Quantcast
Connettiti con noi

News

18 dicembre scioperano medici e veterinari

Pubblicato

il

18 dicembre scioperano
foto da Ansa

18 dicembre scioperano medici e veterinari, a rischio 25 mila interventi anche di casi a rischio con codice rosso

18 dicembre scioperano medici e veterinari, il fermo a tutti servizi della zona ospedaliera. In fermo le diagnosi e le cure indispensabili ai pazienti.

Lo sciopero avverrà il 18 dicembre e durerà 24ore riguarderà tutti i medici, veterinari e sanitari del SSn proclamato da Aaroi-Emac, Fassid, Fvm-Federazione veterinari e medici e Cisl medici.

Lo sciopero potrebbe saltare 25mila interventi chirurgici programmati, con disagi negli ospedali e sul territorio. Emanato per assenza di professionisti sul territorio di cui la sanità ne ha bisogno.

Per questo motivo tutti i professionisti di competenza sanitaria bloccheranno ospedali, ambulatori e cliniche veterinarie comprese anche le filiere alimentari.

Verranno messi a fermo tutte le prestazioni funzionali come eventi chirurgici e percorsi pre-chirurgici degli ambulatori di terapia del dolore e di tutte le consulenze differibili.

Altresì bloccati tutte le prestazioni radiologiche, di interventistica e ambulatoriale, in diagnostica di laboratorio e prestazioni psicologiche nei consultori nelle neuropsichiatrie infantili.

Fermo ai centri di salute mentale e case farmaceutiche sia in ospedale sia sul territorio e dei servizi di igiene pubblica. Fermati anche i mercati di import ed export di derrate alimentari, macellazioni, forniture di carni e prodotti ittici.

I tempi di attesa al pronto soccorso aumenteranno. A parlare sono i sindacati che rivelano che lo sciopero: “rappresenta solo l’ultima data delle tante proteste e della mobilitazione che da mesi va avanti e che, in mancanza di segnali chiari, proseguirà nel 2024″

Inoltre avverrà un presidio dalle ore 11:00 alle ore 13:00 di oltre 100 medici dinanzi al Ministero della Salute. La manifestazione ha l’obbiettivo di portare le istanze al Ministero della Salute in quasi tutte le regioni dove si svolgeranno iniziative al fine di sensibilizzare e portare attenzione ai governi nazionali e regionali e della popolazione la situazione di grave crisi del Servizio sanitario nazionale.

Se ti va lascia un like su Facebook, seguici su X Instagram

Trending