Log in
21-Sep-2019 Aggiornato alle 17:28 +0200

Qualiano, ex dipendente Piparking scrive al Sindaco De Leonardis

  • Scritto da Riceviamo e Pubblichiamo Luigi Caccavale
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Qualiano, ex dipendente Piparking scrive al Sindaco De Leonardis Ricevuta di una precedente Pec mandata da Caccavale il 6 settembre che diffidava al pagamento. Qualiano, ex dipendente Piparking scrive al Sindaco De Leonardis

Riceviamo e pubblichiamo la lettera di Luigi Caccavale che chiede l'intervento del Sindaco per la sua vicenda

Egr. Sindaco,

A mezzo giornale, faccio pubblicamente appello a Lei quale garante del rispetto delle leggi dello Stato da parte delle società affidatarie di servizi pubblici, per segnalarle inadempienze e irregolarità retributive della PIPARKING SRL, società concessionaria del servizio SOSTA A PAGAMENTO – STRISCE BLU.

Premesso che in data 20.07.2019 il sottoscritto di sua volontà si è dimesso dal rapporto lavorativo che lo ha visto dal 31.12.2014 impiegato quale AUSILIARIO DEL TRAFFICO e MESSO NOTIFICATORE nel COMUNE DI QUALIANO e nella CITTA DI MARANO DI NAPOLI, nel corso di questi anni la società ha omesso e continua ad omettere verso il proprio personale in forza, e verso il sottoscritto DIMISSIONARIO, il pagamento di numerosi istituti contrattuali previsti dal CCNL e ad applicare un livello di inquadramento inferiore alla mansione.

Pertanto essendo l’ente garante del rispetto delle norme in materia di Previdenza Sociale da parte delle società concessionarie di servizi pubblici, chiedo a tutela dei miei diritti e dei miei ex colleghi che ancora nel nome di quel pezzo di pane sono costretti a sottostare a questi soprusi, siano rispettate le norme contrattuali del CCNL . CHI LAVORA HA DIRITTO DI ESSERE PAGATO NON SFRUTTATO!

Confidando in un tempestivo intervento di verifica e di risoluzione delle irregolarità esposte, e in una tempestiva risoluzione alla controversia, porgo distinti saluti.

Luigi Caccavale MATRICOLA 118

Le parti coinvolte qualora volessero aggiungere dichiarazioni a questa lettera possono contattare tranquillamente la redazione che resta a disposizione di ognuno