Mercoledì, 25 Luglio 2018 16:08

Caivano, a fuoco un una azienda del settore riciclo plastica ed imballaggi

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)
Caivano, a fuoco un una azienda del settore riciclo plastica ed imballaggi Caivano, a fuoco un una azienda del settore riciclo plastica ed imballaggi Foto: Francesco Giuliano

Si lotta ancora con l'incendio il cui comignolo è visibile da chilometri di distanza. Sul posto gli apparati dello Stato per questo tipo di emergenza.

Un nuovo dramma ambientate si consuma nella Provincia di Napoli e di conseguenza in tutta la Campania. Un nuovo rogo di materie plastiche si è scaturito in una azienda con sede a Caivano. Si tratta della Di Gennaro che si occupa del riciclaggio di materie plastiche e carta “Pascarola”. Un copione già visto qualche mese fa a San Vitaliano, con lo stesso scenario e la stessa paura da parte dei cittadini e la stessa mobilitazione degli apparati dello Stato.

La cittadinanza è stata invitata a chiudere porte e finestre e a restare in casa almeno fino a questa sera per evitare la probabile ricaduta di sostanze tossiche presenti nella nube nera che si è sprigionata dall’incendio.

Sul posto quindi Vigili del Fuoco, Polizia Municipale, Carabinieri, Esercito, Guardie Ambientali, ASL, ARPAC ma l'emergenza non è ancora finitia: si continua a combattere con le fiamme dell’incendio il cui comignolo di veleno è visibile da chilometri di distanza in balia del vento.

Sono giunti sul posto anche i Consiglieri Regionali M5S Viglione e Malerba per seguire la vicenda da vicino. Starà alle indagini, una volta terminata l’emergenza la matrice dell’incendio. Nel frattempo altro veleno sta finendo nell’aria.

Leggi anche: INCENDIO SAN VITALIANO, MICILLO M5S: PRIORITÀ È LA SICUREZZA DEI CITTADINI E FARE IN MODO CHE QUESTI ROGHI NON ACCADANO PIÙ

Sono giunti sul posto anche i Consiglieri Regionali M5S Vincenzo Viglione e Tommaso Malerba per cercare di comprendere quale sia la situazione. Importantissimo il contributo video fornito da un attivista che ha ripreso l’entità della tragedia che attualemente è ancora in atto in quel di Caivano.

Ad avvertire il Ministero dell’Ambiente attraverso la deputata Conny Giordano (M5S) che è residente proprio a in quella città e sul suo profilo facebook due ore fa scriveva: "Mentre sono a Roma, immersa nei lavori parlamentari, mi arrivano foto della mia terra. Di nuovo un rogo, di nuovo inquinamento, di nuovo morte. Questa è una foto scattata dal balcone di casa mia, una nube nera spaventosa avanza sempre di più spargendo veleno su tutta la periferia napoletana. Immagino le porte di casa che si chiudono e la disperazione della mia famiglia, della mia gente. Il rogo pare essere partito in località Pascarola a Caivano. Ho allertato personalmente il Ministero dell’Ambiente e sono certa che il ministro Sergio Costa e il sottosegretario Salvatore Micillo, lavoreranno alacremente per comprendere dinamica e responsabilità di questo ennesimo disastro ambientale a danno della nostra terra".

Importantissimo il contributo video fornito da un attivista che ha ripreso l’entità della tragedia che attualmente è ancora in atto in quel di Caivano, visibile a questo link

Non si conoscono ancora le cause dell’incendio.

Letto 1052 volte
Redazione

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.