Interventi dei Carabinieri a Licola, San Vitaliano e Mugnano di Napoli. A tambur battente l’attività di contrasto ai reati ambientali da parte dei Carabinieri del comando Provinciale di Napoli A Licola di Pozzuoli i Carabinieri della stazione locale e della stazione forestale hanno denunciato per gestione illecita di rifiuti due coniugi. nell’area davanti alla loro abitazione erano accatastati illegalmente circa 400 metri cubi di rifiuti plastici, di legno, materiale di risulta edile, batterie di veicoli, elettrodomestici fuori uso, parti di veicoli. L’area è stata sequestrata. Un’altra denuncia per smaltimento illecito e deposito incontrollato di rifiutiè scattata a San vitaliano. I…
Denunciati il titolare dell'autolavaggio e il dipendente. Denunciate anche altre due persone per smaltimento illecito di rifiuti. Controlli dei Carabinieri Forestali della Stazione di Marigliano nel territorio del comune di Castello di Cisterna. I militari dell'Arma hanno sequestrato un autolavaggio abusivo e denunciato il titolare unitamente ad uno dei dipendenti in nero. Si tratta di un 30enne di Castello di Cisterna gia noto alla forze dell'ordine. L'uomo, secondo i riscontri portati a termine dai Carabinieri, percepiva il reddito di cittadinanza. Due persone, invece, sono state denunciate per smaltimento illecito di rifiuti: avevano lasciato su strada un mezzo adibito al trasporto…
Ad essere denunciato il titolare di una officina che stoccava 100 litri di olio esausto, 5 motori e 12 batterie per auto. I Carabinieri della Tenenza di Caivano hanno denunciato un 51enne incensurato di Crispano per stoccaggio illecito di rifiuti e sfruttamento del lavoro minorile. L’uomo, titolare di un’officina meccanica, aveva depositato nei locali della propria attività circa 100 litri di oli esausti, 5 motori e 12 batterie per auto. Durante il controllo i militari hanno scoperto che il 51enne garantiva lavoro ad un minore. L’officina e i materiali in essa rinvenuti sono stati sequestrati.
Si tratta di un 36enne e di un 63enne di San Givanni a Teduccio con precedenti penali. Cospargevano i rifiuti di liquido infiammabile nel cortile di un’azienda di traslochi e poi li incendiavano: sono così finiti in manette il 36enne M. N. e il 63enne L. B., entrambi di San Giovanni a Teduccio e già noti alle forze dell'ordine. Ad arrestarli i carabinieri del Nucleo Operativo di Poggioreale che, allertati da una colonna di fumo, hanno sorpreso i due soggetti ad incendiare una ingente quantità di rifiuti. I residui della combustione venivano poi stoccati in container metallici la cui destinazione…
All'interno i Carabinieri hanno riscontrato la mancanza di autorizzazione e hanno giudicato pericoloso persino lavorarvi. Il gestore sanzionato per 12mila euro I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale, Agroalimenatre e Forestale hanno ispezionato un’officina meccanica gestita da una società di riparazione e manutenzione di macchine industriali con sede a Napoli il cui rappresentante è un 50enne di Casalnuovo. L’attività, hanno accertato i militari, era priva delle autorizzazioni in materia di gestione di rifiuti, emissioni in atmosfera, scarichi dei reflui e sicurezza sui luoghi di lavoro. In particolare non c’erano le autorizzazioni per i locali inoltre questi non erano salubri…
I gestori sono stati denunciati per scarichi non autorizzati, gestione illecita di rifiuti, operazioni di dragaggio non autorizzati ed inquinamento ambientale. I Carabinieridel NOE di Napoli, nel corso delle attività finalizzate al contrasto dei reati ambientali legati al ciclo dei rifiuti urbani e speciali, hanno intensificato i controlli volti a verificare situazioni di inquinamento ambientale nel tratto di costa “Vigliena-Pietrarsa” del comune di Napoli, con particolare riferimento agliscarichi industriali provenienti dalle aziende private. Nel corso delle verifiche i militari del N.O.E. hanno accertato che le acque reflue industriali di un cantiere nautico, utilizzate nel ciclo lavorativo, venivano immesse, in assenza…
Istallato un laboratorio mobile di monitoraggio all'interno della Caserma dei Carabinieri di via Caduti di Nassirya e sistema di monitoraggio per diossine e furani. L’Agenzia regionale protezione ambientale Campania è intervenuta tempestivamente per valutare gli effetti ambientali dell’incendio divampato stamattina a Napoli in un deposito di via Caduti di Nassiriya, nel quartiere di Fuorigrotta.  Nel primo pomeriggio di oggi, l’Agenzia ha provveduto a installare un laboratorio mobile nei pressi della caserma dei Carabinieri di via Caduti di Nassiriya, posizionato e messo in funzione grazie alla collaborazione offerta dall’Arma. Già utilizzato in molti casi analoghi negli ultimi anni, il laboratorio monitora…
Denunciato un 88enne di Marigliano per combustione illecita di rifiuti e sequestrata la struttura. I Carabinieri Forestali della Stazione di Marigliano hanno denunciato per combustione illecita di rifiuti un 88enne incensurato del posto. I militari sono stati allertati da alcuni cittadini del centro città che lamentavano l'immissione nell'atmosfera di fumi neri e maleodoranti. Grazie alle loro testimonianze i Carabinieri ne hanno individuato la fonte: un forno dismesso precedentemente utilizzato in un pastificio. Al forno era affiancata una canna alta circa 20 metri. Da questa venivano espulsi i fumi prodotti dalla combustione di rifiuti domestici e agricoli che l'uomo vi gettava.…
A renderlo noto il Sottosegretario Micillo. Sanzioni per 21mila euro, sequestrate sei attività  tra cui un cantiere nautico abusivo, due carrozzerie e un calzaturificio. 14 giugno 2019 – In campo ventuno equipaggi, per un totale di settanta unità appartenenti al Raggruppamento “Campania” dell’Esercito Italiano, ai Carabinieri di Grumo Nevano e di Qualiano, alla Polizia di Stato del Commissariato di Giugliano, alla Guardia di Finanza di Giugliano e di Frattamaggiore, al ROAN della Guardia di Finanza di Napoli, alla Polizia Metropolitana di Napoli, alle Polizie Locali di Napoli, Pozzuoli, Casandrino e Aversa.  Leggi anche: LITORALE FLEGREO DOMITIO, MARE BLU ED ACQUE LIMPIDE Questi…
I Carabinieri di San Vitaliano denunciano il titolare e sequestrano l'attività: comminate sanzioni per 5000 euro. I Carabinieri della Stazione di San Vitaliano e della Stazione Forestale di Marigliano hanno denunciato in stato di libertà un meccanico 48enne del luogo. Leggi anche: SAN VITALIANO, PICCHIAVA MOGLIE E FIGLIE: ARRESTATO 43ENNE Nel corso di una attività di coantrollo i Carabineiri hanno constatato che l’autofficina gestita dal predetto in piazza Leonardo da Vinci operava senza le previste autorizzazioni per lo scarico delle acque reflue nella rete fognaria. L’area è stata sottoposta a sequestro. Comminate sanzioni amministrative per 5.000 euro.
Pagina 1 di 15