Log in
18-Nov-2017 Aggiornato alle 19:54 +0100

Architettura, gli spazi quotidiani: l'ingresso

Una nuova rubrica del "Punto!" curata dall'Arch. Aniello Tirelli di NoiArchitetti

Chiunque si accingesse a fare Architettura, sappia che ha di fronte a se responsabilità non indifferenti. Responsabilità che sono essenzialmente di carattere socio-culturale, perché l’Architettura è una disciplina artistica di forte impatto sociale, intellettuale e quindi culturale. Una costruzione che meriti l’appellativo di Architettura, deve manifestare lo stato culturale della società nella quale essa è inserita, perché ogni opera artistica (e come tale anche quella d’Architettura) riflette le emozioni e il sapere di chi le crea, e chi crea, è un individuo che per necessità è un individuo sociale. L’Architetto deve essere un’istituzione in grado di decodificare ciò che il contesto esige, e di come lo esige: deve essere capace, di infondere nella sua creazione armonia stilistica, risposte esigenziali, contenuti semantici, rispetto tecnologico. Questo non è utopia. E’ solamente ricerca minuziosa, particolareggiata ed istintiva del sublime: in tutti i sensi, e con tutti i sensi”.

Queste le parole dell’arch. Salvatore Dessi con cui prende il via la nostra rubrica.

All’interno saranno tratteranno temi che ci guideranno alla scoperta del mondo dell’architettonico e consigli che ci consentiranno di migliorare i nostri spazi quotidiani.  Iniziamo con piccoli suggerimenti per armonizzare gli spazi della nostra casa:

L'INGRESSO

La cultura orientale immagina l’ingresso come uno spazio che emana energia ed è carico di positivo benessere. Per accrescere tale ricchezza è consigliabile affiancare il bianco a colori audaci, come le nuance del marrone del blu e del viola, oppure si può utilizzare una carta da parato per rappresentare gioia e positività nei confronti della vita. Si raccomanda di inserire sempre uno specchio mai in linea retta con la porta d’ingresso, e un tappeto dai colori spavaldi.

Non deve mancare un piccolo ripiano per depositare oggetti. Di notevole importanza è la dimensione della porta di accesso, dovrebbe essere la più larga della casa e per risultare accogliente e lasciare entrare energie positive, deve potersi aprire completamente. Nelle ore serali è opportuno che l’ingresso sia ben illuminato. Ricordatevi che è un biglietto da visita e racconta a chi entra per la prima volta in casa vostra, un pò di Voi.

Rivolgetevi sempre ad un esperto perché possa rendere il tutto più armonioso.

 

Aniello Tirelli

Architetto

Sito web: www.noiarchitetti.com Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.