Quantcast
Connettiti con noi

Sports

Gp Giappone: Vince Verstappen davanti a Perez poi le due Ferrari

Pubblicato

il

Gp Giappone - Verstappen

Gp Giappone: Verstappen davanti a tutti. La risposta della Red Bull non si è fatta attendere. L’olandese mette tutti in fila

Dopo il Gran Premio di Melbourne, l’attesa per questo gran premio era enorme e la reazione di Verstappen e Red Bull non si è fatta attendere durante il Gp del Giappone.

Il campione olandese ha messo tutti in fila, vincendo la gara davanti al compagno di squadra Perez ed allungando in classifica generale.

La sorpresa della giornata è la Ferrari, può sembrare strano ma è così. Quello che era il problema dello scorso anno, sembra sparito. Il degrado gomme che tanto ha fatto penare i piloti di Maranello, al momento è un problema risolto.

Oggi, la gara di Leclerc dimostra proprio questo. Partito ottavo, a causa di una qualifica disastrosa, il pilota monegasco, con una strategia diversa, con una sosta sola, riesce a recuperare fino ai piedi del podio, chiudendo quarto, dietro al compagno di squadra Sainz, terzo.

La gara

La gara parte subito con uno spevento, un incidente nel primo giro tra Ricciardo ed Albon che costringe i piloti ad una nuova ripartenza.

Nei primi giri la sola lotta interessante è quella tra Russell e l’idolo di casa Tsunoda che supera il pilota Mercedes ma subisce il contrattacco subito dopo.

Al giro undici inizia la girandola dei pit stop. Inizia la gara capolavoro di Leclerc, si mette in gestione gomme e mantenendo un ritmo costante, riesce ad azzeccare la strategia ,quella di fare una sola sosta.

L’azzardo si dimostrerà vincente almeno per ottenere il quarto posto finale. Leclerc riesce a mantenere la vita della gomma gialla fino al giro 26 per poi montare le hard ed andare fino alla fine.

Dietro le due Ferrari, chiudono la zona punti Norris, Alonso, Russell, Piastri, Hamilton ed il giapponese Tsunoda.

Il gran premio del Giappone ha confermato quelli che sono i valori in pista, la Red Bull è la monoposto più veloce ma la Ferrari ha dimezzato il distacco rispetto allo scorso anno.

Bisogna ricordare con in questa gara non ha portato nessun aggiornamento sulla vettura cosa fatta da Red Bull. Anonima la gara di Mercedes e soprattutto Mclaren.

La scuderia inglese doveva difendere il secondo e terzo posto ottenuto l’anno scorso. Oggi ha chiuso quinta con Norris e ottavo con Piastri.

La prossima gara, in Cina, potrebbe leggermente cambiare i valori in pista e magari avere una Ferrari capace di lottare anche per la vittoria.

Trending