Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Licenziamenti in CIC a Bacoli: Il Re è nudo

Pubblicato

il

In un’inedita relazione del 7 maggio 2020 emerge la volontà del Sindaco di licenziare e non voler riassumere i due guardiani licenziati nel settembre 2019

Ieri il CIC ha pubblicato una relazione del 7 maggio scorso con la quale il Liquidatore spiega che “non sussiste alcuna condizione per ipotizzare a qualsiasi titolo una riassunzione dei ricorrenti”.

Si riferisce ai due guardiani licenziati per – secondo il CIC – “una condotta riprovevole, aggravata da una difesa preoccupata di scaricare, senza ritegno, su altri la responsabilità dell’accaduto”.

Cioè dello “scandalo” di oltre 145 mila euro di ammanchi in biglietti, di oltre 18 mila euro di rimborsi spese non giustificati, di oltre 30 mila euro indebitamente trattenuti da associazioni.

La relazione indugia sulle mancanze dei licenziati per “evitare che una deriva mediatica, alimentata a senso unico, trasformi la Società e l’Amministrazione, in spietati carnefici di vittime sacrificali”.

Amministrazione che è stata parte attiva in tutta la vicenda. Scrive infatti il Liquidatore che “il Sindaco dichiarò di aver dato indirizzo di perseguire con la massima durezza i responsabili”.

Il Sindaco poi, nell’assemblea dell’8 maggio, ha escluso “sussistano le condizioni per la riammissione dei lavoratori” precisando che “sul licenziamento il Comune ha pienamente condiviso la posizione del CIC”.

Questo però a maggio… Sei mesi dopo, il 27 ottobre, il giudice del lavoro ha ribaltato tutto, considerando illegittimo il licenziamento dei due guardiani.

Il giudice ha trasmesso gli atti alla Procura perché accerti le responsabilità – non dei lavoratori – ma della dirigenza del CIC. Ha denunciato la gestione del CIC – “un quadro di notevole confusione ed opacità” – e messo il Sindaco dinanzi le sue responsabilità.

Di aver voluto, inizialmente, il licenziamento dei due lavoratori e d’aver negato, successivamente, la loro riassunzione. Neanche dopo una sentenza che dava loro ragione. Oggi però “il Re è nudo”: i fantasmi tormentano la sua coscienza!

Per saperne di più:

– https://www.facebook.com/ilpappice/posts/240874947694732

Nota stampa Associazione “il Pappice”

Trending