Log in
20-Nov-2019 Aggiornato alle 13:39 +0100

Scafati, illecita detenzione di specie selvatiche tutelate

  • Scritto da Nota Stampa Carabinieri di Salerno
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Scafati, illecita detenzione di specie selvatiche tutelate foto nota stampa

L'uomo deteneva illegalmente 11 esemplari di specie protetta dalla legge 

I Militari del Nucleo Carabinieri C.I.T.E.S. di Salerno, a conclusione di mirata attività intrapresa su segnalazione del WWF Italia - Nucleo di Salerno, coadiuvati dagli Operatori di Vigilanza della medesima associazione, hanno provveduto a sequestrare un raro esemplare vivo di Psittacus Erithacus (pappagallo cenerino) detenuto presso un esercizio commerciale sito in Scafati, tre esemplari vivi di Testudo graeca, due di Testudo hermanni e n.5 di Carduelis carduelis, tutti nella disponibilità del medesimo soggetto, ma detenuti presso una vicina abitazione.

Il sequestro si è reso necessario in quanto sia il pappagallo che le tartarughe risultavano privi della documentazione prevista dalla Convenzione “CITES” necessaria per la detenzione di esemplari di specie di cui all'allegato “A” del Reg. (CE) n.338/1997 del Consiglio del 09.12.1996 e ss.mm.ii. e, pertanto, in violazione dell'art.1 co.1 lett. f della Legge 150 del 07/02/1992, mentre i cardellini erano detenuti in violazione della legge 157/92 e ss.mm.ii.

Leggi anche: SCAFATI: SEQUESTRO IMPIANTO DI RIFIUTI E DENUNCIA DEL TITOLARE

La Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione, nota come CITES (Convention on International Trade of Endangered Species), è un accordo internazionale firmato a Washington il 3 marzo del 1973 e divenuta esecutiva nel 1975, nata con l'obiettivo di tutelare le specie di animali e vegetali minacciate di estinzione, regolamentandone il commercio.

Lo sfruttamento commerciale è, unitamente alla distruzione degli ambienti naturali, una delle principali concause dell'estinzione e rarefazione in natura di numerose specie ed il commercio clandestino e/o illegale di specie selvatiche è ancora oggi uno dei traffici illeciti più importanti e redditizi al mondo, dopo quello di droga, armi ed esseri umani.

Il responsabile della illecita detenzione verrà denunciato all’Autorità giudiziaria.