini sublimi ad Un’Estate da Re.

Published

on

Westley: “Un onore suonare alla Reggia di Caserta”, sublimi Servillo e Patassini. Interviste

Un concerto originale e innovativo che, attraverso le straordinarie voci sublimi di Peppe Servillo e Ilaria Pilar Patassini, ha racchiuso in poco meno di due ore l’epica carriera musicale di Fabrizio De André in chiave sinfonica.

Oltre 2000 spettatori al concerto-omaggio a Fabrizio De André andato in scena giovedì 8 settembre nei cortili del Palazzo Reale

Il secondo appuntamento di Un’Estate da RE, andato in scena alla Reggia di Caserta giovedì 8 settembre, ha incantato gli oltre 2000 spettatori accorsi per assistere il progetto-omaggio al cantautore genovese, scritto e diretto dal compositore inglese Geoff Westley, che ha diretto l’Orchestra Filarmonica del Teatro Verdi di Salerno e il Coro del Teatro dell’Opera di Salerno.

Bocca di rosa, Don Raffae’, Ho visto Nina volare, Hotel Supramonte e La canzone dell’amore perduto, ma anche alcuni brani tratti da “La buona novella”, sono stati riarrangiati in maestosa chiave orchestrale dal Maestro Westley. Interpretati in modo sublime da Servillo e Patassini, che li hanno resi doppiamente preziosi attraverso la loro straordinaria ricchezza espressiva. Brani elevati all’infinito dalle melodie di Orchestra e Coro, nell’incantevole atmosfera offerta dalla Reggia di Caserta.

Geoff Westley

«Una location meravigliosa e soprattutto un pubblico fantastico che ha reagito spesso con entusiasmo, sin dall’inizio – ha raccontato Geoff Westley a fine concerto –. Questa è la prima volta che vengo alla Reggia di Caserta e sono stracontento, è un piacere e un onore suonare qui

Ilaria Pilar Patassini

Per Ilaria Pilar Patassini «Questo progetto riunisce in sé alcuni elementi grandiosi, dati dall’orchestra e dalla location straordinaria e unica, e nuovi classici come le canzoni di Fabrizio De André, che sono fintamente semplici ma in realtà grandiose ed epiche. Gli arrangiamenti di Geoff hanno dato ancor più autorevolezza alle sue canzoni».

Peppe Servillo

«Non è la prima volta che facciamo questo omaggio a Fabrizio De André con l’orchestra diretta da Geoff Westley – ha spiegato Peppe Servilloe si sa che gli artisti con le repliche approfittano per approfondire ancor più il senso e il valore di ciò che fanno. Ritengo che il valore orchestrale ci aiuti a rendere in maniera più consapevole i magnifici testi di Fabrizio De André

Un’Estate da RE tora il 13 settembre alle ore 21, con una tappa del Romantic Tour” di Mario Biondi. Un’Estate da Re è programmata e finanziata dalla Regione Campania (fondi POC 2014-2020). È organizzata e promossa dalla Scabec in collaborazione con il Ministero della Cultura, la Direzione della Reggia di Caserta. Vede, inoltre, la collaborazione il Comune di Caserta e il Teatro Municipale “Giuseppe Verdi” di Salerno. Mentre la direzione artistica del Maestro Antonio Marzullo.

Info su: www.unestatedare.it

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Entertainment

“La legge dell’Amore”, il libro di Cristina Vaira

Published

on

La legge dell'amore

“La legge dell’Amore” di Crisitna Vaira è un viaggio verso la riscoperta della verità che saprà guarire la mente, il corpo e lo spirito

Casa Editrice: Jandro & Cristina Publishing
Genere: Narrativa ispirazionale
Pagine: 192
Prezzo: Ebook € 3,98

Cos’è importante nella vita? Per alcuni la famiglia, per altri un buon lavoro e la sicurezza economica, per altri ancora la salute o concetti più astratti come la libertà, l’amicizia, l’amore.

Non c’è una risposta unica, poiché ogni individuo ha il suo bagaglio di esperienze e il personale percorso di vita.

Ciò che è certo, è che tutti, in un modo o nell’altro, devono affrontare delle sfide, attraversare dei dolori e vivere delle gioie.

