Log in
19-Oct-2018 Aggiornato alle 9:07 +0200

Napoli sport. Briganti, continuano le sconfitte: KO anche contro i Dolphins

  • Scritto da Ufficio Stampa Briganti Napoli Lorenzo Pierleoni
  • Pubblicato in Sport
  • 0 commenti

La formazione di Ancona supera quella partenopea anche al ritorno con il punteggio di 41-0. Prosegue il campionato di passione dei Briganti, ormai quasi al termine

Continua la serie di sconfitte dei Briganti Napoli, che perdono con i Dolphins Ancona anche nella partita di ritorno, dopo che quella di andata fu segnata dall’infortunio al braccio del quarterback Zach Hoffman, evento che ha segnato in negativo la stagione dei partenopei. Stavolta il punteggio è di 41-0 in favore degli anconetani, che hanno la meglio in attacco nel primo tempo e poi si limitano ad amministrare nel secondo. Per i Briganti Stefano Chitos ha giocato nuovamente nel ruolo di quarterback, non riuscendo a ripetersi con un touchdown come sette giorni fa a Ferrara. Il primo tempo della partita vede, come detto, i Dolphins Ancona dominanti in attacco. La squadra ospite segna subito due touchdown, approfittando di errori individuali della difesa, seppur priva di una pedina importante come Chitos, su due lanci lunghi. L’attacco dei Briganti, inconcludente nei primi due drive, inizia a essere un po’ più continuo e a chiudere qualche down, non riuscendo però a concretizzare i propri sforzi con una segnatura. Nel secondo quarto i Dolphins si rifanno vivi in attacco, riuscendo dove fallisce l’attacco padrone di casa e andando a segno altre due volte. Si va dunque al riposo sul punteggio di 28-0. Il secondo tempo è solo ordinaria amministrazione per i Dolphins, che si limitano a controllare gli avversari i quali tuttavia restano in campo con l’attacco per quasi tutto il terzo quarto. Una volta tornati in possesso del pallone, però, gli anconetani tornano a farsi vedere in endzone con un altro lancio lungo. Poco cambierà fino alla fine dell’incontro, con un’altra marcatura degli ospiti che siglerà il punteggio finale sul 41-0. Con un roster ridotto all’osso da ormai troppe partite, i Briganti non sono più in grado di essere competitivi nella Prima Divisione nazionale. La passione, la tenacia e l’impegno indiscussi che i partenopei lasciano sul campo non riescono a colmare il grande distacco dei numeri e dei valori tecnici delle altre squadre. Prosegue dunque il campionato di passione della squadra napoletana, che giungerà al termine la settimana prossima, con l’ultimo impegno di regular season contro i Grizzlies Roma, ancora sul terreno casalingo dello stadio comunale di Grumo Nevano.