Log in
21-Sep-2019 Aggiornato alle 17:28 +0200

Italia Campione del Mondo: il tutto accadeva 13 anni fa

Italia Campione del Mondo: il tutto accadeva 13 anni fa foto instagram Fabio Cannavaro

Il 9 luglio di 13 anni fa l’Italia diventava Campione del Mondo

9 luglio 2006, data indimenticabile per noi italiani. Sono passati ormai 13 anni da quel momento dove abbiamo vinto il titolo più prestigioso che una nazionale di calcio possa ambire. Fu un mondiale iniziato con le critiche in quanto venivamo da uno degli scandali maggiori della storia del calcio italiano “Calciopoli”.

L’avventura della nazionale guidata dal CT Marcello Lippi inizio il 12 giugno contro il Ghana, dove gli azzurri si imposero con un netto 2 a 0 con i gol di Andrea Pirlo al 40’ e di Vincenzo Iaquinta al 83’.

Il secondo incontro si disputò il 17 giugno contro gli Stati Uniti dove uscimmo con un pareggio di 1 a 1 i marcatori di quella sfida furono per l’Italia Alberto Gilardino al 22’ mentre per gli Stati Uniti ci fu lo sfortunato autogol di Cristian Zaccardo al 27’. Non mancarono anche due espulsioni per le due nazionali una fu quella di Daniel De Rossi e l’altra fu per Pablo Mastroeni centrocampista statuniutense.

L’ultima partita dei giorno fu contro la Repubblica Cieca il 22 giugno dove gli azzurri si imposero con un altro 2 a 0 grazie alle reti di Marco Materezzi al 26’ minuti di gioco e di Filippo Inzaghi al termine della partita.

Leggi anche: TUTTE LE MANOVRE DI MERCATO DEL NAPOLI

Passato il girone la Nazionale si trovò ad affrontare l’Australia la partita fu bloccata sullo 0 a 0 fino al 95’, quando grazie ad un rigore di Totti riuscimmo a evitare i tempi supplementari.

Il 30 giugno arrivò il tempo dei quarti dove l’Italia incontrò sul suo percorso per la finale l’Ucraina la quale fu sconfitta 3 a 0 grazie ai gol di Gianluca Zambrotta al 6’, Luca Toni al 59’ e al 69’.

Passati i quarti gli azzurri trovano in semifinale una delle pretendenti al titolo, la Germania. Fu una partita bloccata per 119’ minuti di gioco, sembrava una sfida destinata ai rigori ma proprio a quel punto che Fabio Grosso mise il suo zampino portando in vantaggi l’Italia. Mentre a dare la sentenza alla partita fu Alessandro Del Piero con un contropiede che credo ricorderemo tutti.

Arrivati in finale per l’incredulità di tutti gli azzurri trovano la Francia la quale non vinceva un mondiale dal 1996.

Quella partita è entrata ormai nella storia. Zidane con un rigore al 7’ portò in vantaggio la sua nazionale.

Solo grazie ad un calcio d’angolo battuto da Pirlo per la testa di Materazzi riuscimmo a ritrovare il pareggio.

Quella partita la ricorderemo anche per il gesto folle di Zidane nei confronti di Materazzi, che costò il cartellino rosso al francese.

Dopo la fine dei tempi regolamentari e di quelli supplementari andammo ai rigori dove Grosso diede la parola fine ad un mondiale iniziato con moltissime critiche, incoronandoci campioni del mondo per la quarta volta nella storia.

 

Pasquale Vergara

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.