Log in
24-Nov-2017 Aggiornato alle 15:59 +0100

Naturopatia, la dieta del gruppo sanguigno

Naturopatia, la dieta del gruppo sanguigno Foto: pixabay

Consigli per perdere un po' di peso e rimanere in forma in modo naturale.

Attenzione

Le informazioni riportate non sono consigli medici. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico: Leggi la Disclaimer Medica

La dieta del gruppo sanguigno è uno stile alimentare basato su alimenti freschi, naturali e tradizionali, combinati correttamente. La correlazione tra cibo e sistema immunitario è stata sperimentata per la prima volta nel 1957 dal naturopata americano James D’Adamo. Nel nostro paese è diventata molto popolare grazie a un medico piacentino, il dottor Piero Mozzi. Negli ultimi anni sta riscuotendo molto successo anche attraverso la rete e i social network: si è creata una vera e propria rete di comunicazione e informazione che ha aiutato migliaia di persone a migliorare la qualità della propria vita in modo naturale. Questa dieta nasce ispirandosi all’alimentazione dei nostri antenati, per ricercare un modello di vita più naturale a misura d’uomo. Lo scopo è aiutare le persone ad andare oltre la semplice cura delle malattie, arrivando a comprenderne le cause e a migliorare la propria vita consapevolmente, tramite un’alimentazione corretta.
 
Come tutte le grandi intuizioni, l’emodieta si basa quindi su un concetto molto semplice: le abitudini alimentari sono il fattore che influisce maggiormente sul sistema immunitario. Per stare bene è necessario individuare e modificare quelle che risultano dannose per il nostro organismo, ascoltandone i segnali con attenzione. Più che una dieta è un vero e proprio percorso per arrivare ad alimentarsi correttamente, dal quale tutti possono trarre beneficio: non solo le persone che hanno bisogno di migliorare la propria salute (da mal di testa e bruciore di stomaco, fino a patologie più gravi), ma anche tutti coloro che vogliono dimagrire, gli atleti che desiderano migliorare le proprie prestazioni o, in generale, chi vuole prevenire e mantenere intatto il proprio benessere. Il naturopata statunitense sostiene che i vari gruppi sanguigni (0, A, B e AB) si sono formati durante il periodo evolutivo. In essi sarebbe contenuto il messaggio genetico relativo allo stile alimentare e comportamentale.
 
I quattro gruppi sono definiti nel modo seguente: cacciatore (gruppo 0), agricoltore (gruppo A), nomade (gruppo B) ed enigma (gruppo AB). D’Adamo afferma che il gruppo sanguigno di una persona sarebbe un fattore di vitale importanza del quale è necessario tenere conto se si desidera impostare un regime alimentare sano ed efficace. Vediamo dunque, brevemente, le caratteristiche di ogni gruppo sanguigno secondo la teoria di D’Adamo.
 
Il cacciatore – Quello del cacciatore, lo 0, è, secondo il naturopata statunitense, il gruppo sanguigno più antico; il capostipite di tutti i gruppi sanguigni. Al tempo in cui l’alimentazione dell’uomo era basata soltanto sulla cacciagione, sulla frutta e sulle piante, il gruppo 0 era l’unico gruppo sanguigno presente. Il regime alimentare per i soggetti che hanno questo gruppo sanguigno prevede un notevole introito di proteine di origine animale. Devono essere esclusi dalla dieta tutti quei cibi basati sulla farina di frumento; no anche ai latticini e alle leguminose. In base alle teorie di D’Adamo, quindi, i regimi dietetici ideali per i "cacciatori" sarebbero le diete chetogeniche (per esempio la dieta Mayo, la dieta Scarsdale, la dieta Dukan, la tisanoreica ecc.). I soggetti che con il gruppo sanguigno 0 dovrebbero inoltre svolgere, in modo regolare, un’attività fisica piuttosto intensa (un po’ come facevano i nostri antenati cacciatori). Per dimagrire bisogna evitare il pane, i cereali e i legumi o mangiarli solo una volta ogni tanto. Alcuni alimenti da evitare sono, ceci, fave, cavoli, pane o grano.
 