Di questo e di molto altro parla il nuovo libro di Cristina Vaira, intitolato “La Legge dell’Amore” (Jandro & Cristina Publishing edizioni).

Si tratta di “un viaggio verso la riscoperta della verità, una verità che saprà guarire la mente, il corpo e lo spirito”.

Protagonista di questo viaggio è Alma, una giovane donna che si sta impegnando al massimo per poter prendere la guida della Grande Biblioteca e avere così il controllo sul moto continuo messo in atto dai libri che custodisce.

Ovviamente la storia è una grande e profonda metafora sull’animo umano, sui suoi sentimenti e sulle esperienze che in vario modo segnano l’esistenza dell’individuo.

Alma ha quasi raggiunto l’equilibrio, ma un evento inaspettato la fa crollare. Dovrà intraprendere un nuovo cammino, ritrovare la strada giusta e riacquistare l’equilibrio.

L’unico modo per raggiungere questo nuovo traguardo è accettare pienamente la legge dell’amore, che consiste in una sola cosa: il perdono.

«Il Perdono è donare a qualcun altro la libertà dai suoi errori, e, nel preciso istante in cui smetti di vedere l’altro colpevole, liberi anche te stesso dalle colpe, dall’odio, dal risentimento e dalla rabbia; per questo diventa un doppio regalo. Il Perdono è la chiave che apre il cuore di qualcun altro e, nel momento in cui viene donata, quella stessa chiave aprirà̀ anche il tuo cuore».

Con questo romanzo dai toni quasi fiabeschi, dalle tinte tenui e delicate, Cristina Vaira insegna al lettore, senza presunzione o retorica, cosa è veramente necessario per sentirsi liberi e in pace con sé stessi.

Link di vendita

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

Entertainment

Quarto città dei Libri: incontro con Gigi Di Fiore a Casa Mehari

Published

on

Quarto città dei Libri

L’autunno di Quarto Città dei Libri presenta di “Il gerarca che sfidò Mussolini. Aurelio Padovani e il fascismo meridionale”

La sezione autunnale di “Quarto Città dei Libri” si apre con la presentazione dell’ultimo lavoro di Gigi Di Fiore.

Il giornalista e saggista presenterà “Il gerarca che sfidò Mussolini. Aurelio Padovani e il fascismo meridionale” edito da Utet nel 2022. Nell’occasione sarà anche possibile conversare con l’autore sugli argomenti delle sue precedenti pubblicazioni. Esse hanno approfondito temi come la storia sull’Unità, della camorra e della napoletanità.

Interviene Raffaella de Vivo, assessore alla cultura del Comune di Quarto. Letture di Arturo Delogu. Presenta il giornalista Rosario Scavetta.

Sinossi

Nell’ottobre del 1922, il Partito fascista raduna le sue forze a Napoli, in quella che appare una dimostrazione intimidatoria in vista della marcia su Roma.

Tra gli organizzatori dell’adunata c’è uno dei capitani del Sud, leader del fascismo campano delle origini: il gerarca Aurelio Padovani. Volontario della guerra di Libia e reduce pluridecorato (e mutilato) della Grande guerra, Padovani è un antisocialista feroce con un incredibile ascendente sui lavoratori napoletani. Mussolini ne intuisce subito le capacità e lo vuole accanto a sé nella sua scalata verso palazzo Chigi, che non può fare a meno di sostegni nel Mezzogiorno.

Ma il loro sodalizio è destinato a incrinarsi. Il duce e Padovani hanno idee molto diverse su come il nuovo partito debba allargare la propria base elettorale.

Contrariamente a Mussolini, Padovani non vuole stringere alleanze con i nazionalisti, espressione al Sud del potere stantio ed elitario dei vecchi notabili. Il partito che sogna è repubblicano, vicino ai liberali, garante della tranquillità e indisponibile a qualsiasi compromesso.

Lo scontro tra i due si inasprisce di giorno in giorno, arrivando all’espulsione di Padovani dal partito, finché, nel 1926, il capitano e otto dei suoi fedelissimi restano uccisi nel crollo del balcone della sua casa-studio in via Orsini, nel quartiere di Santa Lucia a Napoli.

