Log in
8-Dec-2019 Aggiornato alle 12:35 +0100

Cos'è la scatola nera e perché è un'ottima soluzione per risparmiare sull'RC auto

Cos'è la scatola nera e perché è un'ottima soluzione per risparmiare sull'RC auto Foto di Arek Socha da Pixabay Cos'è la scatola nera e perché è un'ottima soluzione per risparmiare sull'RC auto

Vediamo uno strumento capace di monitorare i comportamenti e le abitudini dei guidatori al volante.

La scatola nera è un'opzione fornita da diverse compagnie assicurative, capace di monitorare i comportamenti e le abitudini dei guidatori al volante e determinare le dinamiche di un incidente.

É una soluzione sempre più gettonata e apprezzata, poiché garantisce notevoli benefici sia agli assicurati sia alle stesse compagnie assicurative.

Attraverso l'installazione della scatola nera, gli assicurati possono accedere a sconti importanti, che generalmente arrivano al 10% ma che possono addirittura superare il 50% del premio assicurativo finale selezionando alcune opzioni aggiuntive.

Sull'altro versante, le compagnie assicurative possono monitorare, nel rispetto della privacy, i comportamenti degli automobilisti prevenendo frodi e truffe e premiando quelli più virtuosi al volante. Si innesca quindi un circolo virtuoso in cui tutti ci guadagnano, guidatori e compagnie assicurative.

Per valutare i benefici di questo servizio è sufficiente richiedere un calcolo assicurazione auto presso compagnie come UnipolSai, che mette a disposizione un Preventivatore online estremamente semplice e intuitivo da utilizzare.

Il gruppo assicurativo vanta numerose installazioni della Unibox, la scatola nera scelta da oltre 4 milioni di guidatori che consente anche la possibilità di pagare in base ai chilometri percorsi e di chiamare un carro attrezzi in caso di necessità.

 Una delle principali peculiarità della scatola nera è proprio quella di poter essere abbinata a diverse garanzie accessorie e opzioni aggiuntive, che si adattano perfettamente ai diversi stili di guida. Chi percorre pochi chilometri nel corso dell'anno può ad esempio abbinare la scatola nera a un'assicurazione chilometrica: il guidatore paga di meno e la compagnia assicurativa può monitorare l'effettivo chilometraggio dell'auto mettendosi al riparo da comportamenti fraudolenti.

La scatola nera funge da vero e proprio localizzatore satellitare GPS, fornendo una ampia serie di informazioni sulle abitudini e sui chilometri percorsi dall'assicurato. In questo modo la cosiddetta "black box" fornisce un utile servizio di assistenza stradale in caso di guasto o incidente, e rappresenta un valido alleato per le forze dell'ordine per localizzare l'auto in caso di furto.

La scatola nera viene spesso installata proprio in associazione con l'assicurazione "Furto e incendio" che risulta tra le garanzie più costose ma anche più utili.

In caso di incidente, il dispositivo è in grado di registrare diversi dati alla guida come i chilometri effettuati e la velocità di percorrenza, in modo da poter ricostruire in maniera fedele le dinamiche di un sinistro.

Le assicurazioni possono registrare in un database tutte le informazioni relative alle abitudini di un assicurato che, se segue uno stile di guida virtuoso e finalizzato ad evitare incidenti, può accedere a sconti molto importanti.

L'installazione della scatola nera generalmente è gratuita e viene eseguita presso un'officina convenzionata con la stessa compagnia assicurativa.

Nonostante i numerosi benefici, alcune persone hanno storto il naso soprattutto per quanto riguarda la questione relativa alla privacy. Per colmare questo vuoto legislativo è stata introdotta una normativa che consente all'assicurazione la raccolta dei dati solo per fini tariffari e per determinare l'eventuale responsabilità nei sinistri. L'assicurato può anche esprimere un consenso alla raccolta incrociati di dati che superi i limiti della normativa per ottenere servizi aggiuntivi e sconti maggiori.