Quantcast
Connettiti con noi

Sports

GP Imola: Vince Verstappen, poi Norris e Lercler

Pubblicato

il

Gp di Imola. Nelle tribune pulsava un cuore Ferrari, ma la pista ha detto ancora una volta che Verstappen è il più forte

GP di Imola, l’Italia in generale, regala sempre emozioni uniche. La marea rossa anche stavolta non ha tradito, i veri vincitori sono stati loro e sentire l’inno di Mameli cantato sotto il podio, dimostra la voglia che hanno di vincere.

Le tribune pulsavano di Ferrari anche se la pista ha detto ancora una volta che Verstappen è il più forte e mai come oggi ha vinto lui la gara.

Eppure, il weekend per il campione del mondo non era inizato bene. La RedBull sembrava in grande difficoltà ma la notte evidentemente ha portato i consigli giusti. Dopo la pole di sabato è arrivata la vittoria domenica.

La gara di Imola ha confermato una cosa, la RedBull non è aliena, Ferrari ma soprattutto McLaren non sono così lontane, anzi.

Dietro, nella prima parte di gara, splendida battaglia tra Ferrari e McLaren a suon di giri calcolati al millesimo.

Andiamo in ordine. Tutti bravi in partenza, nessun incidente al via e piloti attenti a non perdere posizioni al via. I primi giri dimostrano quelli che sono i nuovi valori in pista, RedBull, McLaren e Ferrari con un passo praticamente simile.

Al giro 23 iniziano i pit stop per i big. Le Mclaren rompono gli indugi e si fermano per primi, poi Verstappen e successivamente entra Leclerc. La strategia penalizza però Sainz che fermandosi dopo, perde una posizione su Piastri. In mezzo al gruppo battaglia tra Mercedes, Haas e Stroll per le altre posizioni che valgono i punti.

Pista che si presta poco ai sorpassi, una solo zona di drs e questa cosa ha inciso molto togliendo spettacolarità alla gara a vantaggio della strategia, della bravura dei piloti nel cercare il limite ad ogni chilometro di pista.

Dopo la sosta, arriva una conferma, la Ferrari si mostra più gentile sulle gomme e piano piano Leclerc recupera qualcosa su Norris mentre Verstappen, giro dopo giro allunga senza però scappare via.

Ultimi 20 giri diventano un cardiopalma per il secondo gradino del podio. La Ferrari che va a caccia della McLaren con un Leclerc che si avvicina a Norris arrivando fino a prederlo. Un errore al giro 48 fa respirare il pilota della McLaren facendo svanire le speranze di Leclerc di arrivare secondo ma accende Norris.

Gli ultimi 15 giri sono uno spettacolo con Norris che arriva praticamente dietro Verstappen. Il campione del mondo soffre, lotta e porta a casa una delle vittorie più sudate di sempre.

Quarto un ottimo Piastri e quinto Sainz. Chiudono la zona punti Hamilton, Russell, Perez, Stroll e Tsunoda. Verstappen allunga in classifica ma oggi l’ha vinta lui, basta vedere l’ottavo posto del compagno di squadra per capire quanto c’è di Max in questa vittoria.

La McLaren conferma di avere non solo annullato il gap con la Ferrari ma che è al livello della RedBull.

La Ferrari chiude a 8 secondi dal duo Verstappen/Norris confermando delle buone indicazioni dalla prima parte di aggiornamenti arrivati oggi.

Domenica prossima si replica nello fantastico scenario di Montecarlo, pista assolutamente anomala rispetto alle altre.

Imola forse ha dato inizio ad una nuova formula uno, più spettacolare, più combattuta.

Trending