Log in
17-Jan-2019 Aggiornato alle 15:55 +0100

Qualiano, l'Associazione "Terra Viva" continua a lavorare a ritmi serrati: ottenute due condanne

  • Scritto da Associazione "Terra Viva"
  • Pubblicato in Sociale
  • 0 commenti

L’Associazione “Terra Viva” continua ad operare a ritmi serrati. In particolare, numerose sono le vicende che il settore legale dello sportello si è ritrovato a seguire con estrema diligenza.

Si tratta di casi in cui dalle ingiurie e alle lesioni si passa ai maltrattamenti, atti persecutori, minacce feroci che impediscono alla donna lo svolgimento sereno della propria vita.

Il ventaglio di condotte punibili ai sensi del codice penale è ampio e, purtroppo, di processi in questa materia se ne celebrano ancora parecchi. Pochi giorni fa un uomo è stato condannato per maltrattanti e lesioni ai danni della sua giovane compagna, madre di un bimbo di appena un mese, alla pena di anni 1 e mesi 8.

L’uomo nel corso del processo, ha scelto scelto di patteggiare la pena. La presenza della vittima nel processo e la ferma volontà di costituirsi parte civile, ha sicuramente influito sull’uomo che ha ammesso la colpa e patteggiato la pena. Nei giorni scorsi l’Associazione ha raggiunto un altro importante successo.

Un’altra condanna è stata ottenuta contro un uomo che per lunghissimi anni ha maltrattato, ingiuriato, offeso in vario modo, minacciato di morte, consumato angherie e prodotto numerose lesioni ai danni della moglie, tanto da essere destinatario dapprima del divieto di frequentare i luoghi di abituale dimora del coniuge e poi degli arresti domiciliari.

Il collegio difensivo, composto dagli avvocati Marialuisa D’Alterio e Biagio Borretti, ha presenziato all’udienza, costituendosi parti civili, per la vittima e per l’associazione “Terra Viva”, che quindi ha ottenuto anche un riconoscimento processuale quale ente posto a tutela dei diritti delle donne contro le violenze di genere, ottenendo anche il riconoscimento di una provvisionale di €2.000,00 immediatamente esecutiva a titolo di risarcimento del danno, che potrà alimentare le attività dell’associazione.

Tale traguardo è il risultato del lavoro svolto da tutti i professionisti che prestano la propria attività professionale. Un plauso va a tutti coloro che impegnano il proprio tempo e con professionalità e serietà perseguono gli obbiettivi dell’associazione “Terra Viva"