Log in
22-Oct-2018 Aggiornato alle 14:43 +0200

Lettere da Berlino: la storia scritta dai veri vincitori

Lettere da Berlino: la storia scritta dai veri vincitori Lettere da Berlino: la storia scritta dai veri vincitori

Lettere da Berlino è un film del 2016, diretto da Vincent Pèrez. Uno spaccato inedito della seconda guerra mondiale.

Il film ritrae uno spaccato inedito della seconda guerra mondiale, ossia il punto di vista dei civili tedeschi rispetto alla guerra e al regime hitleriano.

Una coppia di coniugi, Otto e Anna Quangel, perdono il loro unico figlio in guerra, caduto in nome della Germania e del Fuhrer. Ma se leggere sui cartelli propagandistici o ascoltare alla radio slogan motivazionali fa apparire la morte per la patria degna e rispettabile, nei fatti essa appare invece particolarmente ingiusta ed immorale.

Ed è proprio questo che spinge i coniugi Quangel a dare il via ad una stampa libera, che condanna le angherie del regime, distribuendo e disseminando per la città cartoline contenenti frasi e concetti atti ad istigare il popolo tedesco contro il nazismo.

La coppia arriva a scrivere 285 cartoline, dando il via così ad una serrata caccia all’uomo e diventando uno dei casi più difficilmente risolvibile dell’epoca. Il film è tratto da una storia realmente accaduta e si distingue per la sensibilità e la delicatezza con cui vengono trattate tematiche cupe e truci.

Una pellicola estremamente interessante, capace di toccare le corde emotive dello spettatore, che oltre a parteggiare per questa coppia e per la loro azione sovversiva, non può non lasciarsi trasportare ed affascinare dal grande amore che lega marito e moglie, in un esempio unico ed esemplare di stima e di fiducia coniugale.