Log in
20-Nov-2018 Aggiornato alle 12:14 +0100

Qualiano bando comunicazione, Il Sindaco: Domani stabiliremo i tempi della pubblicazione

Qualiano, bando comunicazione: Il SIndaco: "Domani stabiliremo i tempi della pubblicazione" Foto: Archivio Qualiano, bando comunicazione: Il SIndaco: "Domani stabiliremo i tempi della pubblicazione"

La delibera prevedeva la doppia opzioni bisognava scegliere tra l'articolo 90 o il 150". Il bando evidentemente non chiariva la scelta.

Il giorno 5 novembre alle ore 9:57 è stata annullata in autotutela, con determinazione dirigenziale n° 403 del 05 novembre 2018, la Manifestazione di interesse di selezione di n. 2 unità per l’ufficio di comunicazione del Sindaco.

Nell’atto di di annullamento si prometteva, citiamo testualmente - che “[…] provvedendo, con successiva determinazione, a rettificare ad indire una nuova manifestazione di interesse ed approvare nuovo bando rendendolo conforme e compatibile all’indirizzo politico espresso con delibera 236/2018 nonché con la situazione finanziaria dell’Ente emergente dall’approvazione del bilancio consuntivo di cui deliberazione di Consiglio Comunale n. 17 del 11/09/2018 [...]”.

La volontà di voler procedere ad un nuovo bando ci è stata spiegata anche dall’Assessore agli AA.GG. Franzese in una dichiarazione rilasciataci nel precedente articolo.

Dobbiamo, tuttavia, costatare che in data odierna (07 novembre 2018) non è stata ancora pubblicato alcun nuovo bando, considerando doveva essere pubblicato ieri (06 novembre 2018) come ci spiegava l’assessore Franzese.

Che vi siano dei dubbi su quale articolo adottare se l’art. 90 o l’art. 150? Lo abbiamo chiesto al Sindaco De Leonardis dato che, sebbene in entrambi in casi vadano presentati i curricula, vi saranno diversi criteri di scelta.

«In primis dobbiamo dare atto al dott. Puzo che ci segnalava il problema relativo al bando. In seguito ci siamo confrontati con la dott.ssa Dovetto, che sostituisce momentaneamente il dr. Tafuri per problemi di salute, ed effettivamente è stata rilevata una discrepanza tra il bando e la delibera di giunta. Nella delibera di giunta – prosegue De Leonardissi prevedeva la doppia opzione sfruttando o l’articolo 90 o l’articolo 150. Il primo che individuava la spesa del personale ad intuitu personae il secondo come spesa di prestazione di servizi. Il bando ovviamente doveva seguire una delle due modalità. In questo momento stiamo decidendo quale modalità scegliere in base ai parametri di bilancio, calcolando che l’intuitu personae non può essere fatto senza una manifestazione di interesse e senza aver visionato i curricula che arriveranno al Comune. Siccome - ha aggiunto il Primo cittadino -  la dott.ssa Dovetto viene per questa settimana martedì, giovedì e venerdì dato che il 12 rientrerà il dott. Tafuri, ci siamo confrontati con lei per vedere quale bando debba essere pubblicato in modo che tutti vi possano partecipare in maniera trasparente e leale. Dovremo quindi scegliere se fare come "spesa del personale" allora opteremo per una scelta tra i vari currucula ad "intuitu personae" operata da chi le parla, oppure come "spesa di servizi" in quest'ultimo caso  sarà una commissione, nominata appositamente, a scegliere in base ad un griglia di punteggi che verranno fuori dai curricula esaminati. I tempi – ha concluso il Sindaco interrogato sull’argomento - li stabiliremo con la dott.ssa Dovetto domani quando sarà presente presso la Casa comunale».

Il nodo da sciogliere, quindi, è se optare per una nomina diretta insindacabile basata su un rapporto di fiducia attraverso il principio dell’intuitu personae, legato alla spesa del personale oppure attraverso il principio di prestazione di servizi e quindi secondo una griglia di punteggi ricavati dai curricula.

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.