Log in
17-Jan-2019 Aggiornato alle 16:33 +0100

Qualiano, Ass. Terra Viva: ecco i notevoli risultati contro la violenza di genere

Gli uffici della Procura e del Tribunale di Napoli Nord dedicano da tempo sempre più attenzione al variegato fenomeno del femminicidio e della violenza di genere, prevalentemente esercitata contro le donne. Dalle ingiurie alle lesioni, fino ai maltrattamenti sistematici, agli atti persecutori, minacce feroci e così via. Il ventaglio di condotte punibili ai sensi del codice penale è ampio e, purtroppo, di processi in questa materia se ne celebrano ancora parecchi. - lo dichiara Salvatore De Maio Presidente dell’Associazione “Terra Viva” di Qualiano – il nostro staff composto da professionisti qualificati è impegnato da circa un anno nel mettere a segno l’obiettivo di creare campagne di sensibilizzazione sul fenomeno della violenza di genere e di sostegno alle vittime di simili violenze. A tal fine il nostro centro che si trova in Qualiano (NA), via Santa Maria a Cubito 131, tramite la competente collaborazione di numerosi volontari, assistenti sociali, professionisti del campo della psicologia e del diritto, fornisce servizi di sostegno completo alle vittime della violenza di genere e svolge attività nel settore sociale.
Proprio il settore Legale del Centro Anti Violenza oramai segue numerosi casi, di tanti casi di cui seguiamo le vittime e le assistiamo da ogni punto di vista, alcuni si stanno concludendo, è proprio di ieri un’altra condanna ottenuta dalla valente opera assistenziale dei nostri legali, contro un uomo che per lunghi anni ha maltrattato, ingiuriato, offeso in vario modo e minacciato di morte la propria compagna, consumando angherie e producendole  numerose lesioni,  tanto – continua De Maio - da essere sottoposto dapprima al divieto di frequentare i luoghi dove dimora e frequentati della vittima per poi essere sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari. Il collegio difensivo dell’Associazione Terra Vita, composto dagli avvocati Marialuisa D’Alterio e Biagio Borretti, ha presenziato all’udienza, costituendosi parti civili, per la vittima e per l’Associazione “Terra Viva”. In tale occasione - conclude De Maio – abbiamo ottenuto una vittoria civica di enorme valenza morale, in quanto alla vittima  è stata riconosciuta una provvisionale pari ad € 2.500,00,  mentre  all’Associazione  Terra Viva quale ente posto a tutela dei diritti delle donne contro le violenze di genere, ha  ottenuto il riconoscimento di una provvisionale pari a € 2.000,00  immediatamente esecutiva a titolo di risarcimento del danno, che potrà alimentare le attività dell’associazione, l’uomo in fine è stato condannato alla pena di anni due e mesi due di reclusione in regime di arresti domiciliari. Al di là del valore economico che l’autore non potrà mai corrispondere perché nulla tenente, per  tale risultato siamo estremamente contenti, perché ha vinto la civiltà e la legalità, siamo fieri e grati soprattutto alla Procura di Napoli Nord, la quale è giovane di costituzione, ma è composta da Giudici, Magistrati e dirigenti di prim’ordine, i quali, senza sosta, dimostrano ogni giornalmente la loro attenzione verso i reati di violenza di genere perpetrati sulle fasce deboli. 

Il Presidente
Salvatore De Maio