Log in
5-Dec-2019 Aggiornato alle 12:08 +0100

Grandissimo successo per il Carnevale insieme

Grande successo per il “Carnevalando insieme”, iniziativa promossa dai comuni di Villaricca e di Qualiano, svoltasi sabato 9 febbraio 2013. Organizzatori della manifestazione sono stati rispettivamente il dott. Salvatore Salatiello e la dott.ssa Maria Granata, i quali, legati a tradizioni folkloristiche che attraversano secoli, hanno cercato, almeno per una mattinata, di risollevare gli animi cittadini da una congiuntura  locale economica (e sociale) delle più degradate, immergendo i due paesi in uno spirito festoso e colorato. L'iniziativa ha visto la partecipazione delle scuole paritarie del territorio, dalla Scuola Media e Licei Scientifico e Linguistico, Don Mauro presso il complesso San Pasquale Baylon di Villaricca, F.S. Agliata di Calvizzano, Baby Angels di Villaricca 2; Istituto Darwin di Villaricca, Giovanni Paolo II di Villaricca, Scuola il Giglio di Qualiano, alle quali si sono aggiunte, tramite comunicato di invito, alcune scuole statali, quali la SMS G. Siani di Villaricca, SMS S. Di Giacomo di Qualiano, la Scuola Elementare Santa Chiara di Qualiano, il Secondo Circolo G. Rodari di Villaricca, l’Istituto Comprensivo I. Calvino di Villaricca, la SMS Ada Negri di Villaricca, nonché altre associazioni, istituzioni scolastiche, associazioni, comitati cittadini, scuole di musica e di danza. Durante la manifestazione, il cui punto di partenza è stata la Villa Comunale di Qualiano, luogo che, al momento del suo concepimento avrebbe dovuto  offrire momenti ludici a tutta la cittadina, hanno preso vita magnifici carri allegorici della Paranza Mezzone, i quali sono stati scortati dalle coreografie delle Majorette Ardor e da quelle di alcune scuola di danza di Villaricca e di Qualiano, che hanno insieme ravvivato ulteriormente uno scenario già straordinariamente colorato ed entusiasmante, grazie, soprattutto, alla presenza di adulti e bambini che hanno sfilato lungo le strade dei paesi con delle maschere che niente avevano da invidiare alle estrosità di Viareggio.

La lunga sfilata ha attraversato le principali piazze di Qualiano per poi giungere a Villaricca: ultima tappa è stata la rispettiva Villa Comunale, dove ad aspettare i partecipanti della magnifica mattinata all'insegna di musica, colori e allegorie, c'era un piccolo rinfresco offerto grazie al contributo di Trincar Progetto Napoli Nord, di Pasticceria Pasticcio Qualiano e di Edil Cimmino di Michele Cimmino. A manifestazione conclusa, Maria Granata una delle referenti dell'iniziativa per il territorio di Qualiano ha dichiarato: “La mattinata si è svolta nel migliore dei modi, ci siamo divertiti e abbiamo staccato la spina dai problemi della realtà cercando di trovare sollievo sorridendo dietro una maschera colorata, ma devo dire che sono un po' delusa per la partecipazione del Comune di Qualiano. Nonostante alcuni dirigenti del comune ed io ci fossimo accordati su un impegno non solo economico, ma anche di natura contributiva per la diffusione della notizia del “Carnevalando insieme” presso le scuole innanzitutto e poi presso i cittadini, le istituzioni qualianesi si sono rivelate incapaci di portare a termine quanto stabilito”. Infatti si è potuta registrare una stretta partecipazione da parte delle scuole di Qualiano, se non addirittura assente. E continua: “Devo comunque ringraziare l'avv. Giulio Cacciapuoti e Ludovico De Luca, i quali hanno contribuito, sebbene in minima parte, a realizzare la manifestazione”.

E anche questo Carnevale è passato. E insieme al quello natalizio, pare sia ormai giunto al capolinea anche lo spirito carnevalesco, in una società in cui le tradizioni sono bollate come vecchie, e passate velocemente in rassegna. Per questo è importante che iniziative del genere vengano incentivate sempre di più, affinché almeno il folklore non conosca mai crisi.

Emilia Sgariglia

Studentessa in Scienze Politiche - Relazioni internazionali e diplomatiche, presso l'Orientale di Napoli.
Giornalista, o quasi.

Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.