Su quella disgrazia aleggiano molti dubbi, tanto che la folla acclamante raccolta sotto casa del “ribelle in camicia nera” sospetta subito un attentato e si riversa per le strade a caccia di un colpevole.

Le indagini e il processo smentiranno questa ipotesi, la svolta autoritaria del regime nasconderà i contrasti pregressi e Padovani cadrà nel dimenticatoio.

In occasione del centenario della marcia su Roma, Di Fiore, grazie a una monumentale ricerca su inediti atti processuali rimasti finora sepolti negli archivi e fonti giornalistiche dell’epoca, svela una storia dimenticata che ci pone davanti uno di quei bivi in cui si determinò il futuro del paese: cosa sarebbe stato il fascismo senza la caduta di quel balcone?

Il successivo evento per la rassegna “Quarto città dei Libri” è per venerdì 7 ottobre con Sara Bilotti che presenterà il suo “Eden” edito da Harper Collins Italia.

L’ingresso alla rassegna letteraria “Quarto Città dei libri” è gratuito. I libri presentati saranno donati alla Biblioteca di Casa Mehari, uno dei progetti dell’associazione temporanea di scopo a cui è affidato il bene.

L’a.t.s. è composta dall’associazione di volontariato “La Bottega dei Semplici Pensieri” (capofila), la cooperativa “La Quercia Rossa”, l’associazione culturale “Artemide” e l’associazione di promozione sociale “Dialogos”.

Per gli eventi che si svolgono a Casa Mehari è attivo il bar interno gestito dalla Cooperativa Sociale “La Quercia Rossa”.

Non è consentito il parcheggio all’interno del complesso e nelle strade intorno alla villa. Necessario parcheggiare lungo via Pozzillo raggiungere a piedi, in due minuti, Casa Mehari. 

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

Entertainment

Palazzo Reale di Napoli, dal 1° ottobre “Un sabato da Re”

Published

on

palazzo reale di napoli

“Un sabato da Re”: tornano al Palazzo Reale di Napoli le aperture serali al costo straordinario di 2 euro

Nell’ambito dei progetti di valorizzazione 2022, il Palazzo Reale di Napoli organizza nei mesi di ottobre e novembre l’iniziativa “Un sabato da Re”. Essa prevede l’apertura straordinaria serale al pubblico dalle ore 20.00 alle 23.00 (ultimo ingresso alle ore 22.00) al costo ridotto di 2 euro

Dopo il successo estivo dei venerdì con 8.000 visitatori nei sei appuntamenti ad agosto e settembre, programmate altre cinque aperture dalle 20 alle 23 nei mesi di ottobre e novembre

La prima data, il 1° ottobre, è stata scelta in coincidenza con la rassegna “Campania Libri Festival della lettura e dell’ascolto”. Il festival si svolgerà nei porticati del Palazzo dal 29 settembre al  2 ottobre 2022.

Sarà un fine settimana intenso anche in previsione dell’apertura gratuita, il 2 ottobre, per l’iniziativa ministeriale “Domenica al Museo”. Durante tale iniziativa sarà possibile visitare l’Appartamento Storico dalle 9.00 alle 20.00 (ultimo ingresso ore 19.00)

Le aperture avranno cadenza quindicinale e, quindi, il Palazzo Reale aprirà le porte anche il 15 e il 29 ottobre, mentre le date scelte per i mesi di novembre sono il 5 e il 19.

Quest’estate l’iniziativa delle aperture serali ha riscosso un notevole successo. Ha fatto, così, registrare un numero di visitatori che ha di poco superato le 8.000 unità nei mesi di agosto e settembre. Durante tale periodo effettuate sei aperture straordinarie serali con l’iniziativa “Venerdì a Palazzo”.

Durante le aperture serali resteranno chiusi al pubblico il Giardino Romantico e la Galleria del Tempo, visitabili durante i consueti orari e giorni di apertura. Non sarà possibile prenotare il biglietto per l’iniziativa “Un sabato da Re”, che sarà acquistabile direttamente a Palazzo Reale, in Piazza del Plebiscito.

