Quantcast
Connettiti con noi

News

Giugliano soccorre il Giudice di Pace, 2 dipendenti per evitare chiusura

Pubblicato

il

Giugliano soccorre il Giudice di Pace di Marano, distaccati due dipendenti per evitare la chiusura del presidio di legalità

Giugliano soccorre del Giudice di pace mettendo a disposizione due dipendenti. L’iter per il distacco dei due dipendenti del Comune di Giugliano al giudice di pace di Marano, iniziato a fine novembre, si é concluso.

Con Delibera del 12/01/2017, infatti, la giunta ha stabilito il distacco di due dipendenti comunali presso gli uffici del Giudice di Pace di Marano a far data dal 1 febbraio. Il fine è quello di scongiurare la chiusura degli uffici ed il trasferimento ad Aversa nei già ingolfati uffici giudiziari.

Il Comune di Giugliano, infatti, per scelta dei Commissari Prefettizi non faceva parte della consorzio dei Comuni. Tale convenzione dal 2012 garantisce il funzionamento degli Uffici del Giudice di Pace. Tale scelta fu dettata dai criteri di suddivisione dei costi di gestione, fortemente penalizzanti per Giugliano.

Giugliano soccorre il Giudice di Pace – Il sindaco Poziello

“Di fronte all’eventualità di chiusura immediata degli uffici del Giudice di Pace per carenza di personale, l’attuale Amministrazione sin da subito ha dato la disponibilità ad intervenire a supporto e sostegno degli altri comuni, a condizione che si intervenisse solo con apporto di personale senza ulteriori costi aggiuntivi”, spiega il Sindaco, Antonio Poziello. Il primo cittadino sottolinea l’enorme sforzo “per un Comune abbondantemente sotto organico”.

L’assessore Marino

“Il nostro vuole essere un atto di responsabilità, – afferma l’assessore Miriam Marino – poichè la chiusura di quegli uffici avrebbe determinato il blocco delle udienze per almeno due anni. Ciò consequenzialmente avrebbe penalizzato quanti, giuglianesi e non, devono necessariamente ricorrere, per valore e materia, a quegli uffici giudiziari per chiedere giustizia”.

Consigliera Poziello

“Mantenuoto l’ impegno assunto dall’Amministrazione”, rimarca la consigliera Laura Poziello, della Lista “Antonio Poziello Sindaco”.

Si tratta di un atto di grande consapevolezza e coscienziosità al quale mai questa amministrazione si sarebbe sottratta -spiega-. Dopo tanti sforzi, rispettati gli impegni e raggiunto il risultato. Finalmente, scongiurata la peggiore soluzione, nel più breve tempo possibile, si apriranno nuove prospettive per il futuro della struttura del Giudice di Pace di Marano”.

Consigliere Iovinella

Il consigliere Francesco Iovinella capogruppo “Giugliano libera” afferma poi: “Duro e faticoso l’iter affrontato. Non abbiamo desistito di fronte alle tante difficoltà riscontratesi perché il giudice di pace di Marano è troppo importante per il nostro territorio. Abbiamo posto in essere tutte quelle misure e azioni necessarie per poter trovare una soluzione efficiente ed efficace legata proprio ad una carenza di organizzazione degli uffici”.

Consigliere D’Alterio

“Il nostro impegno registra la volontà forte di mantenere un importante presidio di legalità sul territorio, nonostante le difficoltà che si hanno nel reperimento di risorse”. Così dichiara, poi, il consigliere Giuseppe D’alterio (Lista Verdi).

Trending