Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Elezioni regionali Basilicata: Vince il centrodestra. Ecco i numeri

Pubblicato

il

Elezionii regionali basilicata

Elezioni regionali in Basilicata: riconfermato il presidente uscente, Vito Bardi sostenuto dal centrodestra e Azione. Il primo partito è quello dell’astensionismo

Elezioni regionali in Basilicata. Le urne riconsegnano la Regione al centrodestra riconfermando il presidente uscente Vito Bardi, sostenuto da una coalizioni formata da Fratelli d’Italia, Forza Italia, Lega, Orgoglio Lucano, Azione, Democrazia Cristiana – UDC – Popolari Uniti e La Vera Basilicata.

Sconfitto ancora una volta il Campo Largo, con il suo candidato Piero Marrese sostenuto da Partito Democratico, Basilicata Casa Comune, Movimento 5 Stelle, Alleanza Verdi Sinistra – PSI – La Basilicata Possibile e Basilicata Unita.

Analizzando i numeri è palese che in Basilicata il primo partito è quello dell’astensionismo che per queste elezioni regionali ha raggiunto il risultato del 50,19%. Dei 567.939 elettori, coloro che sono andati alle urne sono 282.886 (49,81%). Le schede nulle sono 9441, 3090 quelle bianche e 19 quelle contestate secondo quanto riportano i dati di Eligendo.

La coalizione di centrodestra con l’aggiunta di Azione ha raccolto il 57,52% dei voti, paria al 150.381 consensi, conquistando dodici seggi nel Consiglio Regionale.

Quattro seggi li prende Fratelli d’Italia con il 17,39% pari a 45.458 voti; tre per Forza Italia conquista il 13,01% con 34.018 consensi.

Due sono i seggi conquistati invece dalla Lega che si attesta al 7,81% con 20.430 consensi; sono due anche i seggi per Azione che conquista il 7,51% pari a 19.646 voti, importante l’ingresso di Pittella che entra in Consiglio regionale.

Un solo seggio invece per Orgoglio Lucano che raggiunge il il 7,03% con 18.371 consensi. Per la coalizione di centrodestra non entrano in Cosiglio Regionale Democrazia Cristiana – UDC – Popolari Uniti che arriva al 2,54% con 6.636 consensi. Stessa sorte per la Vera Basilicata che raggiunge il 2,23% pari a 5.822 voti.

Vito Bardi diventa Presidente della Giunta regionale della Basilicata con il 56,63% pari a 153.088 voti, circa tremila in più della coalizione che lo sostiene.

Un altro tonfo per il campo largo o progressista che dir si voglia. La coalizione ha raccolto il 41,36% pari a 108.135 consensi che conquistano sette seggi nel Consiglio Regionale della Basilicata.

Evidentemente la proposta politica non ha convinto i lucani, anche per quanto accaduto tra Conte e Schlein.ù

Dei sette seggi che vanno all’opposizione, due al Partito Democratico che conquista il 13,87% pari a 36.254 voti, confermadosi secondo partito in Basilicata; due seggi per Basilicata Casa Comune che ottiene 29.228 voti pari all’11,18%; due seggi anche per il Movimento 5 stelle che raggiunge il 7,66% pari a 20.026 voti; un solo seggio invece per Alleanza Verdi Sinistra – PSI – La Basilicata Possibile che raggiunte il 5,79% pari 15.144 voti. Non entra nel Consiglio regionale Basilicata Unita che raggiunge il 2,86% pari a 7.483 consensi. Un seggio anche per il Candidato Presidente Piero Marrese che si ferma al 42,16% pari a 113.979 dei consensi, che conquista 5.844 voti in più rispetto a quanto ottenuto dalla coalizione che lo sosteneva.

Non entra in Consiglio regionale il Candidato Presidente di VOLT Basilicata, Eustachio Follia. Per lui – alla prima presentazione del simbolo della formazione politica europea – 3.269 consensi pari all’1,21%. Il partito ha raccolto 2.947 voti pari all’1,13.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending