Quantcast
Connettiti con noi

Politica

Impianto eolico di Difesa e Maitine: No di Benevento e Pietrelcina

Pubblicato

il

Benevento

Impianto eolico di “Difesa e Maitine”: arriva il no di Mastella e Mazzone, sindaci di Benevento e Pietrelcina

Il no all’impianto eolico di “Difesa e Maitine” di Benevento e Pietrelcina. Il sindaco di Benevento, Clemente Mastella, e il sindaco di Pietrelcina, Salvatore Mazzone, al termine di un incontro tenutosi questa mattina a Palazzo Mosti, hanno espresso la loro netta contrarietà alla realizzazione di un impianto eolico composto da 9 aerogeneratori in località “Difesa e Maitine” del comune di Pietrelcina, con opere connesse ricadenti nei confinanti comuni di Benevento e Pesco Sannita. Lo annuncia una nota stampa di Palazzo Mosti

“Tale opera – hanno dichiarato Mastella e Mazzone, in una comunicazione congiunta – determinerebbe una grave modificazione della visuale del paesaggio anche dai luoghi sacri legati alla vita di S. Pio da Pietrelcina, incidendo gravemente sulla stessa sacralità di questi luoghi e con evidenti ricadute negative sul turismo religioso”.

Pubblicità

“Non va, infatti, dimenticato che ogni anno non meno di 500.000 pellegrini si recano in visita a Pietrelcina perché attratti anche dalla possibilità di sperimentare uno stile di vita alternativo al caos cittadino. E proprio su questo patrimonio ambientale e religioso è stato costruito un modello di sviluppo che risulta essere del tutto incompatibile con la presenza di un parco eolico”. Rimarcano ancora i sindaci di Benevento e Pietrelcina.

“Senza dimenticare, inoltre, che a poche decine di metri dall’area dove dovrebbe sorgere il parco eolico è presente anche lo Zoo delle Maitine, che ha nelle attività di falconeria una delle sue maggiori attrazioni e che, quindi, verrebbe irrimediabilmente penalizzato dalla presenza degli aerogeneratori. Per questi ed altri molteplici motivi esprimiamo la nostra netta contrarietà e opposizione alla realizzazione del suddetto impianto eolico”. Così hanno concludo i due primi cittadini.

Se ti va lascia un like alla nostra pagina Facebook e seguici su Twitter

Pubblicità