Log in
6-Dec-2019 Aggiornato alle 15:23 +0100

Pozzuoli, da venerdì 19 luglio il nuovo divieto di vendita e consumo di bevande in vetro in aree pubbliche

  • Scritto da Nota stampa Comune di Pozzuoli
  • Pubblicato in News
  • 0 commenti
Pozzuoli, da venerdì 19 luglio il nuovo divieto di vendita e consumo di bevande in vetro in aree pubbliche Foto di Thanks for your Like • donations welcome da Pixabay Pozzuoli, da venerdì 19 luglio il nuovo divieto di vendita e consumo di bevande in vetro in aree pubbliche

Ai trasgressori sarà applicata una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro.

In considerazione degli ottimi risultati raggiunti con i precedenti provvedimenti, il sindaco di Pozzuoli Vincenzo Figliolia, a tutela del decoro e della sicurezza urbana, ha disposto nuovamente il divieto di vendita di bevande alcoliche e analcoliche in contenitori di vetro dalle ore 21 alle ore 6 del giorno successivo sull'intero territorio comunale.

Leggi anchePOZZUOLI TRASPORTI: SARÀ RIPRISTINATO A BREVE IL COLLEGAMENTO CON IL RIONE SOLFATARA

L'ordinanza firmata oggi (la numero 82 del 15 luglio 2019) entrerà in vigore alle ore 24 di venerdì 19 luglio, e sarà valida tutti i giorni fino alle ore 24 del 19 gennaio 2020.

I titolari o gestori di esercizi pubblici, compresi gli stabilimenti balneari, i titolari delle attività artigianali, i circoli e le associazioni private, e tutti i titolari di autorizzazioni per il commercio o la somministrazione di alimenti e bevande, hanno il divieto di somministrare, vendere o cedere a terzi, anche per asporto o attraverso distributori automatici, bevande alcoliche e non alcoliche in contenitori di vetro di qualsiasi forma o dimensione. Il divieto non è valido nei dehors o plateatici esterni autorizzati annessi ai pubblici esercizi, nelle sale da pranzo e negli spazi destinati agli avventori.

L'ordinanza impone anche il "divieto di consumo" delle stesse bevande in vetro su tutte le aree pubbliche e sempre dalle ore 21 alle ore 6 del giorno successivo. Ai trasgressori sarà applicata una sanzione pecuniaria da 25 a 500 euro.

Per due violazioni consecutive, gli esercenti rischiano la sospensione dell'attività da tre a quindici giorni. Resta invariato il divieto di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche ai minori, la cui violazione è punita con sanzione amministrativa pecuniaria da 250 a 1.000 euro (da 500 a 2.000 euro se il fatto è commesso più di una volta).