Info: www.palazzorealedinapoli.org

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

Entertainment

Pace, Guerra e Ucraina a Casalnuovo: Giovanni Nappi incontra Marco Gallipoli

Published

on

Pace, Guerra e Ucraina a Casalnuovo

Reading Letterario sui temi della pace, della guerra e dell’Ucraina nella Biblioteca di Casalnuovo. Appuntamento lunedì 10 ottobre ore 10.00 in Biblioteca in Via Roma 148

Saranno affrontati i temi di pace, guerra ed ucraina durante il reading letterario nella Biblioteca di Casalnuovo in occasione della presentazione del libro di Marco Gallipoli “La parte più buia della notte”.

Pare che il “tema guerra” sia svanito ultimamente da troppe riflessioni. Si parla di bollette. Di crisi del gas. Certo, ci mancherebbe. Speriamo chi di competenza risolva presto qualcosa in merito. Ma intanto? Intanto c’è la guerra, c’è l’Ucraina, gli ucraini”, così Giovanni Nappi, direttore della Biblioteca Sociale Giacomo Leopardi di Casalnuovo di Napoli, annuncia l’incontro con Marco Gallipoli.

Marco Gallipoli, con il suo libro: “La parte più buia della notte” presenta una straordinaria testimonianza di quella notte, dell’inizio della guerra, dei bambini, delle donne, della gente che fugge o che muore. Ci racconta la fuga a piedi dall’Ucraina con i suoi bambini, ai quali dice: “È tutto un gioco”.

Marco Gallipoli ha spiegato di aver deciso di partire per mettere in salvo i suoi bimbi, Aurora e Flavio, di 7 e 9 anni. La loro mamma è rimasta nella sua città di origine

Il libro

La parte più buia della notte è un road movie su carta, girato con gli occhi carichi di apprensione, compassione e speranza da Marco Gallipoli, fotografo italiano che in Ucraina ha trovato una patria elettiva, grazie anche al rapporto con sua moglie Ustyna, che lo ha introdotto ai valori di una cultura ricca, stratificata, impregnata dal paradigma slavo, ma rivolta allo stesso tempo verso l’Europa.

L’appuntamento 

Reading Letterario | 10 ottobre ore 10.00 in Biblioteca | Via Roma 148, Casalnuovo di Napoli, NA | La parte più buia della notte.

Nappi dialogherà con l’autore, alla presenza di ragazzi delle scuole del territorio.

Il Reading Letterario è affidato alla voce di Kurush Giordano Zangaro, accompagnato dal suono dell’arpa di Gianluca Rovinello.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Continue Reading

Entertainment

Rumbleverse il gioco battle royale che sta conquistando i gamers

Published

on

Rumbleverse

Il gioco Rumbleverse uscito quest’anno sta andando per la maggiore e attrae sempre più l’interesse degli streamer

Rumbleverse un gioco pubblicato quest’ anno da “Epic Games“. Il gioco è un insieme di Fortnite e Wrestling, non ha armi da fuoco ma solo mosse speciali, pugni e calci. Si può anche personalizzare il proprio personaggio. Puoi renderlo con i muscoli o far indossare pantaloni grigi e maglietta grigia. Puoi anche renderlo magro o deciderne il sesso.

In combattimento ci sono delle “pozioni” di diverso colore per aumentarti la vita per l’energia per correre e combattere. C’è anche la tempesta come in Fortnite però a differenza di quest’ultimo, non toglie vita ma energia.

Il gioco dispone anche di missioni per ottenere oggetti da far indossare al proprio personaggio e la Epic Games regala ogni settimana dei pacchetti sempre per “customizzare” il proprio personaggio. Il gioco ha anche un battle-pass dove potrai avere oggetti, vestiti e nuove missioni per aumentare di livello.

Gli streamer si stanno molto nell’ultimo periodo a questo nuovo prodotto. È possibile giocare a questo gioco da computer PS4 PS5 Switch e XBox. Il tutto previa registrazione al portale ufficiale della Epic Games. Ecco il video del trailer ufficiale https://youtu.be/__VHVx1B29g. Buon divertimento!

Ti potrebbe piacere leggere anche questo altro pezzo sui games: Roblox è un gioco per tutti. Adatto anche ai ragazzi più piccoli di età è semplice ma davvero divertente e aiuta a sviluppare la fantasia

Continue Reading

Entertainment

Videogiochi, le ultime tendenze: una panoramica

Published

on

Il futuro dei videogiochi

Videogiochi, un mercato che oggi supera i 150 miliardi di dollari di ricavi. Si stima che quasi la metà della popolazione mondiale giochi con i videogame

Al giorno d’oggi i videogiochi si rivelano essere facilmente non solo una fonte di divertimento, ma anche di profitto.

