Quantcast
Connettiti con noi

Sports

Ndicka sottoposto a esami a Villa Stuart: Esito negativo per problemi cardiaci

Pubblicato

il

Roma-Udinese
foto da redazione

Evan Ndicka sottoposto a nuovi esami a Villa Stuart: esito negativo per l’esame sui problemi cardiaci, il giocatore è in rimessa

Ieri, presso la rinomata struttura medica di Villa Stuart, il difensore della Roma Evan Ndicka è stato sottoposto a una serie di nuovi esami, di terzo livello, finalizzati alla valutazione della sua salute cardiaca. I risultati hanno dato esito negativo per eventuali problemi cardiaci, confermando così la stabilità cardiaca del giocatore.

Questa nuova fase di esami fa seguito al recente episodio di pneumotorace che ha colpito Ndicka durante una partita. Il giovane difensore, dopo l’incidente, è stato immediatamente sottoposto a controlli medici approfonditi, che hanno portato alla decisione di concedergli un periodo di riposo per il recupero e ulteriori valutazioni sulla sua condizione polmonare.

Rassicurante è stata anche la dichiarazione del tecnico giallorosso, Daniele De Rossi, che ha confermato il buono stato di salute di Ndicka. “Ndicka sta bene, per quanto possa star bene un ragazzo che ha subito questo pneumotorace”, ha affermato De Rossi in una conferenza stampa tenutasi in vista del ritorno dei quarti di finale di Europa League contro il Milan.

De Rossi ha inoltre espresso gratitudine per il supporto ricevuto e ha sottolineato l’importanza della coesione all’interno della squadra in momenti di difficoltà. Ha evidenziato il fatto che la decisione di non riprendere la partita a Udine dopo l’incidente di Ndicka è stata presa con sensibilità e coerenza, riflettendo l’unità e il sostegno reciproco presenti nel gruppo.

“Abbiamo fatto quello che sembrava sensato fare“, ha commentato De Rossi, riferendosi alla decisione di interrompere la partita. “Penso che ogni allenatore avrebbe reagito come ho fatto io e ogni giocatore si sarebbe irrigidito non sapendo le condizioni del compagno. Non ci sono insegnamenti, ma dei momenti in cui uno deve fare quello che è giusto e normale. Noi siamo stati molto uniti, non c’era uno che voleva continuare a giocare. È bello vedere che ci scopriamo famiglia anche in questi momenti”.

L’episodio ha evidenziato l’importanza della salute e del benessere dei giocatori, non solo come atleti ma anche come individui, e ha mostrato la solidarietà e la coesione all’interno della squadra giallorossa in situazioni di emergenza. Con l’esito negativo degli esami cardiaci, Ndicka potrà ora concentrarsi sul suo recupero e tornare in campo al più presto per contribuire al successo della Roma.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X e Instagram

Trending