Quantcast
Connettiti con noi

News

Qualiano: risolta la vicenda dei lavoratori della raccolta licenziati

Pubblicato

il

Risolta la vicenda dei lavoratori addetti alla raccolta della differenziata licenziati il 31 maggio scorso: saranno reintegrati.

Dopo circa quattro giorni, due proteste e due incontri sembra essersi risolta in meglio la vicenda dei dieci lavoratori licenziati il 31 maggio scorso.

Dopo il secondo incontro avvenuto il 7 giugno mattina, tra il Sindaco, rappresentanti sindacali, vertici della Multiservizi e consiglieri comunali di maggioraza e minoranza, i lavoratori ritorneranno ai loro posti fino al termine del contratto.

Ad annunciarlo lo stesso sindaco di Qualiano Raffaele De Leonardis, attraverso uun post affidato alla sua Pagina Facebook.

“Questa mattina al comune si è tenuto un incontro a cui hanno partecipato i lavoratori, i rappresentanti sindacali, i vertici della Multiservizi, assessori e consiglieri comunali di maggioranza e minoranza. L’incontro si è concluso con la soddisfazione di tutti, in primis dei lavoratori licenziati che da stasera torneranno a lavoro fino al termine del contratto”. Cosi ha esordito il sindaco nel comunicato.

Ha poi elencato i punti chiave dell’incontro:

“È stato chiarito che il Comune di Qualiano non ha alcun debito nei confronti della Multiservizi, ed anzi, versa quanto deve con 15 giorni di anticipo”.

“Da parte del consorzio Omega, sarà effettuato ad horas un aggiornamento del contratto più consono alle mansioni svolte dai lavoratori, garantendo condizioni più adeguate e giuste”.

“Grazie al rientro dei lavoratori, stiamo procedendo con una riorganizzazione del servizio di raccolta rifiuti che punta a migliorare l’efficienza e la qualità del servizio”.

“Questa amministrazione, pur non avendo responsabilità, ha agito da buon padre di famiglia riuscendo ad ottenere il risultato sperato da tutti. Un ringraziamento sincero a tutte le parti in causa che hanno dimostrato grande sensibilità e disponibilità nel risolvere la situazione”. Cosi ha concluso De Leonardis.

Trending