Log in
20-Oct-2018 Aggiornato alle 18:05 +0200

Montecorice: 59enne arrestato per maltrattamenti in famiglia 

  • Scritto da Nota stampa, Compagnia Carabinieri Agropoli
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Montecorice: 59enne arrestato per maltrattamenti in famiglia  Foto: Archivio Montecorice: 59enne arrestato per maltrattamenti in famiglia 

L'uomo ha colpito la moglie alla testa e alla schiena dopo che era tornata dalla guardia medica per farsi medicare le lesioni.

Montecorice - I Carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretti dal Capitano Francesco Manna, nella mattinata del 23 settembre 2018, hanno tratto in arresto in flagranza di reato un 59enne, residente nel comune Cilentano, poiché ritenuto responsabile di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali nei confronti della moglie e del figlio.

I militari della Stazione di Santa Maria di Castellabate sono intervenuti presso l’abitazione dell’uomo a seguito di segnalazione telefonica con cui veniva rappresentato che la vittima, poco prima, era stata percossa dal marito. Ivi giunti gli operanti riscontravano una situazione tesa poiché il 59enne, in evidente stato di ebrezza alcoolica, inveiva contro il figlio.

Nel contempo, sopraggiungeva la coniuge di ritorno dalla guardia medica, ove si era recata per farsi medicare le lesioni subite in precedenza. Il marito, ancora in stato di forte agitazione, colpiva la malcapitata alla testa ed alla schiena facendola rovinare a terra.

Leggi ancheMAIORI, LITE FINISCE IN TENTATO OMICIDIO

A causa delle ferite riportate la persona offesa è stata costretta a recarsi presso il pronto soccorso del PSAUT di Agropoli (SA) per farsi curare le lesioni subite a seguito dell’aggressione.

Gli operanti grazie al racconto della vittima, hanno raccolto importanti elementi probatori nei confronti dell’arrestato non solo, in ordine ai fatti accaduti poco prima, ma anche di pregressi maltrattamenti in famiglia ed episodi di violenza, che l’uomo avrebbe posto in essere nel tempo.

L’arrestato dopo le formalità di rito, su disposizione della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania è stato associato presso la casa circondariale del comune cilentano, a disposizione di quella Autorità Giudiziaria ed in attesa della convalida dell’arresto.