Log in
23-Oct-2018 Aggiornato alle 10:30 +0200

Festa della Madonna del Carmine, Giuseppe Ricciardiello: "un successo"

Festa della Madonna del Carmine, Giuseppe Ricciardiello: "un successo" Istallazione degli ombrelli in via Camaldoli

Il Presidente della ProLoco Gaudianum Qualiano e membro del Comitato Festa Madonna del Carmine racconta le innovazioni e tradizioni.

Da pochi giorni è terminata un festa rionale molto sentita nel centro storico della città di Qualiano e nell’ultimo periodo un po’ in tutta la città. Si tratta della Festa della Madonna del Carmine una tradizione antica che viene celebrata ogni anno ed ingloba al suo interno tradizioni celebrate da ormai 29 anni. L’edizione del 2018 ha avuto una importante innovazione grazie all’istallazione di ombrelli lungo via Camaldoli che hanno attirato cittadini da quasi tutti i quartieri. Al fine di tirare le somme abbiamo parlato con Giuseppe Ricciardiello membro del Comitato Festa Madonna del Carmine e Presidente della ProLoco Gaudianum Qualiano.

Ricciardiello, come è andata l’edizione del 2018?

«L’edizione 2018 è andata complessivamente benissimo. Quest’anno abbiamo puntato sull’innovazione e per tale motivo non è stata solo una festa rionale ma è stata coinvolta quasi tutta la città per la Umbrella Art, l’istallazione sospesa di ombrelli in via Camaldoli».

Quali attività sono state svolte per questa edizione?

«Beh la festa è stata articolata su quattro giorni. Il primo giorno vi è stato “Made in Qualiano” svolta in Piazza D’Annunzio. Nell’ambito di questa manifestazione si sono esibiti giovani talenti qualianesi tra cui spicca un chitarrista di soli 13 anni che ha vinto due premi internazionali. Il secondo giorno vi è stata la vendita all’asta degli oggetti donati alla festa in onore della Madonna del Carmine. Il terzo giorno, invece, ha visto l’esibizione di una cover band dei Pooh che è stata molto apprezzata e altri cantanti locali. La quarta giornata, infine, è stata prettamente dedicata ai giovani perché vi è stato il festival delle polveri colorate (Holifestival). Si tratta di una festa prettamente orientale che abbiamo deciso di proporre per attirare un pubblico più giovanile in strada ed abbiamo avuto ragione. Sono stati regalati sacchetti di polvere ai ragazzi per colorarsi tra loro e, con la complicità della fontanella di piazza D’Annunzio si sono praticamente “Lazzeriati”, mi passi il termine dialettale ma non ne trovo uno diverso per descrivere le condizioni in cui erano ridotti».

Dal punto di vista gastronomico, invece, che cosa è stato organizzato?

«Il punto di vista gastronomico in ogni festa rionale che si rispetti non deve mai mancare. Sono state organizzate, infatti, la Sagra della Pasta e Fagioli il 13 luglio, mentre il 15 la Sagra del Prosciutto, mozzarella e melone. Il 17 luglio, invece, la tradizionale Sagra della Ricotta che viene organizzata ininterrottamente ormai da 29 anni consecutivi; una tradizione fortemente legata al Culto della Madonna del Carmine, portato a Qualiano dai pastori qualianesi appunto che si recavano ogni mattina a Napoli in piazza Mercato per vendere il loro latte e i loro latticini».

Per il futuro, invece, quali saranno le prossime iniziative in questo caso della ProLoco?

«La ProLoco Gaudianum Qualiano organizza tre eventi l’anno: Il Carnevale a febbraio che sta riscuotendo sempre più successo; il Premio “Pelella” incentrato sulla matematica e proposto alle scuole elementari e medie ed infine Made in Qualiano in occasione della Festa della Madonna del Carmine».

Nel futuro vi è la possibilità di rivedere l’antica festa patronale dove sul serio partecipava tutta la città?

«Per il momento c’è un sogno di riproporre la festa patronale. In merito a ciò abbiamo avuto dei contatti con il parroco don Lello Marino per cercare di comprendere le difficoltà e, bisogna necessariamente dirlo, non è volontà del parroco non farla. C’è bisogno delle giuste condizioni per realizzarla».

Vincenzo Perfetto

Direttore Editoriale

Sito web: www.puntomagazine.it Email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.