L’agricoltore – Quello dell’agricoltore, il gruppo A, si sarebbe formato come risposta al progressivo mutamento del regime alimentare sopracitato; con l’avvento dell’agricoltura, infatti, l’uomo ha modificato parzialmente il proprio modo di alimentarsi introducendo nella sua dieta, per esempio, anche i cereali. La dieta dei soggetti che hanno questo gruppo sanguigno dovrebbero seguire una dieta essenzialmente vegetariana. I soggetti appartenenti al gruppo A dovrebbero associare alla dieta lo svolgimento di attività fisiche meno pesanti rispetto a quelle dei cacciatori; ciò partendo dal presupposto che il lavoro dell’agricoltore è meno impegnativo di quello del cacciatore. Per dimagrire conviene mangiare poca carne e poco latte; fanno ingrassare i fagioli e i latticini. Aiutano a mantenere la linea: le verdure e i derivati della soia.
 
Il nomade – Il gruppo del nomade, il B, si sarebbe formato in seguito ai notevoli mutamenti climatici; sarebbe comparso circa 10.000 anni fa tra le popolazioni mongoliche e caucasiche dell’Asia centrale; si trattava di popolazioni nomadi che, in quanto tali, si dedicavano soprattutto alla pastorizia. Il loro regime dietetico era basato prevalentemente sul consumo di carni, cereali, latte e prodotti caseari in genere.
I soggetti appartenenti a questo gruppo sono caratterizzati, in generale, secondo quanto sostenuto da D’Adamo, da un sistema immunitario e da un sistema digestivo molto efficaci; è per questo motivo che il gruppo del nomade è quello, fra i quattro, che permette di seguire la dieta più variata; sono consentiti, infatti, oltre al latte e ai prodotti caseari, anche le carni e la stragrande maggioranza dei prodotti di origine vegetale. Fra i pochi alimenti sconsigliati vi sono i prodotti contenenti importanti quantità di conservanti e i cibi ricchi di zuccheri semplici. Ai soggetti di questo gruppo viene suggerita un’attività fisica leggera con un’importante componente mentale.
 
Tollera bene la carne e il latte, così come i vegetali. Per dimagrire: non bisogna mangiare insieme mais, lenticchie o prodotti a base di grano perché le lecitine che si trovano in questi alimenti ostacolano la produzione di insulina. Aiutano a mantenere la linea: cavolo riccio, uova e latticini scremati. Frutta: va bene tutta, perché non è semplice squilibrare la relazione acida-alcalina nel tuo sangue.
 
L’enigma – Il gruppo enigma, l’AB, è il gruppo più recente e complesso. Sarebbe comparso pressappoco un migliaio di anni fa; i soggetti con questo gruppo sanguigno rappresentano soltan-to dal 2 al 5% della popolazione mondiale. Sarebbe nato dalla mescolanza dei gruppi A e B. I soggetti con questo gruppo sanguigno necessitano di una dieta mista e improntata alla moderazione; l’introduzione dei latticini dovrebbe essere piuttosto limitata. In linea generale, i cibi che risultano dannosi per il gruppo A o per il gruppo B sono dannosi anche per il gruppo enigma. Aiutano a mantenere la linea: alimenti vegetali, come il cavolo verde, i latticini e il latte o il formaggio di soia. Per dimagrire: eliminare dalla lista della spesa la carne rossa, i fagioli, la frutta secca, i semi e il mais.

Si ricorda che le informazioni riportate non sono consigli medici. I contenuti hanno solo fine illustrativo e non sostituiscono il parere medico

Dott. Stefano Sgariglia

Diploma di Erboristeria presso Università Popolare di Napoli
Dottorato in Naturopatia presso l'Unversite Europeenee Jean Monnet, Bruxelles
Counselour presso Istituto Work Casa, Napoli
Master  in "Esperto nell'elaborazione di diete" presso L'Università delle Marche, Ancona
corsi di aggiornamento monotematici:
a) diagnostica e terapeutica strumentale: "Nutrizione clinica - Analisi Quantitativa e Qualitativa della Composizione Corporea e strategie per il  recupero del benessere" presso Biotekna,Formia(LT) 
b) Aggiornamento scientifico in Fitoterapia, presso ESI, Napoli,
c) Esperto nell'applicazione del metodo di dimagrimento Amin Biodiet, presso Associazione di Medicina Integrata e Naturopatia, Torre del Greco (NA),
d) Fitoterapia funzionale: riequilibrio metabolico, drenaggio e detossificazione, una nuova frontiera all'approccio del sovrappeso, presso Centro Studi Erba Vita, Castellamare di Stabia
e) Stress, Sport e Nutrizione, presso Centro Medico La Salute / Ufficio Regionale Scolastico di Avellino, Avellino
f) operatore qualificato dieta Tisanoreica

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.