L’industria globale del gaming supera abbondantemente i 150 miliardi di dollari di ricavi. In totale è possibile stimare che quasi metà della popolazione mondiale giochi più o meno assiduamente con i videogame.

Di conseguenza, chi lavora nel settore non può fare a meno di tenere d’occhio le ultime tendenze e studiare tutte le soluzioni possibili per sbaragliare la concorrenza.

L’offerta complessiva si è voluta e soprattutto negli ultimi anni sono state proposte al grande pubblico attrazioni di vario genere, complice la diffusione degli smartphone.

Da tempo i più giovani scoprono i videogiochi proprio grazie ai telefonini. Attraverso questi ultimi, infatti, è possibile scegliere tra migliaia e migliaia di app con le quali svagarsi.

Tra queste non mancano software dedicati ai classici giochi di carte. Non solo, anche il mondo delle slot online ha trovato nuova linfa grazie agli store digitali.

Sia i giochi virtuali sia i videogame veri e propri possono essere eseguiti con un touchscreen, senza doversi dotare di periferiche aggiuntive.

Molti giochi hanno il vantaggio di favorire la socializzazione tra i partecipanti. Che si tratti di una partita a poker o ad “Among Us”, la conoscenza di nuove persone è diventata per certi versi una caratteristica peculiare del gaming. L’interazione tra i giocatori è stata estremizzata al massimo.

I titoli che vanno per la maggiore continuano ad essere oggi i vari capitoli delle serie “FIFA” o “Call of Duty”, rispettivamente una simulazione calcistica e uno sparatutto, ma reggono botta anche i grandi marchi di una volta come “Pokémon”, che nel 2022 ha continuato a sfornare nuove sorprese per gli appassionati.

A riscuotere grandi consensi sia da console sia da mobile sono i giochi della serie “Mario Kart”, basati sulle corse di automobili guidate dai più celebri personaggi della Nintendo. È solo questione di tempo prima che i gamer si ritrovino a scoprire versioni ancora più aggiornate di giochi tanto famosi. Il progresso tecnologico sta seguitando come non mai a investire anche i videogiochi, tra tecnologie immersive come il metaverso.

A poco a poco, il gioco si sta quasi fondendo con la realtà. Un esempio è rappresentato dallo sfruttamento del GPS e della realtà aumentata in un’app di successo come “Pokémon Go”, diventata un trend mondiale soprattutto nel 2016.

Presto potremmo ritrovarci a indossare dei veri e propri visori per godere di un’esperienza videoludica ancora più realistica, così da avere la sensazione di entrare fisicamente in contatto con interi mondi da esplorare.

Le innovazioni attese dal comparto dei videogame riguardano anche la connettività, comunque. Si tratta di un elemento indispensabile per garantire una modalità multiplayer, senza la quale, probabilmente, oggi in tanti abbandonerebbero controller e console.

Le tendenze del medium videoludico, insomma, non si riassumono semplicemente nelle classifiche dei giochi più venduti nel corso dell’ultimo anno solare. Le innovazioni sono costantemente dietro l’angolo.

Basti pensare al cloud gaming, un servizio che sta già permettendo a migliaia di gamer di giocare a titoli da remoto, senza eseguirli direttamente su un proprio dispositivo. Chissà che in futuro non si scopra addirittura un modo per giocare senza touchscreen e controller…

Iscriviti al nostro Canale Telegram

Continue Reading

Trending

Punto! il Web Magazine


"Punto!" il Web Magazine è un giornale Fondato nel 2011 da Vincenzo Perfetto e Carmine Sgariglia.

Edito dall'Associazione Culturale PuntoGiovani Qualiano.

Registrazione Tribunale di Napoli n° 31 del 30 marzo 2011.


Direzione


Direttore Responsabile

Carmine Sgariglia

Direttore Editoriale

Vincenzo Perfetto


Copyright


Copyright © 2011 - 2022

Punto! il Web Magazine"